HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Bomber d'Italia: chi sarà il re dei cannonieri 2016/17?
  Pavoletti
  Berardi
  Higuain
  Dybala
  Callejon
  Milik
  Dzeko
  Icardi
  Bacca
  Kalinic
  Borriello
  Immobile
  Muriel

TMW Mob
Black & White

La top 11 e promossi e bocciati della Coppa d'Africa

Primo Direttore Sportivo di colore a laurearsi a Coverciano con il massimo dei voti. Ex ds della Nazionale congolese, Catanzaro e Botev Plodviv. Opinionista tv per Sportitalia e Sky, commentatore dei Mondiali Under 20. Fra i massimi esperti di calcio
15.02.2013 00.00 di Malu' Mpasinkatu  articolo letto 28995 volte
© foto di Bianca Pasquinucci

La coppa d'Africa si è conclusa con una finale inaspettata prima della rassegna iridata, in quanto la Nigeria vincente nonostante il blasone storico non era annoverata tra le favorite essendo da diverso tempo che le "super aquile" non facevano buoni risultati. Il tecnico indigeno Stephen Keshi entra di diritto nella storia raggiungendo il solo allenatore che deteneva questo onore, il defunto tecnico egiziano El Ghoari, ovvero vincere la coppa d'Africa sia da giocatore che da allenatore nel caso del tecnico nigeriano addirittura l'ultima coppa vinta 19 anni fa era stata l'ultima fino ad oggi, e lui di quella squadra era il capitano. Un plauso va fatto agli "stalloni" del Burkinafaso che hanno centrato la loro prima storica finale dopo aver giocato sia ai quarti che in semifinale ai supplementari arrivando alla finale con scarse energie psicofisiche. Il Mali per la seconda volta consecutiva è arrivato terzo e il Ghana quarto. Veniamo a quello che maggiormente interessa quando una rassegna si conclude, i famosi voti, sia di squadra che individuale:

***BOCCIATI***
Costa D'Avorio: data per super favorita non poteva essere altrimenti con i giocatori che si ritrova la squadra fin dalle prime uscite non ha convinto appieno, e poi alla prima partita da dentro o fuori è stata eliminata dai futuri campioni d'Africa ma che a livello di esperienza ne avevano meno degli "elefanti", dispiace dare tale giudizio visto la carriera che hanno alle spalle ma sono mancati proprio le performance dei Drogba, Kolo Toure, Zokora ed il portiere Barry e solo nell'ultima partita decisiva il pallone d'oro africa Yaya Toure non e' stato all'altezza della sua fama.
Zambia: Herve Renard, ct dello Zambia, era triste già prima del via in quanto la prima edizione della coppa d'Africa in anni dispari è capitata proprio quando la sua formazione era campione in carica dunque nessuna wild card per andare a disputare la Confederation Cup in Brasile ci sarebbe andata la vincente di questa coppa d'Africa, sono partiti scarichi e hanno finito peggio.
Marocco: qui l'arakiri l'ha combinata il ct Toussi. Lasciare a casa il capitano nonche' leader Kharja, l'estroso Taarbt e nonostante arrivi da un pessimo momento Chamakt, si è complicato le cose nonostante un positivo Barrada che non è bastato.
Tunisia: la squadra prometteva bene ma il girone di ferro non ammetteva errori, un sontuoso M'Sakni senza l'apporto di Jemaa subito infortunato ha potuto fare poco, coerente con il suo fallimento ha dato le dimissioni il ct Trabelsi.
Algeria: nonostante la grande attesa c'e stato subito il buio totale, troppa pressione su Feghouli ottimo giocatore ma non poteva reggere quasi da solo tutte le aspettative qui anche pagherà il ct Halidovicz.
Rd Congo: il ct Claude Le Roy e' convinto di aver fatto un ottimo lavoro ma per i milioni di fans congolesi si e' trattato di un fallimento creato con le proprie mani. Dopo aver recuperato due gol al Ghana, tutti pensavano che era la volta buona per sorprendere, la vera sorpresa e' aver concesso il primo punto storico in questa competizione al coriaceo Niger nella partita della svolta, poi nello spareggio contro il Mali è tornato il solito Congo pronto a tornare a casa, ingiustificato lo scarso utilizzo di Matumona e di Lualua fuori posizione.
Sud Africa: bocciare una squadra che ha passato il primo turno sembra paradossale ma se sei il padrone di casa no, tanta attesa tante vuvuzela ma la squadra ha deluso lo si era già capitato dalla qualificazione rocambolesca ai danni del Marocco, Piennar e' troppo importante per i "Bafana bafana".

***PROMOSSI***
Capo Verde: bella realta' del continente, squadra quadrata allenata da un ct del posto darà del filo da torcere a tutti, il Ghana ha vinto ma il risultato no ha premiato con il giusto merito questa compagine, ed occhio al talento Mendes.
Etiopia: che bel paradosso, forse la squadra che tatticamente ha giocato meglio!! grande avvenire anche qui la mano del maestro locale.
Togo: Adebayor e non solo. Akpa Akpro un vero muro con Dare Nimbombe, Romao squadra in netta crescita. Uscita indenne dal girone della morte, via subito Didier Six tecnico che non allenava da secoli.
Ghana: sempre costante come squadra arrivare quarti senza Jonh Mensah, Muntari, Boateng, i fratelli Yaew, Essien vuol dire avere risorse per il futuro.

***ECCO LA TOP 11*** (3-4-1-2) Enyama (Nigeria)- Akpa Akpro (Togo) -Omeruo (Nigeria)- Obaobona (Nigeria); Wakasu (Ghana)- Mulumbu (Rdc)-Keita (Mali)- Obi Mikel (Nigeria);- Alain Traore (Burkinafaso);- Emenike (Nigeria)- Adebayor (Togo). All: Stephen Keshi (Nigeria).

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Black & White
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Icardi un trascinatore, Milik un affare, Juve molle" Top Icardi: In questa giornata le emozioni non sono mancate, partiamo dal Derby d'Italia, era dal 2010 che l'Inter non batteva...
Sassuolo, esempio per tutto il movimento, mentre l'Inter crolla ancora. Sopravvalutata, mal gestita e presuntuosa: meglio pensare agli eroi paralimpici Facciamo un rapido resoconto europeo dopo la settimana di Coppe. Partiamo dall'alto: Juventus non brillantissima ma anche un...
NESTI-pensiero "live" - Mou: "Un giorno spacchero' la faccia a Wenger!". Dove sono quelli, che mi contestavano la priorita' umana di Ranieri su Mou? In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Kevin Lasagna Arianna Malacarne compagna dell'attaccante del Carpi Kevin Lasagna è intervenuta ai microfoni di TMW Radio nella rubrica...
 Un talento al giorno , Gorka Fidalgo: il nuovo Salgado del Real Madrid Un piccolo nuovo Salgado per il Real Madrid. Centrale o terzino destro proprio come il noto ex calciatore dei blancos, il...
Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di...
Il 26 settembre 1961 il Peñarol vince la Coppa Intercontinentale. Gli uruguayani diventano così la prima squadra sudamericana a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  26 settembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 settembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.