HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Colpi d'Ala

Moduli, solo parole al vento: serve talento o il fattore fisico incide tanto. Successo bianconero al Viareggio, che sia un buon segnale?

Nato a Roma, ha vestito le maglie di Parma, Fiorentina, Lecce, Perugia, Reggiana, Roma e Nazionale italiana. Ha vinto una Coppa Italia con la Roma e una Coppa delle Coppe, una Coppa UEFA, una Supercoppa UEFA e una Coppa Italia, tutte col Parma.
01.04.2016 07.25 di Alberto Di Chiara   articolo letto 36788 volte

Se ancora non l'avessimo capito, quello che conta nel calcio non sono i moduli ma gli interpreti. E' inutile che parliamo e diamo sfoggio di inutili sistemi algebrici di gioco: 3-4-3, 4-4-2, 4-3-2-1, 3-5-2, 4-3-1-2... e chi più ne ha più ne metta. Non si possono fare le nozze con i fichi secchi. Non ci sono più talenti che possono fare la differenza. Ce ne sono pochi nel mondo e nessuno, per ora, in Italia. Quindi non dobbiamo sorprenderci se ne prendiamo quattro da una più talentuosa Germania o finiamo per esaltarci dopo un pareggino contro una svogliata ed incompleta Spagna. Conte non può fare altro che cercare di formare un gruppo coeso e compatto, composto da tanta determinazione, spirito di sacrificio, volontà e fiducia. Ha dovuto selezionare nel deserto. Pochi italiani, pochi talenti. C'è troppa discontinuità di prestazioni e di giudizio nei confronti di quei pochi giovani di talento che cercano di emergere approfittando del vuoto che circonda ormai da troppo tempo il calcio italiano.

Bernardeschi passa da giocatore moderno paragonato al grande Cruyff e richiesto dalle squadre più forti d'Europa, per poi tornare sulla terra, affermando che è stato troppo sopravvalutato. Diamogli tempo, questo è quello che passa il convento, ed è il meglio che abbiamo nei nostri ormai vuoti serbatoi di talenti. Purtroppo, di giocatori sopravvalutati, proprio per la carenza di giocatori di livello alto, ce ne sono stati parecchi in questi ultimi anni. Non dico che non esistono buoni giocatori, dico che mancano giocatori che possono fare la differenza: ci sono buoni interpreti che però nel momento in cui hanno un calo fisico diventano giocatori mediocri.

Ogni reparto contro la Germania ha subito la superiorità dell'avversario, sia fisicamente che tecnicamente. Sempre fuori tempo, sfasati completamente. La difesa è crollata nel momento in cui anche lo stesso Bonucci, unico superstite del trio difensivo nazional-juventino, calando fisicamente, non ha saputo più tenere le redini del pacchetto arretrato, con Conte che ha dovuto inserire Ranocchia e... ho detto tutto.

Vorrei fare inoltre i miei complimenti al mio caro amico Fabio Grosso, professionista serio e inappuntabile, che ha vinto con la sua Juventus Primavera il Viareggio contro il Palermo. Speriamo che sia un segnale positivo per tutti i settori giovanili italiani, che da troppo tempo ormai non forniscono più al calcio che conta grandi campioni. Poi ci credo che Totti a 40 anni possa avere ancora la convinzione di poter dire la sua o che Pellizzoli trovi ancora ingaggio in Serie B col Vicenza: con quello che c'è in giro, se non mi fossi reso conto che solo martedì scorso ho compiuto il cinquantaduesimo anno di età, un pensierino ce l'avrei fatto anche io, ma poi mi sono detto forse 52 sono troppi... peccato!!!

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Colpi d'Ala
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
21 febbraio 2004, muore John Charles. Il Gigante Buono della Juve Il 21 febbraio 2004 muore a 73 anni John Charles. Nato a Swansea il 27 dicembre 1931 fu il primo gallese a giocare in Serie A. Centravanti...
TMW RADIO - I Collovoti: "Bacca distante, bellissimo il gol di Paredes" Top Deulofeu:Una delle belle notizie di questa giornata è il gol di Deulofeu: sulla vittoria di ieri del Milan c'è...
TMW RADIO - Dini: "Addizionali? Decide solo l'arbitro" L'avvocato Giulio Dini, che cura gli interessi tra le tante cose dell'allenatore della Roma, Luciano Spalletti, agente di calciatori...
Il menù per la rinascita del calcio italiano: limite agli stranieri, sviluppo dei settori giovanili e stop al tatticismo esasperato Il nostro calcio, in questo ultimo decennio in particolare modo, ha subito radicali cambiamenti nella costruzione e nella gestione...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Lunga vita a Tuttomercatoweb e Radio Sportiva! Toscana capitale della nuova informazione. E Radio Sportiva riparte! In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Danilo Cataldi Elisa, la compagna de centrocampista del Genoa, Danilo Cataldi è intervenuta ai microfoni di TMW Radio, nella...
FANTACALCIO, come cambia fantacalcisticamente...il GENOA Il Genoa, già reduce da 7 sconfitte e 2 pareggi, ha deciso di esonerare Juric dopo la pesante sconfitta contro il Pescara di Zeman. Il nuovo tecnico del...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 21 February 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Tuesday 21 February 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.