HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Altre Notizie

TMW LA MARSA - Ballardini: "Con Zamparini troppe discussioni"

21.03.2017 13.18 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 2012 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il prossimo ospite intervenuto a “La Marsa Football Conference” a Palermo è l’ex tecnico rosanero Davide Ballardini. Una storia d’amore e odio infinita, tanto che il suo nome continua a circolare come possibile sostituto di Diego Lopez. “Non mi ha chiamato nessuno, quindi smentisco categoricamente queste presunte voci. Sono andato via da Palermo perché non ero d’accordo con il presidente Zamparini. Non mi andava di litigare spesso con l’imprenditore friulano, per cui ho ritenuto giusto lasciare. Ricordo le chiamate con Zamparini, a cui spesso non rispondevo, ed erano davvero pesanti da digerire. Il Palermo, comunque, può ancora sperare in una salvezza quasi impossibile. Quando il mio vice, Carlo Regno, fu contattato da Zamparini per la panchina del Palermo perse quasi due chili (ride ndr) Il calendario sorride ai rosanero, anche se la squadra di Lopez deve assolutamente svegliarsi. A Palermo non si può più parlare di progetto tecnico. Non chiudo comunque le porte al club rosanero. In questi mesi mi sono dedicato un po’ a me stesso. Sono stato a Roma e ho visto lavorare il gruppo di mister Spalletti. Non è facile fare bene in un’ambiente del genere, dove le aspettative sono davvero tante. Sono stato in Germania e in Francia, ho girato l’Europa per andare a vedere dal vivo qualche partita. Futuro? Preferirei restare in Italia, perché è il mio paese e qui mi trovo benissimo”. E sulla causa vinta con il Cagliari e in particolare con il presidente Cellino, il tecnico ravvenate ha detto che “è stato un fatto molto grave per quanto mi riguarda. Permettere a un presidente di non pagare un allenatore senza alcun motivo è davvero inaccettabile. Cellino non poteva assolutamente uscirne indenne. Di presidenti “furbetti” in Italia ce ne sono tanti, ma giustizia è stata fatta”.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
27 marzo 1983, Torino-Juventus 3-2. Storica rimonta granata in 124 secondi Il derby più incredibile della storia di Torino è quello del 27 marzo 1983, all'allora Comunale. La Juventus è in corsa per il titolo...
TMW RADIO - Collovoti: "Atalanta trascinata da Gomez, Pjaca non incide" Il campione del mondo dell'82 Fulvio Collovati, è intervenuto su TMW Radio per dare i suoi personalissimi "Collovoti"...
La corsa alla costruzione di nuovi stadi di proprietà. Il peso del botteghino nella colonna dei ricavi delle squadre proprietarie dello stadio Nel corso di Scanner di ieri si è parlato del tema degli stadi di proprietà, un argomento particolarmente attuale. "E' in effetti interessante...
NESTI-PENSIERO – Da 20 anni, Juve trattata non come società, ma come “cavia” In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ... Cristiano Lombardi Carlotta, compagna dell'attaccante della Lazio Cristiano Lombardi è inervenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica...
FANTACALCIO, Infortunati e squalificati 30^ giornata Aggiornato 27/03/17 h 00:10   ATALANTA in recupero: in dubbio: Berisha, Dramè, Caldara,...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 27 marzo 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi lunedì 27 marzo 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.