HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
A tu per tu

...con Stanic

"Croazia pronta a dare spettacolo. Livaja non ha reagisto da professionista, non basta essere bravi. Kovacic? Dipende anche dall'allenatore. E l'Italia può andare lontano. Parma nel cuore"
12.06.2014 00.00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 15283 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Pronti, via. Un Mondiale tutto da vivere. In Brasile. Si comincia oggi, ore 22. Ad aprire i giochi sono Brasile e Croazia, la partita ha sempre un sapore speciale. "Parlare di un Mondiale è sempre bello, soprattutto se lo apri contro una squadra come il Brasile", dice a TuttoMercatoWeb l'ex stella croata Mario Stanic, oggi procuratore.

Che partita sarà stasera?
"Uno spettacolo. Non ci sono parole. Sarà una grande emozione. Al di là del risultato, perché la Croazia giocherà senza pressione. Noi dobbiamo guardare alle partite contro Camerun e Messico. Quelle sono le partite dove dove dobbiamo dare di più".

Aprire contro il Brasile però, è una bella soddisfazione.
"Sarà una partita interessante, dove presenteremo il calcio croato al grande pubblico. Negli ultimi anni ci siamo sempre stati. Spero però che non perdiamo le nostre energie oggi, ci servono per le altre partite che sono più importanti".

A proposito della Croazia. Se le dico Livaja? In Italia non ha lasciato il segno...
"Tecnicamente è molto bravo, ma non ha reagito da professionista. Non si è comportato bene. Dipende come sei, non solo da giocatore ma anche mentalmente. Il talento però non si discute".

Ci si aspetta molto da Kovacic.
"Posso solo parlarne bene: lo conosco da giovane, è un grande giocatore. Poi dipende anche dall'allenatore, da come si comporta".

E l'Italia, come la vede?
"Con la sua tradizione può andare lontano. È una squadra da rispettare, ha esperienza. Conosco Prandelli: è un grande allenatore. Ma bisognerà valutare anche i fattori ambientali".

Se le dico Parma?
"Vado due volte l'anno, c'è un grande rapporto con la città: mi sono trovato davvero bene. Ritrovo Parma volentieri, sono contento dell'anno che hanno fatto. Spero che il prossimo sia ancora meglio, magari andando in Europa senza i problemi che ci sono stati recentemente".

Giocatori croati pronti al grande salto?
"Di giocatori buoni ce ne sono sempre tanti. Ma non è più come prima. Non ci sono calciatori maturi, bisogna stare attenti quando un ragazzo cambia cultura e tradizione. Ora che siamo entrati nella Comunità Europa il mercato è molto più aperto. Ma cambiare non è mai facile".

Porterà qualcuno al Parma?
"Dipende dalla qualità, dal momento. Dalla maturità dei ragazzi. Al Parma sono legato, ma bisogna vedere di chi e di che cosa parliamo. Spero di portare, prima o poi un buon giocatore in gialloblù".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Giuffredi 23.03 - "Italia-Albania? Una bellissima partita, in una città molto calorosa che dal punto di vista ambientale da tanto alla nostra Nazionale. E poi l'Albania non è da sottovalutare perché ci sono giocatori di qualità". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Mario Giuffredi, agente...
Telegram

A tu per tu

...con D'Amico 22.03 - "Il mercato estivo? Manca ancora tanto, però in estate si delineano le strategie ed è diverso rispetto a quello di riparazione comunque sarà un mercato molto interessante". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Andrea D'Amico. Borriello e la Nazionale: ci pensa? "Marco...

A tu per tu

...con Colomba 21.03 - "Ogni settimana si aspetta il crollo di qualcuno tipo la Juventus oppure che il Palermo vinca qualche partita per tornare a sperare. E invece è tutto uguale, sempre...". Così a TuttoMercatoWeb Franco Colomba fa le carte al campionato di serie A. Le sorprese? "Lazio e Atalanta....

A tu per tu

...con Feddal 20.03 - "Il Barcellona sta benissimo...dopo la partita contro il PSG ha contro il Deportivo La Coruna. Ma è normale, c'era un po' di stanchezza mentale... ". Così a TuttoMercatoWeb il difensore dell'Alaves Zouhair Feddal commenta i blaugrana, prossimi avversari della Juventus in Champions...

A tu per tu

...con Caravello 19.03 - "La Roma viene dall'eliminazione in Europa, avrà il dente avvelenato. Oggi farà una partita aggressiva per portare a casa il risultato... cercherà di vincere a tutti i costi". Così in vista dell'impegno della Roma contro il Sassuolo l'operatore di mercato, Danilo Caravello a TuttoMercatoWeb. E...

A tu per tu

...con Antonini 18.03 - "Per il Genoa che viene da una partita particolare nel derby sarà una partita difficile. Il Milan gioca in casa ed è reduce dalla sconfitta a Torino in extremis...". Così a TuttoMercatoWeb il doppio ex di Milan e Genoa, Luca Antonini. Il Milan e il closing: ancora attesa... "Aspetto,...

A tu per tu

...con Di Somma 17.03 - "Stasera contro il Perugia? Una partita importante, difficile contro una squadra competitiva". Così a TuttoMercatoWeb il dg del Benevento, Salvatore Di Somma. Insieme alla Spal siete la sorpresa. Loro però sono primi... "Hanno fatto risultati importanti, sono primi con...

A tu per tu

...con Bonato 16.03 - "Ci prepariamo con la massima attenzione per domenica, sapendo che il Palermo verrà a casa nostra per cercare un risultato positivo". Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo dell'Udinese, Nereo Bonato. Pochi obiettivi rimasti. Qual è quello dell'Udinese? "Migliorare...

A tu per tu

...con Zavaglia 15.03 - "Al 90% la Juve ha già acquisito il sesto campionato di fila, a dieci giornate dalla fine difficilmente può perdere terreno. Ha un pezzo di Scudetto in tasca". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Franco Zavaglia. E la Roma? "Ha un organico ristretto e a lungo...

A tu per tu

...con Campedelli 14.03 - La nuova vita di Igor Campedelli racconta che fa l'intermediario. Dopo le esperienze da presidente di Cesena e Olhanense, Campedelli fa calcio in altre vesti. "Tornare presidente? Oggi non ho questo tipo di velleità. Sono stato presidente della squadra della mia città, il Cesena....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.