HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Altre Notizie

Davids: "Quando giocavo io l'Italia era il top, ora bisogna lavorare"

12.10.2016 14.33 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 4719 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Edgar Davids, ex giocatore di Milan, Juventus e Inter, conosce bene il calcio italiano e spera che torni ai livelli di quando giocava lui. L'olandese, presente a Roma per la partita 'Uniti per la Pace', ha detto: "Se c'è un calciatore che ricorda il mio modo di giocare? Io sono l'unico. Ci sono altri che sono molto meglio di me e sono contento. Penso che ogni persona è unica e che oggi il calcio è cambiato. Tante cose sono cambiate. Quando giocavo io l'Italia era alta qualità, era al massimo, tutti volevano vedere la Serie A, adesso c'è la Premier League che ha superato l'Italia e c'è anche la Bundesliga che ha superato il campionato italiano, per i numeri, per la gente che va allo stadio. Questo - riporta Telecaprisport.it - mi fa male ma è la vita. Bisogna fare molto. Se chiedi ad una persona: dimmi cinque squadre tedesche, te ne dice massimo due, mentre quando chiedi dell'Italia te ne elenca 5-6 subito. E' strano che l'Italia non vada ancora come gli altri paesi, ci si può arrivare ma si deve lavorare molto, questo vuol dire sviluppo del calcio".

E' scesa la qualità del calcio italiano? "Non dico solo quello. Se prendiamo l'Inghilterra, dove non si gioca il miglior calcio ma forse il più divertente, la nazionale nei grandi tornei non va bene, mentre l'Italia fa sempre bene e tutti fanno fatica contro l'Italia. Tutti pensano che l'Italia possa vincere il torneo, cosa che non pensano dell'Inghilterra. L'Italia nei grandi tornei non fa male ma c'è qualcosa da aggiustare".

Oggi ci sono meno talenti da cui imparare? "Non bisogna sottovalutare l'Italia. I grandi campioni vanno in Inghilterra ma così c'è la possibilità di sviluppare grandi talenti in Italia. Non c'è da avere grande paura".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
22 marzo 1925, Italia da record: a Torino gli azzurri travolgono la Francia 7-0 il 22 marzo 1925 al campo Juventus di Corso Marsiglia l'Italia travolge in amichevole la Francia. Gli azzurri vincono per 7-0 contro...
TMW RADIO - Collovoti: "Atalanta trascinata da Gomez, Pjaca non incide" Il campione del mondo dell'82 Fulvio Collovati, è intervenuto su TMW Radio per dare i suoi personalissimi "Collovoti"...
La corsa alla costruzione di nuovi stadi di proprietà. Il peso del botteghino nella colonna dei ricavi delle squadre proprietarie dello stadio Nel corso di Scanner di ieri si è parlato del tema degli stadi di proprietà, un argomento particolarmente attuale. "E' in effetti interessante...
NESTI-PENSIERO – Da 20 anni, Juve trattata non come società, ma come “cavia” In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ... Cristiano Lombardi Carlotta, compagna dell'attaccante della Lazio Cristiano Lombardi è inervenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica...
FANTACALCIO, Infortunati e squalificati 30^ giornata Aggiornato 22/03/17 h 23:00 ATALANTA in recupero: in dubbio: Berisha, Dramè, Caldara, Conti out: squalificati: diffidati: Gomez, Freuler, Conti,......
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 March 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Wednesday 22 March 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.