HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
-10 alla fine del mercato: da chi aspettarsi il grande colpo?
  Atalanta
  Bologna
  Cagliari
  Chievo Verona
  Crotone
  Empoli
  Fiorentina
  Genoa
  Inter
  Juventus
  Lazio
  Milan
  Napoli
  Palermo
  Pescara
  Roma
  Sampdoria
  Sassuolo
  Torino
  Udinese

TMW Mob
Editoriale

Bravo Galliani, Lapadula ottimo colpo. De Laurentiis, sveglia: Napoli non merita tanti "no"! Direttori: addio alle vecchie volpi; avanti con i giovani

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
27.06.2016 15.51 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 42649 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Preziosi si è offeso che Galliani gli ha soffiato Lapadula mancandogli di rispetto. Quando vi dicevamo che alcune sinergia non fanno il bene delle società che rappresentano non ci credevate. Così tutti si sentono autorizzati ad avere pretese assurde. Pensate se il Milan non deve andare su Lapadula perché sull'ex pescarese c'era anche Preziosi. Cose assurde. Questa volta Galliani, invece, ha fatto un grande colpo e gli va riconosciuto. Presi i 13 milioni di El Shaarawy dalla Roma ha subito battuto la concorrenza. Eppure, per le note ragioni, i rossoneri sono quelli che si erano seduti al tavolo di Alessandro Moggi e Daniele Sebastiani per ultimi. Galliani ha piazzato il colpo e - se vanno fatti i complimenti al Milan - c'è da dire che ne esce malissimo il Napoli e vengono beffate due società importanti come Genoa e Sassuolo. Il discorso è semplice: il Napoli si era mosso scomodando anche Sarri pur di convincere Lapadula a vestire la maglia azzurra. Si era parlato anche di un cambio di modulo per agevolare la cessione di Lapadula da Pescara a Napoli. Non è servito a nulla e, se De Laurentiis continua così, i napoletani devono capire che i rifiuti saranno sempre di più. Il Napoli si muove, li sonda, li tratta e li perde. L'atteggiamento si sta consolidando sempre più e una squadra che fa la Champions League e ha un entusiasmo alle spalle clamoroso non può permettersi di perdere un giocatore seguito e scelto, in favore del Milan, che è in crisi nera e le coppe le vedrà anche quest'anno in televisione. Non vorremmo essere nei panni di Cristiano Giuntoli che da buon Direttore segue e punta i rinforzi ma poi - quando arriva la fase della concretezza - non riesce a chiudere un colpo. Il Presidente De Laurentiis dovrà interrogarsi su queste situazioni di mercato che danneggiano anche a livello di immagine il Napoli. Non venite a dirci adesso che Lapadula non era un obiettivo primario perché ci viene da ridere. Se un allenatore telefona ad un calciatore pur di convincerlo significa che nei piani degli azzurri Lapadula era in cima alla lista. In tutto questo marasma qualcuno ha capito se Gabbiadini resterà o meno a Napoli?
Il problema del calcio diventa sempre più comune. Ed è nei Direttori Sportivi. Troppa gente che lavora per amicizia e non per competenze. La meritocrazia non esiste e prevale sempre l'amico dell'amico del fidanzato della zia di nonna Peppina sul giovane che ha voglia di andare a vedere mille partite sui campi, con tanto di relazioni scritte. Le vecchie volpi non vanno più bene, hanno mangiato troppo e ormai scoppiano. Considerate anche che i Presidenti sono sempre più Direttori Sportivi e hanno voglia di fare il mercato in piena autonomia per due principali motivi: il primo è che non si fidano dei Direttori che gli ciullano i soldi tramite procuratori e il secondo che giustamente si vogliono divertire con il loro giocattolino. Vedete Sebastiani a Pescara. Il Presidente è molto bravo e non ha avuto bisogno di un vero Direttore Sportivo per incassare una barca di soldi e per raggiungere la serie A; fa quasi tutto da solo. Complimenti. Sabatini a Roma ha perso anche quel briciolo di considerazione che gli era rimasta tra gli addetti ai lavori. Per tutto l'anno scorso ci ha raccontato che sarebbe andato via ed è rimasto. Ci ha fatto credere che se fosse andato via Garcia sarebbe andato via anche lui, invece al posto delle rotelle sotto la poltrona si è messo i bulloni. Sarei curioso di andare a Trigoria solo per vedere la scrivania di Walter. Un genio. Pallotta dagli Usa guarda i cartoni animati. Lo Monaco è dovuto ripartire dalla serie C pur di lavorare a condizioni imposte da Pulvirenti ai limiti della decenza per un Direttore che a Catania ha fatto la storia e, invece, pur di rientrare ha accettato condizioni assurde. I giovani che crescono sono bravi. Su tutti Giuntoli, giovane ma big. Napoli ha pescato bene ma Giuntoli non basta se De Laurentiis non lo segue. Un altro che farà carriera è Luca Nember del Chievo Verona. Dopo Sartori al Chievo avevano preparato il drappo in segno di lutto, invece con Nember hanno fatto bingo. Giovane e gran lavoratore, la fortuna del Chievo è il Direttore che ha gestito con grandissima personalità la difficile situazione Maran quando doveva andare a Bergamo e invece con convinzione e senza isterismi Nember lo ha blindato, forte del contratto firmato. Faggiano a Trapani continua a fare miracoli, Goretti a Perugia costruisce squadre forti ogni anno per puntare alla promozione. I giovani sono il futuro, le vecchie volpi non riescono neanche più ad arrivare all'uva. Semplicemente perché è finita e da mangiare sull'albero è rimasto poco o nulla.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Una settimana da Kalinic. La Juventus chiude il mercato, la Roma lo apre, il Milan con Deulofeu aspetta Gomez dall'anno prossimo. Serie A più divertente: sarebbe meglio ridistribuire i proventi televisivi 22.01 - Non mi capita molto spesso di parlare bene della mia categoria professionale. Anche perché è in continuo movimento, c'è chi si ancora a vecchi capisaldi - perché nato con la carta stampata e, più in generale, non digitale - e chi mette zizzania perché pensa di cambiare completamente...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Mauro Suma

Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.