HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Altre Notizie

Tiribocchi: "Tra Torino e Chievo mi aspetto una partita tattica"

26.11.2016 11.53 di Elena Rossin   articolo letto 6317 volte
Fonte: Torinogranata.it
© foto di Federico De Luca

Simone Tiribocchi è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Tiribocchi è stato attaccante del Torino dal 1996 al '98, poi nella stagione 2001-2002 e in quella 2003-2004 e successivamente del Chievo dal 2004 al 2007, attualmente è l'allenatore degli Under 17 dell'Olbia. Con lui abbiamo parlato della sfida di questo pomeriggio fra le sue ex squadre.

Che cosa si aspetta da Torino-Chievo che in classifica sono distanziati di quattro punti a favore dei granata?
"Una partita decisamente tattica, sebbene il Torino giochi in modo molto offensivo e abbia una mentalità molto aggressiva votata a vincere le partite. Il Chievo è una squadra esperta e negli anni ha dato segni di continuità con i giocatori e l'allenatore, fa qualche innesto, mentre il Torino ha cambiato allenatore e ha preso giocatori di qualità provando a voltare pagina. Sicuramente mi aspetto una partita interessante e poi bella perché sono due squadre che in questo momento stanno interpretando il campionato molto bene".

Belotti è stato convocato, ma fino a giovedì non ha potuto allenarsi perché era influenzato quindi non si sa se sarà al meglio. Un attacco con al centro Boyé o Maxi Lopez e con Iago Falque e Ljajic ai lati potrebbe essere comunque determinante?
"Il Chievo lavora molto bene in fase difensiva come reparto e anche con tutta la squadra quindi si mettono tutti sotto palla e riescono a leggere bene le situazioni e ha due giocatori molto esperti in fase difensiva. Diciamo che il Torino ha però delle armi importanti perché Ljajic e Iago Falque e anche Boyé, che a me piace decisamente tanto e non piace sola a me perché è un buon giocatore, o magari la voglia di riscatto Maxi Lopez, che è un po' di tempo che non gioca, sono elementi di valore. E' normale che sostituire il Belotti di questo periodo in particolare o anche Belotti in generale sia sempre dura".

Secondo lei, questo Torino a fine stagione può arrivare a ottenere un posto per l'Europa League?
"Se non sbaglio, la società ha fatto un programma di due o tre anni per l'Europa League e trovarsi adesso con una certa classifica può essere importante come anche no, perché bisogna vedere come lo s'interpreta. Adesso stanno facendo bene l'Atalanta, il Milan che sono persino in lotta per la Champions, quindi, ancor di più per l'Europa League. Anche la Fiorentina ha quest'obiettivo e, secondo me, il Sassuolo potrà risalire la classifica. La Lazio sta disputando un grande campionato, quindi, sicuramente sarà difficile perché c'è equilibrio e molte squadre in lotta per pochi posti, ma sulla carta il Torino ha una squadra e soprattutto un allenatore come Mihajlovic per puntare a questo traguardo fino alla fine".

Il Chievo, invece, punta ha una posizione di metà classifica oppure ha ambizioni superiori?
"Il Chievo sa benissimo qual è l'obiettivo stagionale e se ci arriverà prima sicuramente proverà anche a fare di più, ma disputa un campionato completamente diverso da quello del Torino. Anche se adesso il Chievo sta disputando un'ottima annata e continuerà così perché l'allenatore Maran è bravissimo e i ragazzi lo sono altrettanto, ma per loro l'obiettivo Europa League magari è un po' troppo, però è possibile che si toglieranno qualche soddisfazione, detto questo sanno benissimo che il primo obiettivo è la salvezza".

Cambiando argomento e parlando di lei, sta facendo il master a Coverciano per allenare nella massima categoria e dal Vicenza è passato all'Olbia, come si trova nella nuova avventura in Sardegna?
"Alleno gli Under 17 e lavoriamo a stretto contato con il Cagliari cercando di far crescere i ragazzi, soprattutto sardi, nell'intento di valorizzare questa regione che negli anni ha avuto difficoltà poiché non ci sono grandissime squadre, Cagliari a parte, quindi, mancano i confronti. Noi stiamo cercando di creare un'altra struttura, un'altra organizzazione dove far crescere i ragazzi e questo è molto stimolante e bello, siamo partiti quest'anno da zero e di conseguenza facciamo un po' più, però, stiamo già vedendo dei piccoli risultati e di conseguenza continueremo a lavorare come stiamo facendo".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
25 marzo 1992, l'ultima partita della Jugoslavia. Addio al "Brasile d'Europa" La chiamavano "Brasile d'Europa" per l'immenso tasso tecnico a disposizione: è la Jugoslavia, selezione calcistica di un Paese già...
TMW RADIO - Collovoti: "Atalanta trascinata da Gomez, Pjaca non incide" Il campione del mondo dell'82 Fulvio Collovati, è intervenuto su TMW Radio per dare i suoi personalissimi "Collovoti"...
La corsa alla costruzione di nuovi stadi di proprietà. Il peso del botteghino nella colonna dei ricavi delle squadre proprietarie dello stadio Nel corso di Scanner di ieri si è parlato del tema degli stadi di proprietà, un argomento particolarmente attuale. "E' in effetti interessante...
NESTI-PENSIERO – Da 20 anni, Juve trattata non come società, ma come “cavia” In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ... Cristiano Lombardi Carlotta, compagna dell'attaccante della Lazio Cristiano Lombardi è inervenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica...
Fantacalcio, I FANTAZZURRI Tra le tante cose che un fantallenatore non sopporta c'è lei, la pausa nazionale. In cuor tuo speri che quella settimana di tristezza e sconforto senza...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 March 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Sunday 26 March 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.