HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Ancora panchine: i tormenti di Conte e i consigli di Ferguson. Miha sceglie la Samp, vertice in casa Inter e cominciano gli incontri di Galliani

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
15.05.2014 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 39682 volte
© foto di Federico De Luca

Ferguson non ha preferenze. Parla con Conte e parla con Montella, che a voler essere proprio maligni potremmo dire che è venuto a capire se lo Stadium fa al caso suo. In realtà al di là della partita fra Siviglia e Benfica insieme a tanti altri allenatori e dirigenti non c'è nulla. Tanto più che Montella parla ancora della Fiorentina e del suo futuro e cerca di chiarire: giocatori importanti non è un diktat è semplicemente prendere coscienza di quanto si potrebbe fare la prossima stagione. Non solo con Gomez e Rossi, recuperati.

E' vero che Montella potrebbe essere uno dei profili che la Juve potrebbe prendere seriamente in considerazione (forse in considerazione più che gli altri) se il chiarimento con Conte non dovesse andare bene. In questo momento nessuno si arrischia a fare previsioni. Una parola di troppo da una e dall'altra parte potrebbe scoprire troppo le intenzioni. Intanto i tifosi hanno deciso di dimostrare alla società l'attaccamento che hanno nei confronti del proprio allenatore. Vista da fuori continuo a credere che Conte e la Juventus continueranno insieme. Innanzi tutto perché arriveranno alcuni giocatori (Sanchez, Nani i nomi più gettonati) che possono dare alla Juventus altra qualità, poi perché ci sarà comunque un ricambio. Insomma Marotta e Paratici non ci sono dubbi che faranno il massimo per poter accontentare Conte e per continuare a vincere con la Juve. Legittima anche la perplessità di Conte: non è facile continuare a vincere così, ci riuscirò anche il prossimo anno? Ecco perché vorrebbe che le vittorie non siano scontate. Sarà lui stesso a ricordarsi che non può non farlo. La Juve non potrà mai dire: vai Antonio, fai quel che vuoi ma allo stesso tempo non può lasciar andare il suo allenatore a cuor leggero. Conte non potrà mai dire: la società non sta facendo abbastanza per questa Juve e giura di non aver nessun contratto in tasca. La questione si risolverà in breve tempo. E quindi la chiacchierata con Ferguson, immaginiamo, sia servita magari per schiarirsi un po' le idee. A sfogliare la margherita insieme a uno dei più grandi allenatori di sempre. E non per sfoderare l'inglese o per farsi raccontare Manchester...

Nella mattinata invece c'è stato un incontro fra la dirigenza della Samp e Mihajlovic. Accordo praticamente raggiunto per la prossima stagione. Basterà rivedersi per firmare il contratto e rendere tutto ufficiale. Sistemati tutti i dettagli, compresi quelli economici, di cui naturalmente si è dovuto discutere.

Discussioni anche in casa Milan. Intanto Raiola e Bronzetti hanno fatto una passeggiata in via Aldo Rossi. Per parlare del riscatto di Rami (il Milan ha dato mandato al Bronzetti per riscattarlo sì, ma ad un prezzo molto più basso rispetto a quanto previsto, almeno la metà, 4-5 mln) e per parlare di possibili cessioni: Emanuelson, Robinho, Abate (se non dovesse rinnovare, ma se ne parla dopo il Mondiale). E Balotelli? A quanto risulta non se ne è parlato, ma con Raiola mai dire mai. Per quanto riguarda il discorso allenatore non c'è fretta, almeno per Galliani. Le decisioni vanno maturate per bene: per il nuovo in arrivo. Spalletti è un'opzione ma in questo momento non così praticabile, anche per via del contratto in essere ancora con lo Zenit: lui giura di non andare al Milan. Per questo le quotazioni di Inzaghi e Donadoni rimangono stabili.

Sempre saldo Mazzarri, con il quale si discuterà anche di allungare il contratto, non ora però, troppo presto. Si pensa alla prossima stagione: se ne è parlato del vertice in casa Inter con Ausilio, Mazzarri e Fassone. La novità, rispetto alle notizie che sono circolate in questi giorni riguardanti i vari nomi in orbita nerazzurra, è l'apertura che sembra aver dato Cambiasso a un rinnovo possibile con l'Inter (a cifre naturalmente molto più basse di quelle attuali): incontro previsto a brevissimo, ma l'esito è ancora molto incerto. Addirittura entro sabato si vorrebbe chiudere in un modo o nell'altro la questione. I nomi, dicevamo, non saranno altisonanti. Tranne qualche occasione da cogliere: stile Vidic (o Torres).

A Napoli è Benitez che sta guardando al futuro. Intanto torna di moda il nome di Ayew (il figlio di Abedì Pelé) del Marsiglia, che peraltro in questa stagione ha segnato al Napoli sia all'andata che al ritorno. Ha il profilo giusto per esperienza internazionale, ma non convince fino in fondo.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta. Per...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Michele Criscitiello

05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.