HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Ancora Pogba (torna il Real?), ancora Higuain: palleggi, rimpianti e exit strategy. E poi chi arriva? Intanto Icardi ascolta l'Arsenal e la Roma aspetta... Ecco chi sono i nuovi proprietari del Milan (che sogna Cuadrado)

21.07.2016 08.56 di Luca Marchetti  articolo letto 69825 volte
© foto di Federico De Luca

Inutile dirlo: è sempre la Juventus (insieme al Napoli) che si prende la prima pagina del mercato. Questa sembra proprio essere l'estate bianconera: così tanto mercato che quello che sarebbe stato un colpo importantissimo in qualsiasi altra squadra italiana rischia di passare in secondo piano mel mezzo del vortice Higuain Pogba. Eh sì perché Pjaca è un grande talento che la Juve ha pagato quasi 23 milioni di euro, non una cifra insignificante, soffiandolo alla concorrenza del Milan che addirittura aveva viaggiato fino a Zagabria. Insomma i bianconeri mettono le mani (potenzialmente) anche sul futuro. Perché poi gli occhi sono puntati anche su Gabigol, il talento brasiliano che la Juve vorrebbe portare in Europa da subito per completare il reparto. E allora ecco che si torna al discorso principe: Higuain. De Laurentiis ha riparlato ed ha spiegato per bene qual è il suo pensiero. Insomma: se Higuain se ne va, proprio alla Juve, è un traditore. E anche la Juve sarebbe poco elegante se lo soffiasse al Napoli pagando la clausola. Sull'eleganza si può discutere, il tradimento chiaramente è una questione di cuore (da primo tifoso). Insomma tutto secondo copione. Certo: nessuno di noi può sapere se la Juventus veramente pagherà la clausola o meno, ma qualche indizio (in favore del sì) lo abbiamo. Tanto più che oltre all'acquisto del secolo (o quasi) ci sarà la cessione del secolo. Quella di Pogba. Il Manchester, come noto, ha offerto 101 milioni di euro. Non bastano. Ha rilanciato a 110. Non bastano. La Juve ne vuole almeno 120 e poi ci sarà da capire come trattare la percentuale di futura rivendita che Raiola si era tenuto quando portò Pogba a zero alla Juventus. E quindi attenzione alle telefonate che arrivano dal Real Madrid. Sembrava fosse uscuti di scena la casa blanca, ma ieri un contatto con la Juve c'è stato eccome: davvero vi private di Pogba? E davvero lo date al Manchester? E noi? Potrebbe essere troppo tardi, visto che ormai il Manchester ha convinto Pogba e ha già fatto offerte ufficiali. Quindi l'affare (come quello di Higuain) sembra destinato a concludersi, visto che ormai le volontà dei giocatori hanno un peso sempre più dominante, soprattutto se i giocatori sono campioni. E quindi dopo che succederà?
Alla Juve i nomi sotto osservazione sono due: Andre Gomes (ma c'è la concorrenza del Real Madrid) e Matic che Conte non vorrebbe lasciar andare. Altri nomi? Brozovic (ma non sarebbe una trattativa semplice) Sissoko e Witseo, anche se al momento non sarebbero prime scelte. Altro giocatore che la Juventus prenderebbe volentieri, anzi, riprenderebbe volentieri, è Cuadrado. Conte lo ritiene importante ma il ragazzo vuole rimanere in Italia, il Chelsea vorrebbe almeno 30 milioni, la Juve è arrivata a 25 (prestito con obbligo). Ma attenzione perché sul ragazzo si sta muovendo le milanesi. Il Milan (spieghiamo sotto perché) ha bisogno di un attaccante esterno forte e potrebbe accontentare il Chelsea ma in prestito con obbligo, l'Inter è interessata al colombiano come pista parallela a Candreva (che interessa ma non ai prezzi di Lotito, quindi o la Lazio abbassa le pretese o l'Inter difficilmente prenderà l'azzurro).
A proposito: il Napoli è una delle pretendenti per Candreva (ma il laziale sa che a Napoli non sarebbe la prima scelta visto Insigne Callejon e Mertens proprio nel suo ruolo nel 433 di Sarri) e anche il Napoli si sta muovendo. Perché l'errore più grande sarebbe quello di pensar edi rimpiazzare Higuain con un altro Higuan. Se viene tutto di guadagnato: un attaccante forte comunque arriverà (sempre che parta il Pipita): Zaza, Morata, Icardi, Slimani. Ma non solo. Si lavora per Tolisso, del Lione. Ieri a Dimaro, in gran segreto, c'è stato un incontro con i procuratori del ragazzo per stringere. Lui vorrebbe 3 milioni netti a stagione (il doppio di quanto guadagna ora), ma il Napoli ne offre 2,2. Quindi per ora si tratta. Una volta raggiunto l'accordo con il ragazzo si forzerà con il Lione.
Poi ancora manca il terzino: il nome nuovo è Donati dei Mainz. Anche qui incontro con l'agente a Dimaro. Il problema ora è il club tedesco che ha già detto di no al Cagliari qualche giorno fa. Alternativa sempre Widmer dell'Udinese. E nel frattempo si parla di rinnovi con Hamsik, Insigne e Hysaj.
Chi vorrebbe rinnovare (anche se lo ha fatto da poco) è Icardi. Anche per questo Wanda continua ad ascoltare tutti quelli che sono interessati al ragazzo. Ieri è toccato all'Arsenal: incontro interlocutorio e conoscitivo. La destinazione è gradita: ora la palla passa all'Inter. L'Inter intanto continua a monitorare i giovani italiani ed ora punta Verre. In realtà ci sta provando la Samp, ma l'Inter potrebbe inserirsi e magari lasciarlo a Pescara ancora un anno.
La Roma continua ad aspettare Nacho. Ora manca la risposta del Real Madrid alla proposta dei giallorossi (riscatto a 10 e controriscatto a 16, ma la Roma sarebbe disposta anche ad aumentare la cifra del riscatto pur di chiudere l'affare) e il definitivo ok di Zidane che si è preso del tempo ulteriore per decidere. Si sta sbloccamdo anche la situazione Szczesny e rimane viva la pista Caceres. In uscita la Roma dice no alle offerte di Zenit e Schalke per Paredes, mentre Ponce va allo Sporting Gjion dove può raggiungerlo Casasola. La Lazio venerdì farà fare le visite mediche a Jordan Lukaku e nel frattempo continua a trattare Immobile: ora bisogna capire le comdizioni che il Siviglia impone per il trasferimento.
Al Milan non è invece tempo per il mercato dal 100 milioni, almeno a sentire le ultime indiscrezioni che arrivano. Il preliminare di cessione sarà firmato a fine luglio, il closing ci sarà a mercato finito. I famosi 400 milioni pe 4 anni ci saranno solo a closing avvenuto, quindi per il momento si va avanti con i soldi di Berlusconi e con 15 milioni che mettono comunque i nuovi soci. Al momento (dopo l'acquisto di Lapadula) nelle casse del Milan ci somo 6 milioni e 700mila euro più le cessioni (Bacca). La priorità è Musacchio e poi Sosa. Le altre operazioni il Milan le potrà fare o a gennaio o con l'obbligo di riscatto. Chi sta comprando il Milan? Ecco i primi nomi non ufficialment smentiti: Sonny Wu e Steven Zheng.
Il Torino ha ricevuto le chiamate da Leicester e Arsenal per conoscere la situazione di Bruno Peres, il Crotone ha prso Simmy, attaccante del Gil Vicente, capocannoniere della B portoghese con 20 gol, classe 92, nigeriano: un colosso visto che è alto 198 cm. A Bergamo arriva Zukanovic, a Pescara Leskovic è a un passo: siamo alle modalità di pagamento e si aspetta ancora Simeone. A Bologna potrebbe arrivare Dzemail che ha ricevuto una buona offerta dal Genoa (4 anni di contratto) ma che potrebbe andare a giocare nel Montreal Impact e prima fare almeno fino a gennaio proprio a Bologna. Isla è un obiettivo del Cagliari (la Juve chiede 6 milioni, il Cagliari arriva a 4,5)
La Samp inisite per Verre, ha preso Djuricic del Benfica, continua a lavorare per Praet dell'Anderlecht e raffredda la pista Dodo visto che il ragazzo non appare così convinto di rimanere in blucerchiato. L'Udinese ha ufficializzato l'arrivo di De Paul dal Valencia.
Siamo arrivati alla fine. Tenetvi forte: il bello deve ancora venire.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.