VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
A tu per tu

...con Faggiano

"Felici dei tifosi. Quelli che ci guardano dal balcone? Spero tifino sempre. Nadarevic via? Dovevano telefonarmi prima. Palermo, volevo Lores: a Vicenza farà bene. Malele ci ha detto no per il Sud! Mancosu, lavoriamo al rinnovo"
13.09.2014 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 14523 volte
© foto di Andrea Zalamena - Tuttolegapro

Lo stadio vicino ai tifosi, l'entusiasmo contagioso. Trapani vuole continuare a sorridere, un anno dopo aver conquistato la serie B. E a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo granata, Daniele Faggiano, traccia un bilancio del mercato che si è concluso qualche settimana fa. Con un occhio al presente.

Faggiano, con le modifiche allo stadio a Trapani c'è sempre più partecipazione.
"Siamo orgogliosi di quelli che vengono allo stadio. Ogni domenica ci stanno vicini, facendo tanti sacrifici. Con la nuova curva gli abbiamo fatto un grande regalo".

Peccato per quei tifosi che guardano le partite dal balcone...
"Speriamo che tifino per noi anche quando le cose vanno male. Non posso farci niente. Ma non è bello vedere duecento portoghesi".

Mercato: va bene così o poteva fare di più?
"Si può sempre fare di più. Ma una prerogativa mia e del mister era quella di partire con l'80-90% della squadra, il grosso lo avevamo già fatto prima. Poi con il reintegro di Terlizzi abbiamo sistemato le cose. Gli ultimi giorni se ci fosse stata qualche possibilità l'avremmo sfruttata. Ma non c'è stata l'opportunità, perché dobbiamo stare attenti al budget".

È rimasto Nadarevic, che l'ultimo giorno di mercato appreso che doveva rimanere non è sembrato molto contento...
"È un giocatore del Trapani, se qualche squadra lo voleva doveva telefonare. E non l'ultimo giorno di mercato. È contento di rimanere, non c'è nessun problema. Qualcuno creava disturbo, ma poteva prenderlo prima che lo prendessimo noi. Se mi avessero chiamato in tempi giusti per il mercato ne avremmo parlato. Non avrei mai tenuto un giocatore scontento".

Avete tentato anche un asse di mercato con il Palermo. Quali erano i giocatori nel mirino?
"Embalo. Poi anche Malele, ma il suo procuratore mi ha detto che non voleva giocare al Sud: il ragazzo giustamente essendo della Norvegia ha fatto altre scelte! E volevo Lores, mi è dispiaciuto non prenderlo, ci poteva fare comodo. Lo avremmo preso, sarebbe stata una prima scelta: avevo parlato con i dirigenti del Palermo, è stato uno dei primi nomi già in estate ma all'inizio la dirigenza rosanero non ci ha voluto aiutare con l'ingaggio. So che il ragazzo sarebbe venuto volentieri, sono contento che lo abbia preso il Vicenza soprattutto dopo che i biancorossi hanno già giocato contro di noi (sorride, ndr)".

Un rimpianto di mercato?
"Sforzini. Ne avevamo parlato, il lunedì con il Latina era quasi saltato. Ma noi non potevamo competere con le cifre".

Mancosu?
"Stiamo lavorando. A breve faremo il rinnovo. Ma Matteo prima di essere un giocatore è un uomo serio, si è sempre allenato con impegno. Volevamo trovare il tempo giusto, ma si può ragionare sempre. E con il suo rinnovo facciamo un grosso sacrificio".

Intanto Antonio Conte ha già conquistato tutti: l'Italia va.
"Ad Antonio mi lega un'amicizia che va oltre il calcio. I fatti parlano per lui. C'è un'aria diversa nell'ambiente, Antonio è un trascinatore. Non si ferma mai".

E ha tirato fuori Zaza, a sorpresa.
"A Bari ha tirato fuori Caputo, a Siena ha fatto giocare tanti giovani. Immobile lui e Perinetti a Siena non lo avrebbero mai dato, infatti Antonio non era contento quando è andato via. Prova ne sia che adesso gioca in Nazionale. Ci credeva, ma all'epoca c'erano Calaiò, Reginaldo, Mastronunzio. Conte mi diceva «seguilo», ci ha sempre creduto. Davvero. E ancora oggi non sappiamo niente di quella trattativa che ha portato Immobile al Grosseto".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Martorelli 26.04 - Un nuovo corso per la Roma. Da Walter Sabatini, con l'Interregno Massara, a Monchi. "Non conosco le direttive di Monchi, è la prima volta che viene a lavorare in Italia. La Roma però, con tutto il rispetto, non è il Siviglia", dice a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Giocondo...
Telegram

A tu per tu

...con Pagni 25.04 - Rinati, a caccia dell'impresa. La Ternana ci crede e ha voglia di rincorrere la salvezza. "Positività al massimo, entusiasmo ma anche consapevolezza dei nostri mezzi. Silenzio e avanti tutta...", dice a TuttoMercatoWeb il ds delle Fere, Danilo Pagni. Liverani il segreto della...

A tu per tu

...con Leone 24.04 - "Vogliamo giocarci tutte le nostre possibilità fino in fondo. Le vittorie dell'Empoli hanno guastato tutti i piani, però finché la matematica non ci condanna è giusto provarci". Il Pescara prova a cullare ancora qualche speranza per la salvezza. Difficile, ma finché i numeri lo consentono...

A tu per tu

...con Antonini 23.04 - "Sorteggio fortunato per la Juventus? Io mi preoccuperei del Monaco, l'ho visto nelle ultime partite e ci sono ragazzi giovani che vogliono emergere. Sia Atletico che Real erano da evitare, è stato un sorteggio fortunato ma che nasconde tante insidie". Così a TuttoMercatoWeb Luca...

A tu per tu

...con Frey 22.04 - La partita delle emozioni. Da una parte il primo amore, dall'altra un amore sbocciato piano piano. Inter-Fiorentina, la partita di Sebastien Frey. "Quando giocavo nella Fiorentina era sempre considerata una grande partita, a livello di qualità l'Inter era superiore. Tutte le volte...

A tu per tu

...con Di Somma 21.04 - Un ritiro per riordinare le idee. E per tornare a sorridere. "Siamo tranquilli, l'aria è serena. Qualche risultato sta venendo meno, ma siamo stati penalizzati dai risultati perché le prestazioni sono buone. Poi anche alcune decisioni arbitrali non ci hanno aiutato", dice il dg del...

A tu per tu

...con Joao Santos 20.04 - "Se in Milan e Inter sono entrati grandi capitali allora è giusto aspettarsi un grande mercato, molto caldo. Pensando però che Juve e Napoli hanno già una struttura pronta e non dovranno spendere chissà quanto". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Joao Santos in vista della...

A tu per tu

...con Sannino 19.04 - "La Juve ha dimostrato di non avere rivali in campionato, mentre per quanto riguarda la Champions il 3-0 è un bel bottino ma il Barça in casa è pericoloso". Così a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino fa le carte alla sfida di Champions League in scena stasera. Passerà la Juve? "Io...

A tu per tu

...con Canovi 18.04 - "Il Milan? Finisce un'era". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Dario Canovi a proposito del passaggio di consegne avvenuto in casa Milan. Da Silvio Berlusconi a Yanghong Li. "Il ricordo personale con il Milan di Berlusconi risale a quando abbiamo firmato il contratto per...

A tu per tu

...con Di Carlo 17.04 - "Sia noi che il Cesena veniamo da una vittoria importante, siamo in salute e sicuramente sarà una bella partita. Il Cesena in casa gioca a ritmi alti, andrà affrontato senza arretrare troppo". Domenico Di Carlo analizza così a TuttoMercatoWeb la partita che andrà in scena questa sera...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.