HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Antonio, spiegaci perché l'hai fatto! Napoli, aspettiamo un segnale. Roma, bene Iturbe ma le commissioni sono troppo alte. Macalli ha ragione, la B a 21 è un suicidio

Nato ad Avellino il 30-09-1983 vive e lavora a Milano dal 2005. Direttore di Sportitalia. Direttore di Tuttomercatoweb. Organizzatore e conduttore del Gran Galà del Calcio Aic 2011 e 2012. Twitter: MCriscitiello
21.07.2014 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 63166 volte
© foto di Federico De Luca

Antonio, secondo me hai già nostalgia del tuo lavoro. Quando ti svegli la mattina cosa fai? Va bene coccolarsi figlia e moglie ma tu sei uno da battaglia. Non ti vedo proprio al sole 12 ore al giorno, anche se nell'intervista di addio ero nero più per la rabbia che per l'abbronzatura. Detto tra noi, Antonio da Lecce, hai fatto una grande fesseria. Almeno, spiegaci perché l'hai fatto. Una tua creatura non puoi abbandonarla così al secondo giorno di ritiro. Non è da te. Manda a quel paese Marotta, prendetevi a pugni a Vinovo ma non puoi prendere una decisione così drastica a stagione già iniziata. Quando un progetto va bene e due si lasciano, ci perdono entrambi anche se con percentuali diverse. Hai l'obbligo morale di spiegare a 14 milioni di persone che ti amano perché sei andato via. Morata ed Evra sono arrivati lo stesso, Pereyra te lo hanno chiuso tre mesi fa, forse, ti avrebbero preso anche Lavezzi non puoi andartene in silenzio. Con un'intervista che non ha detto nulla. Non puoi far passare in archivio l'ultima intervista da allenatore che ha vinto tutto con la Juve, dove sembri un cane bastonato. Ti hanno detto che ti avrebbero venduto Vidal? O Pogba? Incazzati ma non andare, perché la Juve può fare a meno di tutti ma non degli uomini vincenti. Ora ci devi dire cosa ti é saltato in mente e non fare la fesseria di allenare l'Italia perché non puoi, caro Antonio, pensare di sederti in panchina 7-8 volte all'anno. Ci mancheranno i tuoi "agghiaccianti" commenti, le urla, le incazzature di un animale da panchina. Chi lotta, vince. Vince chi ha fame. Non puoi alzarti da tavola quando c'è ancora tanto nel piatto. Dovevi vincere la tua sfida europea. Te ne sei andato da vincitore italiano e da sconfitto europeo. La Juve ti ha tutelato quando per scommessopoli ti hanno sbattuto nel gabbiotto, oggi dovevi restare per aiutare a crescere l'intera società. In attesa che tu faccia chiarezza, ti auguro buone vacanze. Devono approfittare di questo cambiamento Juventino, Napoli e Roma. Se De Laurentiis crede che si avvicina ai bianconeri con acquisti di secondo piano ha sbagliato parrocchia. Deve sferrare due-tre acquisti da Napoli. Rinforzi subito la difesa e cerchi un centrocampista che faccia la differenza. Lo faccia per il campionato italiano, in modo da farlo diventare sempre più interessante. Giusto ascoltare Benitez ma non disegni la squadra a completa immagine e somiglianza dell'allenatore. Napoli ha bisogno di calciatori pronti a vincere nel campionato italiano e che conoscano la Serie A. La Roma ha approfittato del caso bianconero, anche se Iturbe è costato di commissioni quanto costò Zidane nel passaggio dalla Juventus al Real Madrid. É diventato più ricco Mascardi che un vincitore alla lotteria del 6 gennaio. Non è un modo per fare cinema ma la verità. D'accordo le commissioni ma non le follie. Sabatini ha chiuso un'operazione eccellente, a livello tecnico, ma gli americani si staranno chiedendo perché Mascardi debba guadagnare quanto guadagnerà Iturbe in tre anni. Walter il magnifico è magnifico anche per questo. In chiusura spazio dedicato alla politica del calcio. Mario Macalli, spesso, viene etichettato come una mina vagante del nostro calcio. Attacca il Palazzo e lo manda giù, attacca gli Agnelli e non conta fino a 10 ma l'altro giorno, su Tuttomercatoweb, ha rilasciato dichiarazioni davvero interessanti sulla serie B a 21 squadre. "Sarebbe come tornare indietro di 20 anni". No, caro Presidente. Di più. È dal 1967 che non si gioca con la X. Siamo sicuri che il Presidente Abodi darà priorità alla credibilità del campionato e non alla burocrazia delle carte che ammazzano l'Italia. Macalli ha raggiunto il suo obiettivo, le 60 società in tre gironi, dopo anni di duro lavoro e campionati anonimi. La B a 20 la vogliamo tutti, a 21 nessuno. Immaginate se il Pescara di turno è in corsa per la promozione e viaggia a mille ed è reduce da 4 vittorie consecutive. Deve fermarsi per la sosta del campionato e subito dopo deve fermarsi per la X sul calendario. Chi lo spiega a Baroni che la sua squadra sta perdendo il treno mentre viaggia a 200 km/h? È una follia ed è per questo che alla fine prevarrà il buon senso e la voglia di Abodi (a proposito auguri per i 4 anni di presidenza compiuti sabato scorso) di andare oltre una stupida assemblea che tre mesi fa ha varato qualcosa che oggi non è più di attualità. Liberiamoci da un'Italia burocratica e guardiamo all'interesse del calcio. Proposta: assemblea straordinaria della Lega, per alzata di mano vediamo chi vota per la B a 21 e chi per la B a 22. Facciamo decidere ai club di che morte morire. A vincere sarebbe la democrazia. Buona settimana a tutti.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.