HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Arabi, cinesi ed americani agitano i sogni dei tifosi del Napoli. L'unica verità è che De Laurentiis ha bisogno di soci e soldi per ristrutturare il San Paolo. Ce la farà?

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
23.11.2014 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 23003 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Credere o meno? Innanzitutto vanno registrate tutte le informazioni che stanno vorticosamente girando sulla proprietà del Napoli e sul futuro di De Laurentiis al timone del prestigioso club azzurro. I soli segnali da raccogliere con certezza sono quelli relativi alle smentite ufficiali pubblicate sul sito web, tutto il resto è (per adesso) pour parler che lascia perplessi per la quantità di informazioni che stanno spuntando in ogni angolo del mondo. I qatarioti che dovrebbero subentrare a don Aurelio subito dopo la finale di Supercoppa con la Juve (il 22 dicembre), passando per le banche titolari di fondi d'investimento americane e con le quali De Laurentiis ha realmente avuto rapporti, fino al "bombazo" fatto esplodere dall'intermediario spagnolo Francois Gallardo: un poderoso gruppo economico cinese che gestisce i diritti di immagine di Lio Messi, comprerebbe il Napoli e porterebbe il fuoriclasse argentino insieme al Cholo Simeone per guidare una squadra stellare. Troppa grazia tutta insieme per una piazza che ha subìto fin troppe amarezze e delusioni nel decennio che ha preceduto l'arrivo di De Laurentiis. Diffidenza e ironia nel più comprensibile del "non è vero finchè non vedo" a corredo degli incontrollabili rumors. Come si può dare torto ai tifosi del Napoli? Procedere con i piedi di piombo su di un territorio nel quale raramente abbiamo incontrato un rappresentante del Napoli oppure lo stesso presidente che evita accuratamente di rispondere di persona a certe informazioni incontrollate. Perché? Probabilmente qualche cosina di vero c'è alla base di questa ridda incontrollata di soldi e persone che potrebbero rimanere per sempre nei sogni della gente di Napoli e vivere soltanto nelle fantasie di chiunque riceva uno spiffero dal primo passante che gli dice: "sai che De Laurentiis sta vendendo il Napoli?". Facciamo fatica a credere che sia possibile, visto l'impegno, la dedizione e, perché no, anche l'interesse da imprenditore che caratterizza l'esperienza partenopea di De Laurentiis. Qualcosina di vero ci sarà, ma solo nella misura in cui il patron ha bisogno di investitori, gente che venga con tanto di assegni circolari per fare insieme l'investimento sullo stadio San Paolo. Il nodo è quello lì, l'oggetto della disputa è l'impianto di proprietà del club azzurro. De Laurentiis cerca soci e ha pure fretta. La notizia dell'ennesima lite con il sindaco De Magistriis, conferma la tensione esistente tra club Napoli ed amministrazione comunale. Entro la fine del campionato bisognerà portare all'attenzione del consiglio comunale uno studio di fattibilità per la ristrutturazione del San Paolo e con esso, ovviamente, la copertura economica a sostegno della stessa. Riuscirà De Laurentiis a consegnare quanto chiesto dal Comune dopo tre anni e mezzo di tira e molla tra le parti? E poi, se ciò non dovesse verificarsi, cosa accadrebbe dopo: De Laurentiis andrebbe con i suoi soci a costruire un impianto altrove? Sono tutte domande lecite, al pari di quelle che portano a chiedersi come mai proprio adesso intorno alla proprietà del Napoli circolino così tante voci sul futuro gestionale del club. Vogliamo sapere, ci spetta, appena i tempi saranno maturi per individuare gli scenari futuri. Ha bisogno di informazioni certe anche Rafa Benitez, gli è dovuto, alla luce di quel contratto che scadrà il 30 giugno. Anche per questa ragione sta tergiversando, tanto da apparire anche un po' snob nel farsi attendere così tanto. No, almeno su questo argomento non lo è, perché c'è in ballo anche il futuro. Il suo e quello dei tifosi del Napoli. Questo è il momento del salto di qualità, di una politica societaria che necessita dell'arrivo di risorse (e soci) che diano una mano a De Laurentiis. In questi 10 anni il patron ha fatto fin troppo con le sole risorse che gli hanno dato i tifosi. Continuare da solo potrebbe costringere il Napoli e le proprie ambizioni a fare un passo indietro. Gli investitori, la tifoseria, Benitez: tutti hanno bisogno di sapere quali mosse ha in mente di fare Aurelio De Laurentiis.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tira una strana e “nuova” aria attorno alla Signora. Inter: Zhang e il destino di Pioli (occhio al dato su Simeone). Milan: ultime sul closing (con sorpresa sulla data?). Napoli: un assist a Sarri. E sul regolamento… 14.03 - Eccoci qui. Volevo spiegarvi le regole del calcio. Che sono semplici. Perché se non lo fossero, allora sarebbe un problema. E noi non vogliamo problemi. Quindi eccovi le regole del calcio, così come le abbiamo capite. REGOLA DEL FALLO DI MANO A meno che tu non sia il portiere...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

L’Inter esagera… il Milan anche! Tutti sul carro di Luis, uomo perfetto per il Napoli. Samp, fissa il prezzo! Tavecchio stravince, Abodi ecco dove hai sbagliato… 13.03 - Se dall’altra parte del mondo, un uomo in Sudafrica non guarda le partite di serie A e non legge i giornali, ma vede solo i risultati, penserà che da inizio stagione ad oggi e da una domenica all’altra in Italia siamo impazziti. Prendete l’Inter e portate a Coverciano l’esempio di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.