HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
A tu per tu

...con Joao Silva

"Palermo, non ho capito niente... al Bari ero felice, poi la chiamata di Iachini. Futuro, tra Italia e Portogallo: voglio stare in serie A per andare in Nazionale"
27.08.2015 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 30193 volte
© foto di Federico De Luca

Un anno e poi l'addio, senza traccia e forse con qualche rimpianto. Fortemente voluto da Giuseppe Iachini l'anno scorso al Palermo, Joao Silva non è mai stato schierato. L'attaccante portoghese ieri ha firmato la risoluzione e detto addio ai colori rosanero."Ho passato un anno difficile, non stavo bene. Volevo giocare, essere protagonista e mettermi alla prova sentendomi importante. Al Palermo non è stato possibile e quindi non stavo bene, meglio andare via"", dice Joao Silva a TuttoMercatoWeb.

Eppure l'anno scorso Iachini l'ha voluta fortemente.
"Non ho capito niente, davvero. Al Bari stavo bene, poi gli ultimi giorni mi hanno chiamato per andare al Palermo. La serie A è sempre la serie A, sento di avere le qualità per fare bene. Ma mi è dispiaciuto lasciare Bari per poi non avere spazio".

Beh, a gennaio al Bari poteva anche tornarci. Perché ha rifiutato?
"Mi hanno chiamato alla fine del mercato di gennaio, avrei dovuto fare tutto in fretta. Avevo già fatto le cose di fretta una volta in estate, due volte no. Così sono rimasto al Palermo, ho fiducia nelle mie qualità. Ero convinto di poter dire la mia con la maglia del Palermo. Ma non ho giocato, fa parte del calcio. Ho bisogno di giocare".

Situazione paradossale: l'allenatore insiste, la corteggia e poi non la fa giocare.
"Mi ha chiamato tante volte prima di andare al Palermo, era stato un motivo in più per andare in rosanero. Il Palermo è una squadra importante, ero felice di giocare in rosanero. Poi non ho capito che è successo".

In ritiro ha corso a parte con altri della rosa che sono fuori dai progetti.
"Mi hanno aggregato al gruppo perché ho chiesto io di allenarmi con la squadra. Però ora penso al futuro".

E cosa c'è nel futuro?
"Ci sono delle squadre che hanno chiesto informazioni, vediamo. Mi vogliono in Portogallo. Ma vorrei rimanere in Italia. O comunque in serie A, anche in un altro campionato. Anche perché io voglio arrivare in Nazionale e quindi devo fare gol in serie A".

Rimpianti per l'esperienza di Palermo?
"Ho cercato di fare del mio meglio per aiutare il Palermo, alla fine ho giocato poco. Ma ringrazio i tifosi e l'ambiente".

Se le dico Iachini?
"Quando non giochi non sei felice. Ha fatto le sue scelte, le rispetto".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Ardaiz 23.02 - Tutti pazzi per Joaquin Ardaiz. Sporting Lisbona e Barcellona ci pensano, lui intanto segna per il Danubio e per l'Uruguay Under 20. A caccia del titolo mondiale. Predestinato? Forse. "Io lavoro per la mia vita e la mia carriera, mi preparo per i momenti che verranno", dice Ardaiz...
Telegram

A tu per tu

...con Hodgson 22.02 - Spettatore interessato. Guarda la Premier, un po' meno il calcio italiano. Roy Hodgson è comunque attento alle dinamiche del mondo del pallone e prepara il suo ritorno. "La Juve stasera gioca in casa o fuori?", domanda Hodgson, che torna a parlare alla stampa italiana e lo fa in esclusiva...

A tu per tu

...con Sebastiani 21.02 - Il sorriso ritrovato. E anche la voglia di lottare. I risultati cambiano gli umori, il Pescara torna a gioire. Tutto merito della manita, un 5-0 sul Genoa senza storia. "Si, ma siamo sempre ultimi...non abbiamo fatto niente", dice a TuttoMercatoWeb il presidente della società abruzzese,...

A tu per tu

...con Martorelli 20.02 - "L'uscita di De Laurentiis dopo la partita contro il Real Madrid è stata fuori luogo". Cosi a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Giocondo Martorelli. "Il Napoli - prosegue Martorelli - sta offrendo prestazioni di grande livello, andare a Madrid e perdere comunque giocando una...

A tu per tu

...con Colomba 19.02 - "Alcune squadre come Juve e Roma si sono confermate di primissima fascia. Poi l'Inter, il Milan a tratti, la Lazio e la Fiorentina hanno dimostrato di essere di seconda fascia". Cosi a TuttoMercatoWeb Franco Colomba fa le carte al campionato. De Laurentiis e gli attacchi a Sarri:...

A tu per tu

...con Bonato 18.02 - La partita dei ricordi e delle emozioni. Il Sassuolo una tappa fondamentale per il percorso professionale di Nereo Bonato, oggi ds dell'Udinese. E domenica la squadra del dirigente bianconero sfiderà proprio il Sassuolo. "Sassuolo per me ha significato tanto. Un percorso entusiasmante...

A tu per tu

...con Simplicio 17.02 - Una nuova carriera per Fabio Simplicio. "Non mi vedo allenatore, sto cominciando a fare... il procuratore", dice a TuttoMercatoWeb l'ex centrocampista di Parma, Palermo e Roma. La Serie A sempre nel cuore, mai dimenticata. Simplicio studia ed osserva il campionato italiano, in attesa...

A tu per tu

...con Iachini 16.02 - Valigia, check in e... via. La scorsa settimana Beppe Iachini è volato in Inghilterra, a caccia dei segreti di Pep Guardiola. Nella casa del Manchester City. Qualche giorno fianco a fianco con Pep, per studiarlo e per aggiornarsi. "Tra noi c'è un bel rapporto professionale, era venuto...

A tu per tu

...con Accardi 15.02 - La notte del Napoli. La notte di Maurizio Sarri. La classe operaia che vola in paradiso e vuole restarci. Questa sera gli azzurri sfideranno il Real Madrid al Santiago Bernabeu. "Sono sicuro che quella di stasera sarà una partita bellissima. L'apoteosi. Sono due squadre che danno...

A tu per tu

...con Nzola 14.02 - Uomo mercato. Gol, prodezze. E un futuro prenotato in serie A. Con la Fiorentina? Chissà. Mbala Nzola intanto segna e fa sognare la Virtus Francavilla, la matricola terribile del girone C di Lega Pro. Una macchina perfetta creata dal ds Stefano Trinchera. E Nzola? Piedi per terra...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.