HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Bomber d'Italia: chi sarà il re dei cannonieri 2016/17?
  Pavoletti
  Berardi
  Higuain
  Dybala
  Callejon
  Milik
  Dzeko
  Icardi
  Bacca
  Kalinic
  Borriello
  Immobile
  Muriel

TMW Mob
Altre Notizie

Mario Tenerani: "Caso Bernardeschi da risolvere immediatamente"

17.09.2016 15.33 di Redazione TMW  Twitter:   articolo letto 3426 volte
Fonte: Mario Tenerani

La terza panchina consecutiva non poteva restare inosservata. Bernardeschi poi è entrato, ma la grinta non era quella dei giorni migliori. C'è un malessere tra lui e l'allenatore: Berna vorrebbe giocare sempre, il tecnico non lo vede in condizione e probabilmente, stante quanto dichiarato da Sousa nel post partita di Salonicco, "il calciatore è confuso dentro e fuori dal campo". Qualcosa sappiamo: dalla famosa intervista rilasciata a primavera a La Gazzetta nella quale il viola esprimeva il desiderio di non fare più il tornante, ma il trequartista, il tecnico lusitano si è irrigidito. Bernardeschi anche in altre occasioni, pur con toni pacati, ha ribadito il concetto. Questo è un aspetto del problema. Sicuramente c'è altro, in quel "dentro e fuori dal campo". Forse è successo qualcosa o forse Sousa ha notato qualche gesto sbagliato da parte di Federico.

Non è un ostacolo insormontabile: la storia del calcio è piena di giovani campioni che nella fase della crescita hanno avuto un momento di appannamento o di leggera confusione - capita ed è umano quando hai i riflettori puntati addosso -: la differenza, semmai, si è manifestata tra chi lo ha superato quel frangente e chi invece si è perso per sempre. Ci sbilanciamo: crediamo che Bernardeschi uscirà presto da questo piccolo tunnel involutivo, aiutandosi ma essendo pure aiutato. Sousa sa bene che gli allenatori servono anche a questo, ad indicare la strada più giusta e a restituire equilibrio laddove si sia un po' smarrito. Sono pure lì per insegnare calcio migliorando gli uomini che la società concede loro per far girare la squadra. Bernardeschi è di sicuro stimato da Sousa, considerato ciò che il portoghese ha detto di lui nell'ultimo anno.

Con Babacar si è verificato esattamente il contrario: per dodici mesi il senegalese è stato stimolato a fare di più, criticato, messo sul mercato e adesso dopo aver dimostrato di aver capito è stato recuperato come titolare, quantomeno è tornato a giocarsi le sue chances. Tra l'altro la mossa di Salonicco, attacco a due punte (finalmente), potrebbe diventare una costante se Babacar e Kalinic rispondessero sul campo come hanno fatto in Grecia. E' vero, non hanno segnato, ma il senegalese è andato vicinissimo al gol ed è stato bravo nella circostanza il portiere greco. Baba che pressing sul centrale in uscita o sul numero che imposta da dentro l'area è quello che ci piace e che avremmo sempre voluto vedere.

Il problema è che resta l'ombra della mancanza del gol: dall'inizio della stagione, tra campionato e coppa, solo due reti si palle inattive. La Fiorentina o ritrova in fretta la via della rete o sono guai. La tenuta stagna della difesa, a Salonicco è stata convincente, ma non basta se davanti non sbocciano i gol. Comunque, tra le luci accese nel pareggio greco c'è la prova di Salcedo, all'esordio, che per ordine e stile, pulisce bene il pallone, si è fatto apprezzare. Così come Olivera: e' troppo presto per fabbricare paragoni con chi gli ha lasciato il posto, ma una cosa la possiamo dire, l'uruguagio crossa meglio di Alonso. Ha una tecnica diversa e mentre calcia alza la testa guardando chi c'è in area, non a caso ha servito anche dei palloni all'indietro.

Infine Antognoni: a Salonicco per lui ha avuto buone parole il presidente esecutivo Cognigni, forse anche perché il dialogo tra il Capiitano di tutti i tempi e la Fiorentina si è riacceso. Intanto Giancarlo tornerà di nuovo al Franchi dopo essersi presentato col Chievo - per i festeggiamenti dei 90 anni -: seguirà Fiorentina-Roma, sfida vera. E ripenserà alla primavera del 1980 quando scaricò tre palloni alle spalle di Paolo Conti. Era una Fiorentina umile e grintosa, con una grande luce in mezzo al campo. Abbagliante.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Icardi un trascinatore, Milik un affare, Juve molle" Top Icardi: In questa giornata le emozioni non sono mancate, partiamo dal Derby d'Italia, era dal 2010 che l'Inter non batteva...
Sassuolo, esempio per tutto il movimento, mentre l'Inter crolla ancora. Sopravvalutata, mal gestita e presuntuosa: meglio pensare agli eroi paralimpici Facciamo un rapido resoconto europeo dopo la settimana di Coppe. Partiamo dall'alto: Juventus non brillantissima ma anche un...
NESTI-pensiero "live" - Mou: "Un giorno spacchero' la faccia a Wenger!". Dove sono quelli, che mi contestavano la priorita' umana di Ranieri su Mou? In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Kevin Lasagna Arianna Malacarne compagna dell'attaccante del Carpi Kevin Lasagna è intervenuta ai microfoni di TMW Radio nella rubrica...
 Un talento al giorno , Alex Kral: il nuovo Matic viene da Praga I capelli ci sono, il talento anche. Alex Kral è uno dei prodotti più interessanti del settore giovanile dello Slavia Praga....
Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di...
25 settembre 2005, Paolo Maldini diventa il primatista di presenze in Serie A Il 25 settembre 2005 Paolo Maldini diventa ufficialmente il giocatore con più presenze in Serie A. La bandiera del Milan...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  25 settembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 settembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.