HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
A tu per tu

...con Gasparin

"Parma, se Donadoni alza i toni la situazione è catastrofica! Più rigore nell'acquisizione dei club. Il club scomparirà? Il rischio c'è. Mercato: Fiorentina, Cuadrado plusvalenza importante..."
11.02.2015 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 16043 volte
© foto di Federico Gaetano

Parma in crisi, con poca chiarezza economica e societaria. Una situazione comunque destinata a risolversi entro poco tempo, in un senso o nell'altro. "E se una persona come Donadoni, solitamente pacata e non abituata ad alzare i toni ha alzato la voce, vuol dire che è una situazione che non fa bene al calcio italiano", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dirigente di Sampdoria, Udinese e Catania, Sergio Gasparin.

Una situazione difficile...
"Il Parma ha avuto una gestione duratura con Ghirardi che negli anni aveva dato segnali di assoluta ripresa, poi negli ultimi diciotto mesi si è arrivati ad una realtà catastrofica, cioè quella attuale. E quando qualcuno sottolinea la rigidità delle norme inglesi relative ai cambi di proprietà, va nel giusto. Il calcio oggi ha bisogno di situazioni credibili e trasparenti. Devono esserci dei vincoli molto rigidi per chi si avvicina all'acquisizione delle nostre realtà".

Si rischia di falsare il campionato?
"No. Ma è evidente che la situazione di una società come quella che sta attraversando il Parma sia di disturbo. Sicuramente non è una bella situazione per la credibilità del calcio italiano".

Come la vede, da fuori?
"È di difficile interpretazione già per chi la vive dall'interno, figuriamoci per me che sono esterno. Chiaramente il mercato del Parma non è giudicabile, ma ha mosso di più rispetto alle stagioni precedenti per quanto riguarda i movimenti. Sembra che il modello unificato sia il prestito con diritto di riscatto, è stato un po' il leit motiv del mercato di gennaio. Quando una società fa molti movimenti a gennaio è perché ha avuto tanto da riparare. Gennaio è il mercato di riparazione, serve a chi deve correggere gli errori".

Pensare che il Parma a fine anno sparisca, non è utopia.
"Il rischio c'è, è indubbio. La situazione si presta a mille finali. Ci auguriamo tutti che il finale sia positivo".

Mercato: chi ha agito meglio?
"Una cessione importante è stata quella di Cuadrado. La Fiorentina ha centrato una plusvalenza molto importante di un giocatore di grande qualità, ma che indubbiamente ha portato nelle casse viola un importo rilevante. Il Napoli ha posto qualche correzione e ha ingaggiato Gabbiadini, un ragazzo destinato a diventare un caposaldo all'interno del progetto della Nazionale Italiana perché è un giocatore di grandi qualità. E il Milan ha portato in rossonero un giocatore importante come Destro, mantenendo Pazzini: due prime punte, entrambe di valore. Pazzini non ha dimostrato il suo intero valore a Milano, è un bravissimo ragazzo e un ottimo giocatore. Galliani è stato bravo a convincere Destro a trasferirsi a titolo temporaneo, anche se immagino siano state date al calciatore delle garanzie sull'evoluzione del riscatto".

Da chi si aspettava di più?
"È successo ciò che mi aspettavo. La storia degli ultimi anni dice che le disponibilità economiche anche delle squadre di vertice, rispetto alla concorrenza, sono limitate. Gli ingaggi e le spese che avvengono in questo momento all'interno di alcuni club europei, in Italia non ce li possiamo permettere. Guardate Cuadrado: non è che in Italia non piacesse ad altri, ma nessuno avrebbe potuto spendere le cifre che ha speso il Chelsea. Oggi è indubbio che il calcio italiano non abbia più la forza economica della concorrenza internazionale".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Cornacini 19.01 - "È un mercato strano, si arriva alla fine della finestra e a quel punto si muovono in tanti". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Leonardo Cornacini analizza la finestra in corso. Gabigol: lei stava lavorando al trasferimento al Villarreal. Alla fine è rimasto...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

A tu per tu

...con Bojinov 18.01 - Voglia di Italia. Valeri Bojinov non dimentica la terra che lo ha fatto diventare grande e intanto segna per il Partizan Belgrado. "Qui procede bene, sono in una grande squadra con tantissimi tifosi al seguito", dice l'attaccante ex - tra le altre - di Lecce e Fiorentina a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Lazaar 17.01 - "Sto bene con il gruppo, con l'ambiente. Stiamo vincendo tanto e si sa: squadra che vince non si cambia, per questo sto trovando poco spazio ma sono un professionista e cerco di dimostrare le mie qualità. So quello che valgo e dove posso arrivare". Così a TuttoMercatoWeb il...

A tu per tu

...con Pagni 16.01 - Scopritore di talenti, al servizio di presidenti ambiziosi e pretenziosi. Ora una nuova sfida. Danilo Pagni l'uomo mercato scelto dalla Ternana per tentare di risollevare le sorti della squadra. Il nuovo ds ne parla a TuttoMercatoWeb. "La prima settimana, anzi il primo giorno, mi...

A tu per tu

...con Joao Santos 15.01 - "In questi quindici giorni il mercato sarà di qualità. I direttori sportivi si muovono, a caccia di rinforzi mirati". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Joao Santos. "Quando pensi a gennaio, pensi sempre ad un mercato difficile", continua l'agente brasiliano. Leandrinho-Napoli,...

A tu per tu

...con Antonelli 14.01 - "L'incidenza cinese si sente, è stata importante. Ma noterei anche il lavoro di società come la Sampdoria per esempio. I blucerchiati sono in continua evoluzione, così come è stato strepitoso il mercato dell'Atalanta. E la Juventus è sempre protagonista. Le proprietà italiane sono...

A tu per tu

...con Fausto Rossi 13.01 - Il colpo di mercato del Trapani che non si arrende e ha ancora voglia di lottare per la salvezza. Fausto Rossi, che preso contatto con la realtà trapanese si è già ambientato in città e calato nel contesto, è pronto a prendere per mano i granata di Alessandro Calori. "Ho avuto ottime...

A tu per tu

...con Foggia 12.01 - "Conoscevo già il Presidente e il dg Viola, quando ho toccato con mano la situazione mi sono reso conto che qui c'è qualcosa di troppo bello per non provarci". Cosi a TuttoMercatoWeb Pasquale Foggia, nuovo ds della Racing Roma. Aveva anche altre possibilità. Lazio e Salernitana...

A tu per tu

...con Berti 11.01 - "Ci saranno colpi gli ultimi giorni. Qualcosa è stata fatta, ma non è finita...". Cosi a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato ed ex portiere, Gianluca Berti. È fatta per lo scambio di portieri tra Milan e Cagliari. Sorpreso che i rossoblù abbiano fatto partire Storari? "Non...

A tu per tu

...con Fontana 10.01 - "Ho visto fin qui la Juve che è di un'altra categoria, la Roma che sta facendo bene e l'Inter che finalmente sta rientrando in gioco. Ma lo Scudetto è un capitolo chiuso: lo vincerà la Juventus". Così a TuttoMercatoWeb l'ex portiere tra le altre di Inter e Palermo, Alberto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.