HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
A tu per tu

...con Accardi

"Campionato normale e la Juve risale. Gennaio, niente rivoluzioni. Mbaye piace a Di Carlo, Nicola e Stramaccioni. Embalo? Piace in Francia e Messico, con il Palermo qualcosa da chiarire. Procure pilotate? Giocatori stupidi"
22.12.2015 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 22094 volte
© foto di Vincenzo Blandino

"È stato, fin qui, il campionato che doveva essere". Così a TuttoMercatoWeb.com l'operatore di mercato Beppe Accardi traccia un bilancio della prima parte di campionato. "I valori, piano piano - prosegue Accardi - si stanno normalizzando, tra squadre che lottano per vincere e altre per la salvezza. S'è rimesso sulla strada giusta il Bologna con il nuovo allenatore, i giocatori hanno anche recuperato autostima. Poi tutte stanno facendo ciò che è al livello delle loro potenzialità".

Intanto s'è ripresa la Juventus.
"Fin dall'inizio ho sempre detto che alla fine sarebbe stata lì, a lottare per il titolo".

Cosa si aspetta a gennaio?
"Nessuna grossa rivoluzione. Penso che tutte le squadre proveranno a puntellare qualcosa, ma chi doveva spendere ha già speso a giugno. Sicuramente interverrà il Milan, che però ha solo bisogno di trovare serenità e continuità".

Può spostarsi Mbaye, dal Bologna? Piace allo Spezia.
"Sta tornando nella giusta condizione. Vuole essere protagonista con il Bologna. Ha qualche richiesta. Nel calcio tutto è possibile. Certo è che se fosse scarso non ci sarebbero alcune squadre interessate. Ho letto da qualche parte che Stramaccioni - suo allenatore all'Inter - lo vorrebbe al Panathinaikos, questa è la dimostrazione che qualcosa di buono ha fatto. E se anche Di Carlo e Nicola lo hanno messo nel mirino, vuol dire che Mbaye non è così male".

Sorride anche Embalo, a Brescia.
"Una crescita professionale giusta, importante. Parliamo sempre, ci diciamo che dobbiamo ringraziare le squadre da dove è passato prima. Carpi e Lecce, che gli hanno dato la possibilità di crescere seppure. A Brescia l'esplosione, figlia delle sue qualità e anche grazie ad un allenatore che crede in lui e gli sa insegnare ciò che è giusto e sbagliato".

Rinnoverà con il Palermo?
"Quando sarà il momento, se il Palermo ci chiamerà, ne discuteremo. Sicuramente il fatto che oggi ci siano squadre messicane è importante, vuol dire che il campionato di Carlos è arrivato al di là dell'Oceano. Lo segue il Lione, ho visto Brescia-Pescara con il loro direttore sportivo che ne è rimasto impressionato. Ma il mercato è strano, atipico, lungo, difficile. Oggi Carlos è un giocatore del Brescia, dove sta benissimo. Ha un rapporto eccezionale con tutti. Ora avanti così, perché nel calcio quello che hai fatto non conta: è importante ciò che farai. Quando sarà il momento ci saranno due-tre cose da chiarire con il Palermo, ne parleremo".

Rinaudo?
"Sta crescendo dal punto di vista fisico, poi vedremo cosa succederà a gennaio. Ad oggi non è preventivata una sua partenza da Vicenza".

Da Vicenza a Trapani: Ciaramitaro e Accardi?
"Maurizio è un punto di riferimento per il Trapani. Per quanto riguarda Accardi valuteremo con la società, che ha stima e rispetto nei suoi confronti e quindi non penso ci sia l'intenzione di muoverlo. E poi guardate il percorso di Embalo, la sua esplosione figlia della sofferenza dell'anno scorso".

In serie A si parla di presunte procure pilotate. Lei che ne pensa?
"L'eterno dramma, ci saranno sempre tanti sospetti. Se effettivamente fosse così, la cosa sarebbe di una gravità esagerata. Una società se ha la forza di pilotare le procure verso uno o un altro procuratore, commetterebbe un reato importante: concorrenza sleale ed estorsione. Poi non dimentichiamoci che un giocatore che va verso un altro procuratore se consigliato dalla società, è un giocatore stupido. Di sicuro una società e un procuratore che fanno queste cose, non fanno gli interessi del calciatore. I giocatori devono imparare che è troppo comodo andare dietro a delle sirene dopo che magari hanno lavorato e si sono costruiti una carriera al fianco di persone che hanno iniziato con loro un percorso da giovani. Consiglio di guardare il film Goal!, la storia di un ragazzino arrivato da un altro continente aiutato da una persona che lo ha fatto diventare giocatore. Poi il ragazzino ha iniziato a perdere la testa dimenticandosi di chi lo ha aiutato e da quel momento è iniziato il suo declino. Poi quando s'è ritrovato ad essere solo - perché quando non sei più lassù tutti ti abbandonano - ha cercato di nuovo la persona che lo aveva aiutato. Ma alla lunga le cose si pagano".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Martorelli 20.02 - "L'uscita di De Laurentiis dopo la partita contro il Real Madrid è stata fuori luogo". Cosi a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Giocondo Martorelli. "Il Napoli - prosegue Martorelli - sta offrendo prestazioni di grande livello, andare a Madrid e perdere comunque giocando una...
Telegram

A tu per tu

...con Colomba 19.02 - "Alcune squadre come Juve e Roma si sono confermate di primissima fascia. Poi l'Inter, il Milan a tratti, la Lazio e la Fiorentina hanno dimostrato di essere di seconda fascia". Cosi a TuttoMercatoWeb Franco Colomba fa le carte al campionato. De Laurentiis e gli attacchi a Sarri:...

A tu per tu

...con Bonato 18.02 - La partita dei ricordi e delle emozioni. Il Sassuolo una tappa fondamentale per il percorso professionale di Nereo Bonato, oggi ds dell'Udinese. E domenica la squadra del dirigente bianconero sfiderà proprio il Sassuolo. "Sassuolo per me ha significato tanto. Un percorso entusiasmante...

A tu per tu

...con Simplicio 17.02 - Una nuova carriera per Fabio Simplicio. "Non mi vedo allenatore, sto cominciando a fare... il procuratore", dice a TuttoMercatoWeb l'ex centrocampista di Parma, Palermo e Roma. La Serie A sempre nel cuore, mai dimenticata. Simplicio studia ed osserva il campionato italiano, in attesa...

A tu per tu

...con Iachini 16.02 - Valigia, check in e... via. La scorsa settimana Beppe Iachini è volato in Inghilterra, a caccia dei segreti di Pep Guardiola. Nella casa del Manchester City. Qualche giorno fianco a fianco con Pep, per studiarlo e per aggiornarsi. "Tra noi c'è un bel rapporto professionale, era venuto...

A tu per tu

...con Accardi 15.02 - La notte del Napoli. La notte di Maurizio Sarri. La classe operaia che vola in paradiso e vuole restarci. Questa sera gli azzurri sfideranno il Real Madrid al Santiago Bernabeu. "Sono sicuro che quella di stasera sarà una partita bellissima. L'apoteosi. Sono due squadre che danno...

A tu per tu

...con Nzola 14.02 - Uomo mercato. Gol, prodezze. E un futuro prenotato in serie A. Con la Fiorentina? Chissà. Mbala Nzola intanto segna e fa sognare la Virtus Francavilla, la matricola terribile del girone C di Lega Pro. Una macchina perfetta creata dal ds Stefano Trinchera. E Nzola? Piedi per terra...

A tu per tu

...con Foggia 13.02 - "Si preannuncia una bella partita, tra due squadre che amano giocare a calcio". Così a TuttoMercatoWeb in vista di Lazio-Milan l'ex biancoceleste, oggi direttore sportivo del Racing Roma, Pasquale Foggia. "Il Milan viene da una vittoria dopo qualche partita negativa, mentre...

A tu per tu

...con Moriero 12.02 - "La Juve non sottovaluterà l'avversario, queste partite non le sbaglia". Così in vista della partita tra Cagliari e Juventus, Francesco Moriero a TuttoMercatoWeb. Sulla carta la Juve ha già vinto il campionato. "No. Le partite vanno giocate sul campo. Inter, Roma e Napoli...

A tu per tu

...con Carli 11.02 - "Ci prepariamo alla partita contro l'Inter con il solito scopo: cercare di migliorare, abbiamo margini di miglioramento". Così a TuttoMercatoWeb il di dell'Empoli, Marcello Carli. "Dopo il mercato di gennaio - prosegue Carli - abbiamo cambiato un po' filosofia, ci serve giocare e...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.