HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
A tu per tu

...con Sala

"Juve, Drogba meglio di Robben: prendilo! Ok all'Amburgo, ma vorrei tornare in Italia. Il Napoli a Londra, pagata l'inesperienza. Morosini, quante domande..."
22.04.2012 00.00 di Alessio Alaimo  articolo letto 6001 volte
© foto di Richard Sellers/Sportsphoto

Uno lo ha sfidato, con l'altro ci ha giocato insieme. Jacopo Sala, centrocampista offensivo dell'Amburgo, ex Chelsea, a TuttoMercatoWeb.com racconta la sua esperienza tedesca, con un occhio a Robben e Drogba, nomi che circolano in orbita Juventus. Intanto il giovane cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta si gode il suo momento. Perché tutto va per il meglio.
È così?
"Sì, mi sono ambientato, tutto va benissimo. Sto avendo il mio spazio cercando di dimostrare il mio valore. Sono contento".

Il suo punto di riferimento?
"Lampard, un modello per tutti. Ho avuto la fortuna di allenarmi con lui, riuscire a rubare qualcosa dai suoi allenamenti è stato importante. Si allena al 110% tutti i giorni ed è un grandissimo calciatore".

Si è allenato anche con Drogba, a cui pensa la Juventus.
"Per la Juventus che crea ma non finalizza molto penso che Didier sarebbe l'ideale. Però è particolarmente legato al Chelsea, è un leader sia in campo che fuori".

Quindi la Juve non ha speranze?
"Penso sia molto difficile che lasci il Chelsea. Sicuramente farebbe comodo a qualsiasi squadra. Come lui ce ne sono pochi, contro il Barcellona ha tenuto da solo l'attacco della squadra".

I bianconeri tengono d'occhio anche Robben. Meglio lui o Drogba?
"Didier, per il motivo che ho spiegato prima. È un finalizzatore e come lui ce ne sono pochi. Poi Robben è un grandissimo giocatore, starebbe bene in qualsiasi squadra. Secondo me alla Juve potrebbe fare bene. Ha avuto esperienze in grandi club, farebbe fare il salto di qualità ai bianconeri. Anche lui".

E lei, quando torna in Italia?
"L'Italia è casa mia. Un giorno vorrei tornare a giocare nel mio Paese, ma per ora qui sto bene in Germania e far bene".

La sua ex Atalanta sorpende.
"Sta facendo molto bene. Nessuno avrebbe mai pensato che potesse fare così bene soprattutto partendo da meno sei. Sono contento per il presidente che ha fatto tante cose per città e società".

La settimana scorsa ci ha lasciato Morosini.
"Non l'ho mai incontrato, all'epoca ero negli esordienti. Però tutti lo descrivono come una persona fantastica. Basta vedere quanta gente è andata al funerale e scritto sui social network".

Morire a ventisei anni giocando a calcio. Fa riflettere, no?
"Soprattutto a quell'età non se lo aspetta nessuno. Si pensa a quello che è successo, ovvio. Mi chiedo come sia possibile che si verifichi un episodio simile con tutte le visite e i controlli a cui ci sottoponiamo. Come è possibile che non abbiano trovato prima eventuali problemi? È strano, ti fa riflettere. E deve far pensare anche i medici. Tutti".

Un po' di tempo fa ci aveva visto giusto: il Chelsea a Stamford Brige ha annientato il Napoli.
"Ho visto la partita. Il Napoli in campo internazionale non ha esperienza, il Chelsea sì. Gli azzurri hanno un grande potenziale, negli anni potranno fare benissimo. Però il Chelsea è un'altra cosa. L'eliminazione dalla Champions League è stata una batosta, ma la squadra ha tutto per rialzarsi e chiudere bene il campionato".

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Giovinco 05.03 - Una nuova avventura tutta da vivere. Un'esperienza fuori dai confini europei. Sebastian Giovinco è il simbolo del Toronto. Un investimento importante per la società canadese, che ha deciso di puntare sulla Formica Atomica. "Sono molto contento. La città, la società, la...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

A tu per tu

...con Colomba 04.03 - Un'esperienza da ricordare. Franco Colomba ha insegnato calcio in India, al Pune FC. E ora è pronto a ricominciare, per mettersi in gioco in Italia. "È stata un'esperienza positiva, di vita. Siamo partiti da zero, abbiamo cercato di organizzare una società di calcio e una...

A tu per tu

...con Caliendo 03.03 - "Quando ci sono risultati negativi qualcosa bisogna fare. Novellino ha dato tanto al Modena, devo dire che mi sono trovato di fronte ad un professionista serio, corretto, onesto. E proprio per questo ho aspettato due mesi e mezzo prima di prendere una decisione". Così a...

A tu per tu

...con Perinetti 02.03 - "Ho passato diciannove anni nella Roma: un periodo così lungo non si dimentica". Così a TuttoMercatoWeb in vista della partita di stasera tra Roma e Juventus, il dirigente doppio ex, Giorgio Perinetti che si concede per una panoramica sul posticipo di serie A, con un...

A tu per tu

...con D.Rossi 01.03 - "È giusto che l'AIC cerchi di tutelare i calciatori, ma non si doveva arrivare a questo punto: si sapeva che la situazione del Parma non fosse delle migliori, bisognava intervenire prima". Così a TuttoMercatoWeb Delio Rossi analizza la situazione di casa gialloblù. Manenti...

A tu per tu

...con Stroppa 28.02 - "Rispetto alle altre partite, contro il Cesena ho visto più equilibrio. Con questo sistema di gioco, quindi il rombo, il Milan è sembrato più padrone del campo". Parla così a TuttoMercatoWeb l'ex rossonero, Giovanni Stroppa, in vista della partita che il Milan giocherà contro...

A tu per tu

...con Carli 27.02 - L'Empoli all'esame Palermo, al Barbera. All'andata una sonora vittoria senza appello per gli uomini di Sarri, ora però il Palermo sembra aver trovato maggiore stabilità. Nonostante qualche dichiarazione di troppo da parte di Zamparini, il quale ha accusato Iachini per i troppi...

A tu per tu

...con Tavano 26.02 - Parma in fallimento. Ormai è l'argomento del giorno, in attesa di capire cosa accadrà con l'udienza fallimentare. "È una situazione inverosimile. Poi trattandosi del campionato di serie A, la cassa di risonanza è sicuramente più grande", dice a TuttoMercatoWeb l'agente Fifa,...

A tu per tu

...con Palermo 25.02 - "Negli ultimi anni con il Parma non ho fatto operazioni. Ma mi dispiace per i calciatori e per la piazza". Così a TuttoMercatoWeb l'agente Fifa Paolo Palermo, analizza la situazione del Parma, che ormai è sull'orlo del fallimento. "È la seconda volta nel giro di qualche anno...

A tu per tu

...con Manenti 24.02 - Situazione sempre meno chiara. Parma verso il fallimento, ma Giampietro Manenti non molla. Il presidente gialloblu, accolto in maniera tutt'altro che felice dal sistema calcio, parla a TuttoMercatoWeb. Manenti, che fine farà il Parma? "Morire ancora prima di essere nati è...
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.