HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Ancora panchine: i tormenti di Conte e i consigli di Ferguson. Miha sceglie la Samp, vertice in casa Inter e cominciano gli incontri di Galliani

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
15.05.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 39686 volte
© foto di Federico De Luca

Ferguson non ha preferenze. Parla con Conte e parla con Montella, che a voler essere proprio maligni potremmo dire che è venuto a capire se lo Stadium fa al caso suo. In realtà al di là della partita fra Siviglia e Benfica insieme a tanti altri allenatori e dirigenti non c'è nulla. Tanto più che Montella parla ancora della Fiorentina e del suo futuro e cerca di chiarire: giocatori importanti non è un diktat è semplicemente prendere coscienza di quanto si potrebbe fare la prossima stagione. Non solo con Gomez e Rossi, recuperati.

E' vero che Montella potrebbe essere uno dei profili che la Juve potrebbe prendere seriamente in considerazione (forse in considerazione più che gli altri) se il chiarimento con Conte non dovesse andare bene. In questo momento nessuno si arrischia a fare previsioni. Una parola di troppo da una e dall'altra parte potrebbe scoprire troppo le intenzioni. Intanto i tifosi hanno deciso di dimostrare alla società l'attaccamento che hanno nei confronti del proprio allenatore. Vista da fuori continuo a credere che Conte e la Juventus continueranno insieme. Innanzi tutto perché arriveranno alcuni giocatori (Sanchez, Nani i nomi più gettonati) che possono dare alla Juventus altra qualità, poi perché ci sarà comunque un ricambio. Insomma Marotta e Paratici non ci sono dubbi che faranno il massimo per poter accontentare Conte e per continuare a vincere con la Juve. Legittima anche la perplessità di Conte: non è facile continuare a vincere così, ci riuscirò anche il prossimo anno? Ecco perché vorrebbe che le vittorie non siano scontate. Sarà lui stesso a ricordarsi che non può non farlo. La Juve non potrà mai dire: vai Antonio, fai quel che vuoi ma allo stesso tempo non può lasciar andare il suo allenatore a cuor leggero. Conte non potrà mai dire: la società non sta facendo abbastanza per questa Juve e giura di non aver nessun contratto in tasca. La questione si risolverà in breve tempo. E quindi la chiacchierata con Ferguson, immaginiamo, sia servita magari per schiarirsi un po' le idee. A sfogliare la margherita insieme a uno dei più grandi allenatori di sempre. E non per sfoderare l'inglese o per farsi raccontare Manchester...

Nella mattinata invece c'è stato un incontro fra la dirigenza della Samp e Mihajlovic. Accordo praticamente raggiunto per la prossima stagione. Basterà rivedersi per firmare il contratto e rendere tutto ufficiale. Sistemati tutti i dettagli, compresi quelli economici, di cui naturalmente si è dovuto discutere.

Discussioni anche in casa Milan. Intanto Raiola e Bronzetti hanno fatto una passeggiata in via Aldo Rossi. Per parlare del riscatto di Rami (il Milan ha dato mandato al Bronzetti per riscattarlo sì, ma ad un prezzo molto più basso rispetto a quanto previsto, almeno la metà, 4-5 mln) e per parlare di possibili cessioni: Emanuelson, Robinho, Abate (se non dovesse rinnovare, ma se ne parla dopo il Mondiale). E Balotelli? A quanto risulta non se ne è parlato, ma con Raiola mai dire mai. Per quanto riguarda il discorso allenatore non c'è fretta, almeno per Galliani. Le decisioni vanno maturate per bene: per il nuovo in arrivo. Spalletti è un'opzione ma in questo momento non così praticabile, anche per via del contratto in essere ancora con lo Zenit: lui giura di non andare al Milan. Per questo le quotazioni di Inzaghi e Donadoni rimangono stabili.

Sempre saldo Mazzarri, con il quale si discuterà anche di allungare il contratto, non ora però, troppo presto. Si pensa alla prossima stagione: se ne è parlato del vertice in casa Inter con Ausilio, Mazzarri e Fassone. La novità, rispetto alle notizie che sono circolate in questi giorni riguardanti i vari nomi in orbita nerazzurra, è l'apertura che sembra aver dato Cambiasso a un rinnovo possibile con l'Inter (a cifre naturalmente molto più basse di quelle attuali): incontro previsto a brevissimo, ma l'esito è ancora molto incerto. Addirittura entro sabato si vorrebbe chiudere in un modo o nell'altro la questione. I nomi, dicevamo, non saranno altisonanti. Tranne qualche occasione da cogliere: stile Vidic (o Torres).

A Napoli è Benitez che sta guardando al futuro. Intanto torna di moda il nome di Ayew (il figlio di Abedì Pelé) del Marsiglia, che peraltro in questa stagione ha segnato al Napoli sia all'andata che al ritorno. Ha il profilo giusto per esperienza internazionale, ma non convince fino in fondo.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tira una strana e “nuova” aria attorno alla Signora. Inter: Zhang e il destino di Pioli (occhio al dato su Simeone). Milan: ultime sul closing (con sorpresa sulla data?). Napoli: un assist a Sarri. E sul regolamento… 14.03 - Eccoci qui. Volevo spiegarvi le regole del calcio. Che sono semplici. Perché se non lo fossero, allora sarebbe un problema. E noi non vogliamo problemi. Quindi eccovi le regole del calcio, così come le abbiamo capite. REGOLA DEL FALLO DI MANO A meno che tu non sia il portiere...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.