HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Bomber d'Italia: chi sarà il re dei cannonieri 2016/17?
  Pavoletti
  Berardi
  Higuain
  Dybala
  Callejon
  Milik
  Dzeko
  Icardi
  Bacca
  Kalinic
  Borriello
  Immobile
  Muriel

TMW Mob
Altre Notizie

Claudio Nassi: "Allenatori o inventori?"

17.09.2016 07.38 di Redazione TMW  Twitter:   articolo letto 10550 volte
Fonte: Claudio Nassi

Oltre a essere un popolo di poeti e di navigatori siamo degli artisti. Non so che cosa dovrebbe regalare il calcio ai giornalisti che quotidianamente portano nelle case notizie di tutto ciò che avviene in campo e non solo. E' un battage continuo, dove ha spazio anche l'ultimo degli attori, che quando ci lasciano fanno l'impossibile per tornare, anche a guadagnare meno, perché l'importanza che viene data nel Belpaese non ha l'eguale. Eppoi da noi ci sono gli scienziati, quelli che il calcio l'hanno inventato o hanno scoperto adattamenti sfuggiti ai più. Sono alcuni allenatori che grazie a tutto ciò che si dice di loro hanno raggiunto emolumenti da capogiro, quando con un milione di euro netti l'anno sarebbero ben pagati. Se pensate che all'estero alcuni guadagnano tre volte più di Allegri e cinque di Spalletti, non possiamo che rallegrarci. Non siamo gli ultimi, c'è chi fa peggio e non poco, dal momento che il tecnico non va in campo, non fa gol né serve assists.

Eppure a rileggere una regola tanto elementare quanto disattesa di un maestro ungherese del passato, Béla Guttmann, il calcio è di una semplicità disarmante: "Quando sei in possesso del pallone, smarcati. Quando, invece, ce l'hanno gli avversari, marca. Il calcio è tutto qui". Un altro allenatore, anche se meno famoso, diceva che bisognava sfruttare al meglio le caratteristiche degli uomini a disposizione. Insomma, che cosa c'era da inventare? Quando sento parlare di 4-3-3, 3-5-2, 4-2-3-1 ecc. ecc., non posso fare a meno di ricordare il Grande Torino, la Honvéd e l'Ungheria degli anni '50, il Real Madrid di Di Stefano, il Benfica di Eusebio, il Reims di Kopa, la Juventus di Boniperti, Charles e Sivori, l'Olanda di Cruijff, il Milan di Baresi e Van Basten, fino ad arrivare al Barcellona. Ma avete notato chi erano i calciatori? Difficile trovare uno da 7- e ogni squadra aveva uno o più fuoriclasse.

Ecco perché, quando leggo e sento illuminarsi d'immenso, penso a Di Stefano che diceva: "L'allenatore non conta, conta il talento", o a Cesto Vycpalek che, richiamato alla Juventus da Boniperti da Mazara del Vallo, allora in serie D, vinse due scudetti. D'accordo, non dimentico neppure la frase di un santone del basket NCAA, John Wooden: "Nessuno vince senza materiale, ma non tutti riescono a vincere col materiale". Ecco, fermiamoci qui, non andiamo oltre. Quando vedo ad ogni livello che non si sa marcare in area di rigore, come si deve, quelli che hanno il gol facile, che non si sa attaccare gli specialisti dei piazzati come, ad esempio, faceva vedere Francis, che raramente si manda un uomo a saltare davanti a chi sa calciare l'angolo con l'interno o l'esterno piede, mi domando che cosa si guardi. Al possesso palla, al non possesso, ad alzare o abbassare il baricentro e a altre cose che non hanno pari rilevanza rispetto alle palle inattive a favore e contro, a marcare quelli che la mettono dentro con bella frequenza, a chi ha l'assist facile e a chi guida il gioco, perché per vincere bisogna segnare e subire con il contagocce. Non esistono alternative, come alla frase dell'allenatore più vincente del basket europeo, Zeljko Obradovic: "Non c'è tattica più importante della tecnica".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Icardi un trascinatore, Milik un affare, Juve molle" Top Icardi: In questa giornata le emozioni non sono mancate, partiamo dal Derby d'Italia, era dal 2010 che l'Inter non batteva...
Sassuolo, esempio per tutto il movimento, mentre l'Inter crolla ancora. Sopravvalutata, mal gestita e presuntuosa: meglio pensare agli eroi paralimpici Facciamo un rapido resoconto europeo dopo la settimana di Coppe. Partiamo dall'alto: Juventus non brillantissima ma anche un...
NESTI-pensiero "live" - Mou: "Un giorno spacchero' la faccia a Wenger!". Dove sono quelli, che mi contestavano la priorita' umana di Ranieri su Mou? In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Kevin Lasagna Arianna Malacarne compagna dell'attaccante del Carpi Kevin Lasagna è intervenuta ai microfoni di TMW Radio nella rubrica...
 Un talento al giorno , Gorka Fidalgo: il nuovo Salgado del Real Madrid Un piccolo nuovo Salgado per il Real Madrid. Centrale o terzino destro proprio come il noto ex calciatore dei blancos, il...
Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di...
Il 26 settembre 1961 il Peñarol vince la Coppa Intercontinentale. Gli uruguayani diventano così la prima squadra sudamericana a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  26 settembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 settembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.