HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Colpi d'Ala

Moduli, solo parole al vento: serve talento o il fattore fisico incide tanto. Successo bianconero al Viareggio, che sia un buon segnale?

Nato a Roma, ha vestito le maglie di Parma, Fiorentina, Lecce, Perugia, Reggiana, Roma e Nazionale italiana. Ha vinto una Coppa Italia con la Roma e una Coppa delle Coppe, una Coppa UEFA, una Supercoppa UEFA e una Coppa Italia, tutte col Parma.
01.04.2016 07.25 di Alberto Di Chiara  articolo letto 36728 volte

Se ancora non l'avessimo capito, quello che conta nel calcio non sono i moduli ma gli interpreti. E' inutile che parliamo e diamo sfoggio di inutili sistemi algebrici di gioco: 3-4-3, 4-4-2, 4-3-2-1, 3-5-2, 4-3-1-2... e chi più ne ha più ne metta. Non si possono fare le nozze con i fichi secchi. Non ci sono più talenti che possono fare la differenza. Ce ne sono pochi nel mondo e nessuno, per ora, in Italia. Quindi non dobbiamo sorprenderci se ne prendiamo quattro da una più talentuosa Germania o finiamo per esaltarci dopo un pareggino contro una svogliata ed incompleta Spagna. Conte non può fare altro che cercare di formare un gruppo coeso e compatto, composto da tanta determinazione, spirito di sacrificio, volontà e fiducia. Ha dovuto selezionare nel deserto. Pochi italiani, pochi talenti. C'è troppa discontinuità di prestazioni e di giudizio nei confronti di quei pochi giovani di talento che cercano di emergere approfittando del vuoto che circonda ormai da troppo tempo il calcio italiano.

Bernardeschi passa da giocatore moderno paragonato al grande Cruyff e richiesto dalle squadre più forti d'Europa, per poi tornare sulla terra, affermando che è stato troppo sopravvalutato. Diamogli tempo, questo è quello che passa il convento, ed è il meglio che abbiamo nei nostri ormai vuoti serbatoi di talenti. Purtroppo, di giocatori sopravvalutati, proprio per la carenza di giocatori di livello alto, ce ne sono stati parecchi in questi ultimi anni. Non dico che non esistono buoni giocatori, dico che mancano giocatori che possono fare la differenza: ci sono buoni interpreti che però nel momento in cui hanno un calo fisico diventano giocatori mediocri.

Ogni reparto contro la Germania ha subito la superiorità dell'avversario, sia fisicamente che tecnicamente. Sempre fuori tempo, sfasati completamente. La difesa è crollata nel momento in cui anche lo stesso Bonucci, unico superstite del trio difensivo nazional-juventino, calando fisicamente, non ha saputo più tenere le redini del pacchetto arretrato, con Conte che ha dovuto inserire Ranocchia e... ho detto tutto.

Vorrei fare inoltre i miei complimenti al mio caro amico Fabio Grosso, professionista serio e inappuntabile, che ha vinto con la sua Juventus Primavera il Viareggio contro il Palermo. Speriamo che sia un segnale positivo per tutti i settori giovanili italiani, che da troppo tempo ormai non forniscono più al calcio che conta grandi campioni. Poi ci credo che Totti a 40 anni possa avere ancora la convinzione di poter dire la sua o che Pellizzoli trovi ancora ingaggio in Serie B col Vicenza: con quello che c'è in giro, se non mi fossi reso conto che solo martedì scorso ho compiuto il cinquantaduesimo anno di età, un pensierino ce l'avrei fatto anche io, ma poi mi sono detto forse 52 sono troppi... peccato!!!

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Colpi d'Ala
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - I Collovoti: "Wallace superficiale, Mandzukic l'alfiere, 3 a Lulic" Fulvio Collovati, opinionista, ex calciatore di Milan e Inter, ha parlato oggi a TMW Radio per dare i suoi voti all'ultima...
La Juve si riaccende, ritrova lo spirito e spegne l'Atalanta, anche se non potrà mai essere il Leicester italiano, rimane...
Il Milan e il closing, ci siamo. Da Tassotti a Lentini, le mie esperienze con Berlusconi Sembra quasi impossibile ma ormai, a un passo dal cosiddetto closing, Berlusconi è sul punto di lasciare il Milan. La...
In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente...
L'altra met� di ...Fabio Cannavaro Daniela Arenoso, moglie di Fabio Cannavaro, attuale tecnico del Tianjin Quanjian, ex giocatore di Juve, Napoli e Inter,...
 Un talento al giorno , Vaclav Cerny: l'Ajax si conferma fabbrica di fenomeni Già legato all'Ajax da un contratto fino a giugno 2020, Vaclav Cerny è considerato una delle giovani stelle più promettenti...
FANTACALCIO, INFORTUNATI & SQUALIFICATI 16^ GIORNATA Aggiornato 6/12/16  h 20:20 Atalanta: in recupero:   in dubbio: Cabezas, Konko, Paloschi out: Berisha, Suagher squalificati: diffidati:...
7 dicembre 1975, i gol di Graziani e Pulici regalano il derby al Torino Il 7 dicembre 1975 il Torino vince 2-0 il derby contro la Juve. In uno stadio Comunale gremitissimo (oltre 50 mila persone) la...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi  07 dicembre 2016

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 07 dicembre 2016.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.