HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Allegri-Higuain: ha perso l'allenatore. Pjanic mai più davanti alla difesa, meglio Hernanes. Scoppia il caso-Cuadrado, multa in arrivo. Inter, con Gabigol Juve più vicina. Icardi come il Pipita. La rivincita di De Boer. Milan, ecco chi sono i cines

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
23.09.2016 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 55921 volte
© foto di Federico De Luca

Ci vuole tanto a dire "ho sbagliato"? Capita a tutti e in tutte le migliori famiglie, come quella della Juventus ad esempio. Allegri ha sbagliato a tener fuori Higuain contro l'Inter, ma piuttosto che ammetterlo si farebbe torturare. Peccato, a volte un gesto di umiltà può far diventare ancora più grandi. Per la verità gli errori sono due, il primo perché uno come Higuain lo togli solo se ha la febbre o se te lo chiede lui, il secondo, volendo fare turn over per tenere il gruppo in armonia, forse sarebbe stato meglio far giocare Mandzukic contro il Cagliari e non contro l'Inter.

Sottolineo questa vicenda a cinque giorni di distanza e dopo che la Juve ha riconquistato la vetta della classifica grazie alla facile vittoria con il Cagliari, soltanto per far riflettere chi pensa ai bianconeri dominatori assoluti del campionato. Non è così, non sarà così. Gestire un gruppo sempre più importante, collocare i nuovi e cercare di cambiare gradualmente gioco è un lavoro che richiede tempo e pazienza. Proprio ieri, infatti, a proposito della gestione del gruppo, è scoppiato il caso-Cuadrado. Radio Vinovo ci dice che il giocatore avrebbe abbandonato l'allenamento alla notizia dell'ennesima panchina. La Juve, naturalmente, nega decisamente e parla di problemi familiari. Comunque il giocatore si sarebbe scusato dopo una riflessione e il colloquio con il suo procuratore. Pagherà l'eventuale multa e da domani sarà di nuovo a disposizione per la gara di Palermo.

Tornando al gioco, a volte servirebbe anche un po' di coraggio tattico, ma non chiedetelo ad Allegri. A Milano ha sbattuto pure contro la sua idea di far giocare Pjanic regista. Bocciato. L'ex romanista non copre la difesa e non ha i tempi per far ripartire il gioco. Si sapeva, l'avevano detto in tanti, ma Allegri è tosto e fino a quando non ci picchia il naso va avanti. In attesa di Marchisio in quel ruolo e in certe partite è meglio Hernanes (mi sembra stia meglio fisicamente) se non si fida fino in fondo del giovane Lemina.

Con il Cagliari, rimesse le caselle al posto giusto, con Pjanic centrocampista-suggeritore vicino alle punte è tornata anche la Juve sciolta e fluida. Ora da Allegri mi aspetto il lancio di Pjaca per dare un po' di fiato a Dybala diventato anche troppo insostituibile. Attenti a questo Pjaca, può essere il colpo dell'anno.

E il colpo a centrocampo chi sarà? Marotta si è reso conto, nonostante le parole ufficiali, di aver fatto un errore gravissimo nel non essere riuscito a prendere un altro centrocampista di alto livello. Fino a gennaio la Juve può tappare la falla, le soluzioni ci possono essere, Marchisio tornerà, il girone di Champions non è impossibile. Chi arriverà poi nel mercato invernale? Marotta ha in mano Witsel come sappiamo da tempo e proverà a convincere lo Zenit per averlo a gennaio in cambio di qualche milioncino. Ricordiamo che i russi lo perderanno a zero a fine campionato. Parallelamente si guarda in altre direzioni, si stanno monitorando situazioni potenzialmente interessante tipo Yaya Tourè in rottura con il City, ma il problema del numero degli extracomunitari rende più difficile la ricerca.

Era difficile anche portare Gabigol a Milano, ma l'Inter ce l'ha fatta. Eccolo, pronto per il nostro campionato. Per me è una punta, nel 4-2-3-1 di De Boer potrebbe stare dietro a Icardi (dove ora gioca Banega riportando quest'ultimo al fianco di Joao Mario, ma più verosimilmente si adatterà ai movimenti dell'attaccante esterno andando a prendere il posto di Eder o Perisic considerando che Candreva è inamovibile per la sua sapienza tattica. Comunque un'arma in più per un allenatore che sta dimostrando di saperci fare.

Dove sono tutti quelli che dopo dieci giorni di lavoro volevano la sua testa? La rivincita di De Boer è anche quella di Icardi, inquieto per tutta l'estate. Ora ha trovato gol e un gioco che lo agevola, a 23 anni può solo migliorare. La sua media gol, più di una rete a partita è impressionante, di questo passo può puntare al record di Higuain. E questa Inter può far paura. C'è ancora da lavorare sulla fase difensiva e gli esterni non sono fenomeni, ma leggendo i nomi della rosa per me l'Inter se la gioca con il Napoli e per certi versi può esserne superiore.

A proposito di Napoli, la vetta della classifica è durata solo una domenica, ma non è questo il problema. Il gioco c'è, i giocatori pure, a volte bisogna anche accettare un avversario tostissimo, qualche difetto di mira e una giornata no dell'arbitro. Facile a dirsi stando seduti in poltrona, più difficile nei panni di Sarri. Comunque l'allenatore ha esagerato, così facendo sminuisce anche il suo lavoro straordinario e danneggia la sua immagine. Passa per piangina. De Laurentiis però è stato troppo brusco e duro con ilm suo allenatore, non pensi di essere lui il fenomeno perché ha investito sul Napoli, il fenomeno di questa squadra è Sarri e va tutelato. Io non credo al complotto, non penso che gli arbitri ce l'abbiano con il Napoli, credo in una cosa più semplice: gli arbitri sono impreparati. Mi dispiace dirlo, ma professionisti di altissimo livello come dovrebbero essere, si dimostrano invece non all'altezza del gioco del Napoli. Mi spiego. Il Napoli gioca moltissimo nella metà campo avversaria, sta molto in area di rigore con tanti uomini e gli arbitri dovrebbero saperlo per prendere le contromisure. E' chiaro che per una squadra che gioca molto nell'area avversaria la possibilità di falli da rigori si alza, parallelamente dovrebbe alzarsi l'attenzione e la concentrazione dell'arbitro e dei suoi collaboratori che dovrebbero conoscere i movimenti offensivi dei giocatori di Sarri per stare più dentro l'azione. Invece sia a Pescara che a Genoa si sono dimostrati approssimativi e impreparati. E' questo che deve chiedere il Napoli con forza, arbitri in grado di seguire il suo gioco moderno, dinamico e offensivo con la massima allerta.

Concentrazione anche sui cinesi del Milan. Qualcuno ne ha messo in dubbio l'esistenza. Si sono squagliati? Ma quando mai, hanno già versato cento milioni di caparra, mi sembra una buona intenzione. Ieri il Milan ha fatto capire che i nomi top secret degli investitori in realtà sono conosciuti da chi tratta la vendita in nome e per conto di Berlusconi. Tutto ok? Non proprio tutto, ma serve pazienza, l'operazione economica è davvero monstre fra cifre investite e debiti da ripianare. Nel frattempo è stato contattato Paolo Maldini, va a finire che qualche bandiera in società sarà piantata.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.