HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
      
SONDAGGIO
Cosa può vincere quest'anno la Juve?
  Scudetto e Champions
  Solo Scudetto
  Solo Champions
  Nessuno dei due

Altre Notizie

Passi in avanti per la baby Inter

06.12.2012 23.48 di Alessandra Stefanelli  articolo letto 5276 volte
© foto di Luca Gambuti/Image Sport

Un piccolo passo in avanti. L'ultima baby Inter messa in campo da Andrea Stramaccioni aveva perso per 3-0 in casa del Rubin Kazan, un risultato che forse puniva oltre le proprie colpe i giovanissimi nerazzurri. Oggi sicuramente i progressi si sono visti, molto più di quanto il 2-2 finale non dica. La formazione nerazzurra avrebbe meritato indubbiamente di vincere la gara contro il modesto Neftçi Baku, che a San Siro ha trovato un risultato a dir poco storico. In questo caso l'Inter ha pagato l'inesperienza, non solo sua ma anche dell'arbitro che le ha negato un gol valido (era entrato ampiamente proprio nella stessa porta del discusso gol di Muntari) e un possibile calcio di rigore su Cassano. Episodi come ce ne sono tanti ultimamente, con la sensazione che gli arbitri di gara si stiano dimostrando più dannosi che utili.

Ma questa è un'altra storia. Stasera il palcoscenico è tutto per i giovani virgulti nerazzurri: Chi più, chi meno, tutti hanno dimostrato o confermato qualità importanti. Inevitabile partire da Livaja. Quattro le reti messe a segno fin qui in Europa League dall'attaccante classe '93. Le stesse messe a segno da una vecchia volpe come Defoe, una in meno di quel Bobadilla giustiziere dell'Udinese, tre in meno del bomber partenopeo Cavani, che però è giocatore già ampiamente fatto. Si prosegue con la coppia mediana Romanò-Benassi, leggermente contratta e fallosa in avvio di gara (soprattutto il primo dei due) ma alla fine comunque sufficiente. Buona anche la prova di Pasa, che ha cominciato da centrocampista e chiuso da difensore, concedendosi pochissime sbavature. Ha fatto intravedere grandi qualità anche il giovanissimo Garritano, che nel primo tempo in tandem con Coutinho ha fatto decisamente impazzire la retroguardia azera. Senza dimenticare Bandini, dodicesimo debuttante stagionale.

Tutti giocatori che meritano di essere rivisti in un contesto leggermente più competitivo, visto che la gara di oggi non aveva alcun valore di classifica. Tutti giocatori che hanno bisogno di acquisire sul campo l'esperienza che ad oggi manca.

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
Una nuova esperienza per mettersi in mostra. Modibo Diakite riparte dal Deportivo La Corina. "Sono arrivato da una settimana. Ho avuto...
Icardi&Okaka: Non posso dire che sia nata una stella, perché l'interista tecnicamente era già stato promosso. Se riuscirà finalmente a concentrarsi...
Ventura rischia, rinunciando alla difesa titolare, e schierando ben 6 Under 25. Ne scaturisce una partita, in linea con le precedenti: supremazia...
Il portiere dell'Empoli Luigi Sepe e sua moglie Anna Laura si sono conosciuti nel 2009 durante il giorno del suo compleanno, come ci racconta Lady...
Jesús Joaquín Fernández Sáez de la Torre, deo gratias, si abbrevia in Suso. E si chiama pure talento, che però a Liverpool fatica a sbocciare. E...
AGGIORNATO 18-09-14 H. 15:30   Cesena - Empoli sab 20 set, 18:00 CESENA (4-3-1-2)   Leali (6) Capelli (6) - Volta (6) - Lucchini (6) -...
L'estate del 1997 segna una svolta epocale per la Sampdoria. Dopo 15 anni la bandiera Roberto Mancini lascia e segue il tecnico Sven-Goran Eriksson...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 19 settembre 2014.
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510