HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
È il giorno di

E' il giorno di... Suarez

Addio Juventus, c'è il rinnovo col Liverpool
07.08.2012 07.00 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 20178 volte
© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport

Una ricerca lunga e dai risultati ancora incerti. Storia di un tormentone di mercato che va avanti da ben prima che cominciasse ufficialmente la sessione di calciomercato. La Juventus e il top player, un susseguirsi di sondaggi, trattative, blitz e voci di mercato. Marotta e Paratici sono da mesi alla ricerca di un attaccante capace di far fare il salto di qualità all'intero reparto avanzato. Cavani, van Persie e Dzeko i nomi più gettonati. 

Già prima di trattare i calciatori sopracitati la dirigenza bianconera, però, aveva messo gli occhi su un altro centravanti dal valore assoluto: Luis Suarez, classe '87 in forza al Liverpool. Mesi difficili per l'ex Ajax i cui rapporti con la dirigenza dei reds non sono sempre stati idilliaci. Rapidi saliscendi che da Torino hanno seguito con attenzione. Prima la difesa di Suarez quando poco prima di Natale aveva sbrigato con insulti razzisti un faccia a faccia con Patrice Evra durante una partita contro il Manchester United. Poi il pesante ammonimento del club inglese quando il calciatore - quasi due mesi dopo - s'è rifiutato di stringere la mano sempre al terzino francese. 

A febbraio il rapporto tra il Liverpool e il centravanti sudamericano era, quindi, ai minimi storici. Musica per le orecchie di Marotta che ad aprile aveva pianificato la strategia per portare Suarez alla Juventus: l'intero cartellino di Milos Krasic più un importante conguaglio economico. Affare che aveva ottimi margini per andare in porto, ben più fattibile delle altre trattative che parallelamente la Juventus stava portando avanti. A Torino, però, non si erano fatti i conti con due fattori che hanno rapidamente cambiato le carte in tavola: il perdono del Liverpool che ha concesso al calciatore un'ulteriore possibilità e l'arrivo in panchina di Brendan Rodgers, allenatore che ha subito accolto Suarez a braccia aperte. 

"Luis non vede l'ora di ricominciare a giocare con noi. L'ho sentito ed è molto impegnato a preparare al meglio le Olimpiadi. Essendo aperto il mercato, chiaramente, girano tante voci, ma io voglio trattenere i miei giocatori", ha dichiarato il manager dei reds due settimane fa. Dichiarazione a cui ha fatto seguito una rapida trattativa per l'adeguamento del contratto che - col il rientro al Liverpool del calciatore dopo la fine della poco felice avventura olimpica - già oggi potrebbe concludersi con la firma.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie È il giorno di
Altre notizie
App Store Play Store Windows Phone Store
 
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
22 gennaio 1997, Cesare Maldini debutta da ct della Nazionale contro l'Irlanda del Nord Il 22 gennaio 1997 Cesare Maldini debutta da ct sulla panchina della Nazionale. La partita era quella amichevole contro l'Irlanda del...
TMW RADIO - I Collovoti: "Sousa ha battuto Allegri, bene Gagliardini" Top Kalinic: non solo perché ha bruciato Buffon, è stato l'incubo per la “BBC”, c'è da chiedersi se è il caso di lasciarlo...
TMW RADIO - Dini: "Clausola rescissoria non prevista nel nostro ordinamento" La clausola rescissoria “In Italia non esiste, è un istituto che non è disciplinato, la si chiama impropriamente rescissoria,...
La Fiorentina fa tornare la Juve tra i comuni mortali nella serata di Antognoni. Giancarlo a Firenze come Maradona a Napoli Non è stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Per Firenze, non c'è niente da fare, la partita contro la Juventus...
NESTI Channel (carlonesti.it) - Il nuovo logo della Juve vuole esprimere "coraggio". Confermo: ci vuole un bel "coraggio" nel tradire la storia così... In questo spazio, riassumo tutte le mie opinioni sulla stagione calcistica 2016-2017, in ordine decrescente, dalla più recente alla...
L'altra metà di ...Mariano Izco Emanuela Zappalà, compagna del centrocampista argentino del Chievo Mariano Izco, è stata ospite della trasmissione di...
FANTACALCIO, INDISPONIBILI dopo la 21^ giornata...IN AGGIORNAMENTO Torniamo con la nostra Rubrica per far chiarezza sugli Infortuni avvenuti durante l'ultima giornata di campionato e chiarire anche i tempi di recupero,...
Mondiale a quarantotto squadre, bravo Infantino. Chi gà i schei gà vinto, il denaro muove il mondo La decisione del Presidente Infantino, condivisa dalla Fifa, di portare il Mondiale di Calcio da trentadue a quarantotto squadre a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 gennaio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 22 gennaio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.