HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
A tu per tu

...con Gomez

"Vicino alla Fiorentina, il Metalist ha detto no: ma a giugno voglio tornare in Italia. Se consiglio l'Ucraina? Non parlerò mai male del mio club, ma la mia famiglia qui non sta bene. Maxi Lopez, dimostra chi sei. Icardi, devi crescere"
16.02.2014 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 16167 volte
© foto di Federico De Luca

Viola mancato. Papu Gomez ha sfiorato, accarezzato la Fiorentina nel mercato di gennaio. E invece no, niente da fare. Il Metalist si è opposto alla cessione in prestito. Così ancora quattro mesi in Ucraina, poi Gomez lascerà la sua attuale squadra e ritornerà a giocare nel calcio che conta. "La mia idea non è cambiata, io e la mia famiglia vogliamo tornare a vivere in Italia. E io ho voglia di tornare a giocare in serie A", ammette Gomez a TuttoMercatoWeb.

Qualche mese e poi finirà il campionato. Lascerà l'Ucraina, no?
"Mi sto trovando comunque bene. Stiamo facendo il ritiro, manca poco all'inizio del campionato. Dobbiamo giocare da marzo a maggio al massimo, tra qualche mese finirà il campionato. Poi valuterò insieme al mio procuratore e al Metalist le offerte".

A gennaio poteva andare alla Fiorentina...
"Sono stato vicino alla Fiorentina, ma il Metalist non mi ha voluto cedere in prestito. Ho parlato con Pradè, mi ha detto che mi voleva. Questo mi ha fatto piacere. Ma poi la società ha detto di non volermi cedere in prestito. Vedremo a giugno cosa accadrà. Ora voglio fare un grande campionato con il Metalist, poi vediamo. Il mio pensiero però non è cambiato: voglio tornare in Italia".

Si può dire che la Fiorentina è la sua squadra preferita per giugno?
"Firenze è una bella città. Nella Fiorentina c'è Montella che mi conosce bene e sarebbe un motivo in più per andare. Io andrei con molto piacere. Ma chi mi vuole deve pagare la cifra che chiede il Metalist, sei-sette milioni per pagare il cartellino. La Fiorentina è una grande squadra, chiunque vorrebbe vestire viola".

Col senno di poi consiglierebbe ai suoi colleghi di andare al Metalist?
"Io ho scelto di venire qui perché avrei giocato le Coppe, poi però la squadra è stata eliminata per un problema precedente. Qui pagano molto bene. Ognuno decide ciò che vuole. Il mio problema non è il Metalist, ma la mia famiglia non si trova bene, voglio ritornare in Italia. Ma mai parlerò male del Metalist".

E il suo Catania, si salverà? Intanto è tornato Maran.
"Sono contento del suo ritorno, è un grande mister, gli auguro tutto il bene del mondo. Si a lui che al preparatore atletico De Bellis. La colpa non è di Maran. Parlo sempre con tutti i ragazzi argentini del Catania, credono nella salvezza: sarà dura, ma alla fine ce la faranno. Glielo auguro".

Cosa è successo ai rossoazzurri?
"Non serve che parli male di qualcuno: società, staff tecnico o calciatori. Ora è importante che tutti insieme provino a fare il loro meglio per il Catania, per salvarlo. Poi a luglio sicuramente ci sarà qualche cambiamento: sono state fatte tante cose male, non so di chi sia la colpa. Il presidente è un uomo intelligente, che saprà cambiare e mettere a posto le cose quando sarà il momento".

Maxi Lopez intanto ha cambiato aria ed è andato alla Sampdoria.
"Maxi è un grande calciatore, spero che tutti vedano il giocatore che s'è visto a Catania tre anni fa. La sua vita privata non è un problema mio, voglio che giochi tranquillo e sia felice in campo. Con Mihajlovic, che lo conosce, farà molto bene".

Icardi invece, all'Inter, a parte il gol di ieri, va a corrente alternata.
"Gli manca tanto per essere un top player. È distratto, deve migliorare tanto. Ha avuto tanti infortuni, ma deve migliorare e pensare solo al calcio. Giocare nell'Inter è difficile, davanti ha grandi campioni e lui deve imparare dai vari Samuel, Milito e Zanetti. Solo così potrà diventare un giocatore importante".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Martorelli 20.02 - "L'uscita di De Laurentiis dopo la partita contro il Real Madrid è stata fuori luogo". Cosi a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Giocondo Martorelli. "Il Napoli - prosegue Martorelli - sta offrendo prestazioni di grande livello, andare a Madrid e perdere comunque giocando una...
Telegram

A tu per tu

...con Colomba 19.02 - "Alcune squadre come Juve e Roma si sono confermate di primissima fascia. Poi l'Inter, il Milan a tratti, la Lazio e la Fiorentina hanno dimostrato di essere di seconda fascia". Cosi a TuttoMercatoWeb Franco Colomba fa le carte al campionato. De Laurentiis e gli attacchi a Sarri:...

A tu per tu

...con Bonato 18.02 - La partita dei ricordi e delle emozioni. Il Sassuolo una tappa fondamentale per il percorso professionale di Nereo Bonato, oggi ds dell'Udinese. E domenica la squadra del dirigente bianconero sfiderà proprio il Sassuolo. "Sassuolo per me ha significato tanto. Un percorso entusiasmante...

A tu per tu

...con Simplicio 17.02 - Una nuova carriera per Fabio Simplicio. "Non mi vedo allenatore, sto cominciando a fare... il procuratore", dice a TuttoMercatoWeb l'ex centrocampista di Parma, Palermo e Roma. La Serie A sempre nel cuore, mai dimenticata. Simplicio studia ed osserva il campionato italiano, in attesa...

A tu per tu

...con Iachini 16.02 - Valigia, check in e... via. La scorsa settimana Beppe Iachini è volato in Inghilterra, a caccia dei segreti di Pep Guardiola. Nella casa del Manchester City. Qualche giorno fianco a fianco con Pep, per studiarlo e per aggiornarsi. "Tra noi c'è un bel rapporto professionale, era venuto...

A tu per tu

...con Accardi 15.02 - La notte del Napoli. La notte di Maurizio Sarri. La classe operaia che vola in paradiso e vuole restarci. Questa sera gli azzurri sfideranno il Real Madrid al Santiago Bernabeu. "Sono sicuro che quella di stasera sarà una partita bellissima. L'apoteosi. Sono due squadre che danno...

A tu per tu

...con Nzola 14.02 - Uomo mercato. Gol, prodezze. E un futuro prenotato in serie A. Con la Fiorentina? Chissà. Mbala Nzola intanto segna e fa sognare la Virtus Francavilla, la matricola terribile del girone C di Lega Pro. Una macchina perfetta creata dal ds Stefano Trinchera. E Nzola? Piedi per terra...

A tu per tu

...con Foggia 13.02 - "Si preannuncia una bella partita, tra due squadre che amano giocare a calcio". Così a TuttoMercatoWeb in vista di Lazio-Milan l'ex biancoceleste, oggi direttore sportivo del Racing Roma, Pasquale Foggia. "Il Milan viene da una vittoria dopo qualche partita negativa, mentre...

A tu per tu

...con Moriero 12.02 - "La Juve non sottovaluterà l'avversario, queste partite non le sbaglia". Così in vista della partita tra Cagliari e Juventus, Francesco Moriero a TuttoMercatoWeb. Sulla carta la Juve ha già vinto il campionato. "No. Le partite vanno giocate sul campo. Inter, Roma e Napoli...

A tu per tu

...con Carli 11.02 - "Ci prepariamo alla partita contro l'Inter con il solito scopo: cercare di migliorare, abbiamo margini di miglioramento". Così a TuttoMercatoWeb il di dell'Empoli, Marcello Carli. "Dopo il mercato di gennaio - prosegue Carli - abbiamo cambiato un po' filosofia, ci serve giocare e...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.