HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
È il giorno di

E' il giorno di... Gargano

Inter scatenata. E non è finita qui...
22.08.2012 07.00 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 10119 volte
© foto di Federico De Luca

Prima Antonio Cassano, ora Walter Gargano. E' un'Inter scatenata quella che sul mercato piazza una doppietta nel giro di 24 ore, in attesa del colpo Alvaro Pereira che dalla serata di ieri è ancora più vicino. Stramaccioni aveva chiesto alla società una squadra completa entro il 26 agosto e la dirigenza è pronta ad accontentarlo mettendo a segno nelle prossime ore anche l'acquisto dell'esterno uruguaiano dal Porto che chiuderà i movimenti in entrata del club nerazzurro.

Alvaro Pereira è il futuro prossimo. Il presente si chiama Walter Gargano che oggi sarà a Milano per effettuare le visite mediche e firmare il contratto. Al calciatore un quadriennale da 1.7 milioni di euro, mentre nella casse nel club azzurro 1.25 milioni di euro subito e 5.25 tra un anno per il riscatto a titolo definitivo. Una trattativa definita in tutto e per tutto nella serata di ieri, andata avanti in tempi rapidi grazie alla mediazione dell'agente Fifa Alessandro Lucci e, soprattutto, alla volontà del calciatore che voleva cambiare aria. Con l'arrivo di Behrami e il cambio di modulo da parte di Mazzarri, il centrocampista uruguaiano non era più sicuro del posto da titolare. Motivo in più per chiedere la cessione e trasferirsi in una società che, a conti fatti, gli ha riconosciuto uno stipendio pari quasi al doppio rispetto a quello percepito alle pendici del Vesuvio.

Per il Napoli è un altro duro colpo in una mercato che - a nove giorni dalla conclusione - vede la squadra indebolita rispetto alla passata stagione. Prima Lavezzi, ora Gargano, via due calciatori sempre presenti dopo la risalita del club azzurro in massima serie. I simboli di un nuovo Napoli che ora non c'è più. Dall'altro lato, con quest'ultima tripletta, l'Inter molto più del Milan ha dimostrato in tempi di fair-play finanziario di sapersi rinnovare. Nel fine settimana la squadra si presenterà in campo con un'anima completamente nuova. Da Mudingayi a Gargano. Da Silvestre a Palacio, in attesa di Handanovic che a causa di un infortunio salterà la gara d'esordio in Serie A.

A Gargano riconosciuto il lavoro di un lustro a Napoli da protagonista assoluto. Reja, Donadoni e, infine, Mazzarri. Cambiava l'allenatore, ma non il suo ruolo. Capace di giocare titolare anche la passata stagione quando tutti lo davano riserva in un centrocampo che aveva visto arrivare Dzemaili e Inler. Quest'anno, però, il calciatore sudamericano non se l'è sentita di accettare una nuova sfida. Meglio andare via alla ricerca di nuovi stimoli. Anche se pure all'Inter - tra Cambiasso, Zanetti, Mudingayi, Guarin e Stankovic - guadagnare un posto da titolare non sarà certo semplice.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie È il giorno di
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
20 gennaio 1983, muore Manè Garrincha: fu l'Angelo dalle gambe storte Il 20 gennaio 1983 muore a Rio de Janeiro Manoel Francisco dos Santos, per tutti semplicemente Manè Garrincha. Ala destra dalla enormi...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Emanuele Giaccherini Per la rubrica L'altra metà di... in onda su TMW Radio, Barbara Carere ha intervistato, Dania Gazzani, moglie...
Fantacalcio, Surprise Up & Down 21°giornata Ecco a voi la nostra rubrica che vi dirà quali possono essere le sorprese di questo turno e i giocatori più o meno in forma! Buona lettura! CHIEVO - FIORENTINA Chievo...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 20 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi venerdì 20 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.