HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Bomber d'Italia: chi sarà il re dei cannonieri 2016/17?
  Pavoletti
  Berardi
  Higuain
  Dybala
  Callejon
  Milik
  Dzeko
  Icardi
  Bacca
  Kalinic
  Borriello
  Immobile
  Muriel

TMW Mob
Colpi d'Ala

Campionato dalle scarse sorprese, ora è tempo di plusvalenze e del mercato in mano ai procuratori. Europa League, quando torneremo a essere protagonisti?

Nato a Roma, ha vestito le maglie di Parma, Fiorentina, Lecce, Perugia, Reggiana, Roma e Nazionale italiana. Ha vinto una Coppa Italia con la Roma e una Coppa delle Coppe, una Coppa UEFA, una Supercoppa UEFA e una Coppa Italia, tutte col Parma.
19.05.2016 00.00 di Alberto Di Chiara  articolo letto 17707 volte

Si è chiuso un campionato con più ombre che luci e quantomeno si è assistito ad un finale dove fino all'ultima giornata erano ancora in gioco il secondo e terzo posto, ma anche l'ultimo per non retrocedere. Ma per il resto abbiamo assistito alla solita pantomima: tra la Juve e le altre, intendo Roma e Napoli per ora, ci corrono sempre dai 10 ai 15 punti di distacco, non c'è niente da fare. Il gap in questi ultimi anni è rimasto più o meno invariato per quanto riguarda la prima posizione. Dietro alla Juventus comunque le squadre che si sono maggiormente messe in luce per gioco e collettivo sono state il Napoli di Sarri e Higuain, la Roma di Spalletti (e Totti), la Fiorentina di Sousa, con qualche perplessità nella gestione della seconda metà del girone. Ma per rapporto qualità-prezzo menzionerei il Sassuolo di Di Francesco e anche l'Empoli di Giampaolo, soprattutto per l'utilizzo di giocatori italiani, sempre più in via di estinzione. Una parola va senza dubbio spesa al Chievo di Maran, che centra l'ennesima salvezza con larghissimo anticipo. Ma stranamente tra gli allenatori papabili per una grande squadra, Maran non viene quasi mai menzionato. Al Milan, anche se di grande squadra ultimamente si fa fatica a parlarne, tanto per fare un esempio, si parla come candidati futuri di Giampaolo, rivitalizzato dalla bella stagione di Empoli, ma che veniva da un periodo non del tutto roseo, poi di Montella che con la Samp non è che abbia brillato nonostante le buone cose fatte a Firenze e infine Garcia che è stato allontanato dalla Roma in maniera drastica. Mi domando se le scelte di alcune società per quanto riguarda gli allenatori e non solo, seguano un percorso logico di meritocrazia o siano condizionate dai procuratori che li rappresentano e che hanno da mettere sul piatto della bilancia altra merce...

Altro mistero è l'Inter. Una squadra, ad ora, senza una vera identità. Mancini non ha saputo dare l'impronta giusta. Milioni di euro spesi in un mercato che ha portato poca qualità e tanta confusione. Dopo tutto questo spendere ed un quarto posto raggiunto per rotto della cuffia, leggo sui giornali che "Mancini ha capito che vanno ceduti almeno due big per far quadrare i conti, servono 50 milioni di plusvalenza". Ah già la fantomatica "plusvalenza", la cura per tutte le società che hanno bisogno di ossigeno, ditelo al Parma di Ghirardi e Leonardi. Rimango sempre più basito su come vengano gestite certe società sia sulle scelte tecniche che in parte sulla gestione del capitale. In Europa intanto, Juventus a parte, siamo i peggiori tra i migliori. Dobbiamo lottare non più per vincere ma per non prendere il cucchiaio di legno. Come nel rugby, né più né meno.

Ieri si svolgeva la finale di Europa League tra Liverpool e Siviglia. Leggevo una statistica: Dalla stagione 1988/89, quando ancora era Coppa UEFA, alla stagione 1998/99, in undici edizioni quindi, ben otto sono state vinte da squadre italiane. Dalla stagione 1999/2000 ad oggi non ne abbiamo più vinta ma neanche annusata una. Una statistica che ci deve far riflettere, che ci ha fatto perdere posizioni in tutti i sensi. Arrivano troppi stranieri e non di eccelsa qualità. Prendiamo gli scarti del mercato. Le società sono vittime e a volte complici di procuratori che solo per fini economici portano giocatori da ogni parte del mondo per poterci solo lucrare sopra. Bisogna rivitalizzare il nostro calcio. Andiamo a cercare anche in Serie B o in Lega Pro giovani talenti da costruire e da consegnare poi alla nostra nazionale. Già la Nazionale: rimango dell'opinione che Conte con il poco materiale umano da selezionare, ha fatto già un mezzo miracolo a farci arrivare alle fasi finali. Certo, se poi uno legge la lista dei probabili convocati, un po' di perplessità mista a scetticismo viene. Ma sai, come si dice, noi italiani siamo capaci di capovolgere qualsiasi pronostico quando c'è di mezzo o in ballo qualcosa di importante. Certo in questo caso secondo me ci vorrebbe un miracolo. Speriamo che Insigne da Napoli si sia portato un po di San Gennaro con sè.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Colpi d'Ala
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Icardi un trascinatore, Milik un affare, Juve molle" Top Icardi: In questa giornata le emozioni non sono mancate, partiamo dal Derby d'Italia, era dal 2010 che l'Inter non batteva...
Sassuolo, esempio per tutto il movimento, mentre l'Inter crolla ancora. Sopravvalutata, mal gestita e presuntuosa: meglio pensare agli eroi paralimpici Facciamo un rapido resoconto europeo dopo la settimana di Coppe. Partiamo dall'alto: Juventus non brillantissima ma anche un...
NESTI-pensiero "live" - Mou: "Un giorno spacchero' la faccia a Wenger!". Dove sono quelli, che mi contestavano la priorita' umana di Ranieri su Mou? In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Kevin Lasagna Arianna Malacarne compagna dell'attaccante del Carpi Kevin Lasagna è intervenuta ai microfoni di TMW Radio nella rubrica...
 Un talento al giorno , Gorka Fidalgo: il nuovo Salgado del Real Madrid Un piccolo nuovo Salgado per il Real Madrid. Centrale o terzino destro proprio come il noto ex calciatore dei blancos, il...
Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di...
Il 26 settembre 1961 il Peñarol vince la Coppa Intercontinentale. Gli uruguayani diventano così la prima squadra sudamericana a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  26 settembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 settembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.