HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Brasile 2014

ESCLUSIVA TMW - Padovan: "Prandelli ha fatto altri mestieri e male"

25.06.2014 12.49 di Gaetano Mocciaro  Twitter:   articolo letto 34983 volte
© foto di Federico De Luca

Ai microfoni di Tuttomercatoweb il noto giornalista Giancarlo Padovan commenta il fallimento azzurro ai Mondiali.

Secondo fallimento mondiale consecutivo. Il secondo posto agli Europei è stato solo fumo negli occhi?

"Un risultato positivo o negativo è sempre risultato e non so se è fumo negli occhi. Ha illuso certamente molti e gran parte della stampa che ha sostenuto che Prandelli fosse un santo e la squadra competitiva. Questo non è vero. 4 anni fa c'erano le macerie del Sudafrica ora del Brasile. Prandelli non ha inciso in maniera positiva in un calcio palesemente in crisi. Il fumo negli occhi è stato gettato dai giornalisti della stampa italiana che dicevano che Prandelli era un grande ma in realtà è un mediocre. Si è incartato in una crociata mediatica a proposito dell'etica e della moralità. Un allenatore che parlava come fosse il capo di stato o il premier. Ha parlato poco di calcio e si è visto, non so se perché ne sa poco o se volesse nascondere i difetti. Fatto sta che ci siamo illusi di avere una sorta di guru che sosteneva battaglie e ci siamo dimenticati che l'allenatore deve fare l'allenatore. Prandelli ha fatto altri mestieri e male".

Sorpreso da come sono andate le cose?

"Il risultato non mi sorprende, io ero pessimista anche dopo la partita con l'Inghilterra. Bastava vivisezionare quella partita, dove abbiamo avuto occasioni fortunate e fortunose. Le dimissioni sono un istituto che pochi frequentano, doveroso che Prandelli e Abete le abbiano date e va dato loro merito, visto che in genere, specie dopo un contratto firmato, non si fanno".

Chi può essere il ct giusto?

"Chi dopo Prandelli non so. Certamente avrà un compito arduo, difficile. Il problema è anche l'allenatore ma non solo. Il punto è che la nostra qualità è bassa e costruire una Nazionale competitiva è quasi impossibile. Se le condizioni sono il poco tempo a disposizione se non le amichevoli e lo scarso bacino d'utenza su cui pescare c'è poco da sorridere. Possiamo imputare a Prandelli di non aver portato Rossi e Destro ma sono quisquiglie. La realtà è che non siamo capaci di concorrere con altre squadre. C'è un concetto di gioco confuso, giocatori di una certa età o senza stimoli o travolti dal clima o con poca esperienza internazionale. Fatto sta che non siamo all'altezza del resto d'Europa, e sottolineo Europa, non resto del mondo. Questo torneo ha palesato una crisi in corso del Vecchio Continente, con l'eliminazione di Spagna, Inghilterra, Italia e forse Portogallo. Questo è stato un Mondiale particolare, dove l'hanno fatta da padrona le centro e sudamericane, evidentemente meglio preparate o non risentono di questo clima che è una delle cause della nostra debacle. La prima è il gioco, l'idea di gioco che non c'era. Prandelli era confuso perché evidentemente si è occupato di altro, tipo fare il giudice del codice etico, per poi arrivare a fare una gara col 3-5-2 che poi è diventato un 3-6-1, che nemmeno l'italia del primo dopoguerra. Un atteggiamento difensivo totale nella speranza di conservare lo 0-0, che poi con l'uscita di Immobile abbiamo rinunciato a tirare in porta. Dopo aver subito il gol di Godin mi sono chiesto come potevamo segnare, visto che non avevamo punte".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Brasile 2014
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Wallace superficiale, Mandzukic l'alfiere, 3 a Lulic" Fulvio Collovati, opinionista, ex calciatore di Milan e Inter, ha parlato oggi a TMW Radio per dare i suoi voti all'ultima...
La Juve si riaccende, ritrova lo spirito e spegne l'Atalanta, anche se non potrà mai essere il Leicester italiano, rimane...
Il Milan e il closing, ci siamo. Da Tassotti a Lentini, le mie esperienze con Berlusconi Sembra quasi impossibile ma ormai, a un passo dal cosiddetto closing, Berlusconi è sul punto di lasciare il Milan. La...
NESTI-pensiero "live" - Mi stupisco dello stupore della Roma: la mancanza di rispetto di Strootman non dovrebbe essere sanzionata dal Giudice? In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Fabio Cannavaro Daniela Arenoso, moglie di Fabio Cannavaro, attuale tecnico del Tianjin Quanjian, ex giocatore di Juve, Napoli e Inter,...
 Un talento al giorno , Vaclav Cerny: l'Ajax si conferma fabbrica di fenomeni Già legato all'Ajax da un contratto fino a giugno 2020, Vaclav Cerny è considerato una delle giovani stelle più promettenti...
FANTACALCIO, IL RESOCONTO DELLA 15^ GIORNATA Si è conclusa la quindicesima giornata di seria A, andiamo ad analizzare dal punto di vista fantacalcistico chi sono state, le conferme, le...
7 dicembre 1975, i gol di Graziani e Pulici regalano il derby al Torino Il 7 dicembre 1975 il Torino vince 2-0 il derby contro la Juve. In uno stadio Comunale gremitissimo (oltre 50 mila persone) la...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  07 dicembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 07 dicembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.