HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Altre Notizie

Ezio Rossi: "Questo Toro può guardare al futuro con buone prospettive"

09.10.2016 07.10 di Elena Rossin   articolo letto 3339 volte
Fonte: Torinogranata.it
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com

Ezio Rossi è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Rossi è cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Torino passando in prima squadra e giocandoci dal 1981 al '83 e poi dal 1985 al 1990, in seguito l'ha anche allenato dal 2003 al 2005. Attualmente è l'allenatore del Casale. Con lui abbiamo parlato del Torino di Mihajlovic e dell'inizio del campionato.
Che tipo d'impressione le ha fatto il Torino in queste prime sette partite di campionato?
"Devo premettere che allenando ho potuto vedere solo il primo tempo della partita con la Roma, ma mi sono tenuto informato leggendo e guardando la tv, quindi non vedendo il Toro dal vivo. Sta compiendo il percorso logico di una squadra rinnovata in tutto e per tutto, negli uomini, nell'allenatore, nel modulo e nella mentalità per cui che ci siano stati, e possano ancora esserci, alti e bassi credo che sia fisiologico. Indubbiamente è un Toro costruito bene, con i giocatori giusti per quello che vuole l'allenatore e di conseguenza è un Toro che può guardare al futuro con buone prospettive".
Hart in porta, difesa quasi completamente nuova e con Barreca cresciuto nel vivaio, a centrocampo è arrivato Valdifiori e in attacco oltre a Belotti ci sono Iago Falque, Ljajic e Boyé. La squadra è equilibrata?
"Barreca doveva essere nella rosa della prima squadra già da due anni, l'ho sempre detto e questa è la conferma che quello che dicevo ad amici e a qualche tecnico aveva un senso, ma, purtroppo, in passato sono state fatte scelte diverse, adesso, finalmente, c'è e va bene. La squadra è molto competitiva, è stata costruita bene in tutti i reparti con calciatori giovani e più esperti che sono ideali per fare il gioco che vuole Mihajlovic. Sono gli interpreti giusti per il 4-3-3 e oltretutto, finalmente, la squadra può cambiare faccia ogni tanto poiché può giocare anche con moduli diversi, a differenza di quello che era successo negli anni precedenti. Giovani e forti, giovani che hanno voglia d'emergere, giovani che a volte bisogna aspettare concedendo loro passaggi a vuoto, come per Baselli che sta vivendo un momento non particolarmente felice, ma questo fa parte della crescita di un giovane ed è normale che possa avere un periodo dov'è meno brillante del solito. Ripeto, è un'ottima squadra, io conosco Rossettini perché l'ho allenato qualche mese nel Padova, forse è arrivato al Torino a fari spenti, ma è un giocatore molto forte e soprattutto un ragazzo da Toro come vogliono i tifosi, è serio e non ha grilli per la testa badando al sodo e parlando poco. Anche se ho avuto a che fare con lui per un breve periodo, ho capito che avrebbe fatto molta strada".
Nell'ultima partita con la Fiorentina in occasione del gol di Babacar però non è stato impeccabile e qualche tifoso è un po' dubbioso su di lui. Solo un incidente di percorso?
"Solo chi non gioca può non sbagliare. Io ho fatto il difensore e spesso e volentieri, purtroppo, ci sta che la squadra subisca gol per un errore di un difensore, ma per giudicare bisogna guardare nel complesso del rendimento e pesare la serietà professionale perché oggi c'è un tal equilibrio che contano poi questi aspetti per ottenere i risultati. La serietà del gruppo e del singolo, Rossettini sicuramente è un ragazzo che si farà valere sotto quest'aspetto".
Mihajlovic fin dal primo o ha parlato di Europa League come obiettivo, le sembra che il Torino nel panorama di questo inizio di campionato possa porsi questo traguardo?
"Penso di sì, ho sempre detto che in un calcio dove prevale chi ha potere economico il Toro deve collocarsi tra il quinto posto e il centro classifica sapendo che potrebbe succedere, com'è accaduto l'anno scorso, di finire dodicesimo o anche quattordicesimo. Dipende dalle annate, da come le cose girano nei momenti decisivi, dagli infortuni, dai pali, dalle traverse e dagli arbitri, però, sono convinto che il Torino di quest'anno sia sulla strada giusta per raggiungere l'Europa, soprattutto perché ha un allenatore che può fargli fare questo salto di qualità dal punto di vista della mentalità perché fa giocare la squadra per arrivare in alto senza accontentarsi. Gli allenatori poi possono fare meno di quello che vorrebbero o peggio di altri che li hanno preceduti che hanno puntato a non correre rischi e poi eventualmente a fare anche qualche cosa di più, ma Mihajlovic non è uno di loro e fa parte di quelli che non si accontentano mai".
Parlando di lei, il suo Casale quali prospettive ha?
"Salvarci perché siamo neo promossi e rispetto alle altre società abbiamo un budget molto più ridotto e possiamo dire che finora sta andando molto meglio del previsto poiché abbiamo conquistato dieci punti nelle prime cinque partite ed io avrei firmato per farne cinque. Per il momento va bene, ma i campionati sono lunghi e molto duri, il nostro girone è difficile per la categoria poiché ci sono tante squadre lombarde, il Varese, tra le altre, la Pro Sesto, il Legnano che hanno tradizione, ma cercheremo di fare del nostro meglio per consolidare la categoria e abbiamo solo uno o de giocatori che la scorsa stagione militavano in serie D e tutti gli altri in categorie inferiori o nei settori giovanili".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
25 febbraio 2007, l'Inter fissa il record di vittorie consecutive in Serie A Il 25 febbraio 2007 con la vittoria sul neutro di Cesena, l'Inter supera il Catania per 5-2 e arriva a 17 vittorie consecutive della...
TMW RADIO - I Collovoti: "Bacca distante, bellissimo il gol di Paredes" Top Deulofeu:Una delle belle notizie di questa giornata è il gol di Deulofeu: sulla vittoria di ieri del Milan c'è...
TMW RADIO - Dini: "Addizionali? Decide solo l'arbitro" L'avvocato Giulio Dini, che cura gli interessi tra le tante cose dell'allenatore della Roma, Luciano Spalletti, agente di calciatori...
Il menù per la rinascita del calcio italiano: limite agli stranieri, sviluppo dei settori giovanili e stop al tatticismo esasperato Il nostro calcio, in questo ultimo decennio in particolare modo, ha subito radicali cambiamenti nella costruzione e nella gestione...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Quando attaccai Mourinho, in confronto all'umiltà di Ranieri, si scatenò l'inferno su Twitter. Ora dico: "Grazie Mou!" In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Blerim Dzemaili Lady Dzemaili, Erjona Sulejmani, eletta da GQ Italia quale Wag più attraente d'Europa, è intervenuta ai microfoni di TMW Radio...
Fantacalcio, RESOCONTO TABELLINI 26^ GIORNATA Tutti i bonus e malus fantacalcistici della 26^ giornata: gol, assist ufficiali, ammoniti, espulsi, top e flop   NAPOLI 0 - 2 ATALANTA GOL (+3): Caldara (x...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 February 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Sunday 26 February 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.