VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
A tu per tu

...con Ruben Sosa

"Lazio, prendi Abel Hernandez. Inter, perché così male? Ramirez non è da Milan. Uruguaiani del futuro: Lores, trova la garra charrua... Polenta leader, Nico Lopez non è tranquillo. Cavani non doveva lasciare Napoli"
18.04.2014 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 22482 volte
© foto di imago sportfotodienst

Cuore che pulsa sentimenti ed emozioni verso l'Italia. Ruben Sosa non dimentica i suoi trascorsi, prima alla Lazio e poi all'Inter e analizza il momento delle sue due ex squadre italiane. Ma nell'intervista concessa in esclusiva a TuttoMercatoWeb c'è spazio anche per parlare degli uruguaiani del presente e del futuro. Da Edinson Cavani ad Abel Hernandez, pezzo pregiato del mercato del Palermo, ad Ignacio Lores di proprietà dei rosanero e in prestito a Bari fino a Nico Lopez, a metà tra Roma e Udinese. E non solo.

Sosa, Inter e Lazio fanno fatica...
"È una stagione negativa, sia per l'Inter che per la Lazio. Per i nerazzurri è un anno da dimenticare. Sono due squadre a cui tengo molto, il mio cuore è diviso a metà. All'Inter ho fatto tanti gol e ho un grande ricordo, la Lazio è stata la mia prima squadra italiana: non posso dimenticarla".

Che Inter immagina in futuro?
"Una squadra da scudetto. Perché l'Inter deve vincere sempre, ha una storia, una tradizione da rispettare".

E la Lazio?
"Inizia sempre bene, poi crolla. Non capisco. Alla Lazio manca un po' di fortuna, è sempre vicina a centrare traguardi importanti e poi si allontana dalla prime posizioni. Magari vince contro l'Inter o il Milan e poi perde contro l'ultima in classifica. E lasciamo stare i discorsi della società, in campo ci vanno i giocatori, mica il presidente. A proposito di Lazio, vorrei fare un annuncio".

Prego.
"Il 10 sarò a Roma, ne approfitterò per riabbracciare la Lazio e ritrovare gli amici di sempre".

Talenti d'Uruguay: Cavani dal Danubio al Palermo, dal Palermo al Napoli e dal Napoli al PSG. Lo vede di nuovo in Italia?
"Dico la verità. Non era il momento di andare via, di lasciare Napoli. Doveva restare almeno un altro anno. In azzurro era un altro Cavani, più forte, diverso. Al PSG non è lo stesso".

Gaston Ramirez: dal Bologna al Southampton, ora sogna il ritorno in Italia. Ci sono voci sul Milan.
"È un buon giocatore, ma non è un profilo da Milan. Deve ancora dimostrare tanto".

Abel Hernandez è pronto a lasciare Palermo. È stato accostato al Napoli...
"È un ragazzo che ha avuto un exploit importante, poi è caduto e ora si sta rialzando. Deve fare un bel Mondiale per riabilitarsi. Lo vorrei sempre nella mia squadra, è un giocatore forte. E adesso è anche più maturo. Lo consiglio alla Lazio, mi piacerebbe vederlo in biancoceleste".

Talenti uruguaiani del futuro: da Lores a Nico Lopez, passando per Polenta.
"Lores è forte, ma deve essere più convinto e credere di più nelle sue qualità. Può arrivare ad alti livelli, perché è bravo per davvero. Ma gli manca un po' di garra charrua, che per un uruguaiano è sempre fondamentale. Polenta è già un leader, ma può e deve ancora migliorare. Per Nico Lopez il discorso è diverso...".

Cioè?
"Non è lo stesso giocatore che avevo visto in Uruguay, gli manca un po' di tranquillità. Ma lui come Hernandez, Lores e Polenta, è un ragazzo arrivato in Europa troppo giovane. Sono tutti bravi, ma serve tempo per adattarsi. Faccio un esempio...".

Prego.
"Al Real Saragozza non sono riuscito ad esprimermi, poi sono diventato il Ruben Sosa che tutti avete conosciuto anche in Italia".

Consigli per gli acquisti: calciatori uruguaiani da segnalare?
"No, meglio aspettare. Il calcio italiano è difficile. I più promettenti hanno quindici anni, bisognerà attendere un po'. Ma mi piace sottolineare che al Nacional vedo ancora un Chino Recoba da paura, eppure ha 38 anni! Per ora non ci sono giocatori pronti per l'Italia".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Leone 24.04 - "Vogliamo giocarci tutte le nostre possibilità fino in fondo. Le vittorie dell'Empoli hanno guastato tutti i piani, però finché la matematica non ci condanna è giusto provarci". Il Pescara prova a cullare ancora qualche speranza per la salvezza. Difficile, ma finché i numeri lo consentono...
Telegram

A tu per tu

...con Antonini 23.04 - "Sorteggio fortunato per la Juventus? Io mi preoccuperei del Monaco, l'ho visto nelle ultime partite e ci sono ragazzi giovani che vogliono emergere. Sia Atletico che Real erano da evitare, è stato un sorteggio fortunato ma che nasconde tante insidie". Così a TuttoMercatoWeb Luca...

A tu per tu

...con Frey 22.04 - La partita delle emozioni. Da una parte il primo amore, dall'altra un amore sbocciato piano piano. Inter-Fiorentina, la partita di Sebastien Frey. "Quando giocavo nella Fiorentina era sempre considerata una grande partita, a livello di qualità l'Inter era superiore. Tutte le volte...

A tu per tu

...con Di Somma 21.04 - Un ritiro per riordinare le idee. E per tornare a sorridere. "Siamo tranquilli, l'aria è serena. Qualche risultato sta venendo meno, ma siamo stati penalizzati dai risultati perché le prestazioni sono buone. Poi anche alcune decisioni arbitrali non ci hanno aiutato", dice il dg del...

A tu per tu

...con Joao Santos 20.04 - "Se in Milan e Inter sono entrati grandi capitali allora è giusto aspettarsi un grande mercato, molto caldo. Pensando però che Juve e Napoli hanno già una struttura pronta e non dovranno spendere chissà quanto". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Joao Santos in vista della...

A tu per tu

...con Sannino 19.04 - "La Juve ha dimostrato di non avere rivali in campionato, mentre per quanto riguarda la Champions il 3-0 è un bel bottino ma il Barça in casa è pericoloso". Così a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino fa le carte alla sfida di Champions League in scena stasera. Passerà la Juve? "Io...

A tu per tu

...con Canovi 18.04 - "Il Milan? Finisce un'era". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Dario Canovi a proposito del passaggio di consegne avvenuto in casa Milan. Da Silvio Berlusconi a Yanghong Li. "Il ricordo personale con il Milan di Berlusconi risale a quando abbiamo firmato il contratto per...

A tu per tu

...con Di Carlo 17.04 - "Sia noi che il Cesena veniamo da una vittoria importante, siamo in salute e sicuramente sarà una bella partita. Il Cesena in casa gioca a ritmi alti, andrà affrontato senza arretrare troppo". Domenico Di Carlo analizza così a TuttoMercatoWeb la partita che andrà in scena questa sera...

A tu per tu

...con Battistini 16.04 - Closing Milan, si cambia. Da Silvio Berlusconi a Li Yonghong. "Quella di Berlusconi è stata un'era vincente, purtroppo in parte sporcata da una cattiva gestione degli ultimi anni che comunque non toglie ciò che ha fatto l'ex presidente per il Milan", dice a TuttoMercatoWeb l'operatore...

A tu per tu

...con Bonato 15.04 - "Una partita così si prepara da sola... giochiamo in un contesto gratificante e quindi le motivazioni vengono da sole. Sappiamo quali sono le qualità del Napoli". Così a TuttoMercatoWeb il ds dell'Udinese, Nereo Bonato, in vista della partita contro il Napoli. A questo punto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.