HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

C'è solo Franco Baresi. Il closing di Donnarumma a Febbraio. Buffon, tempesta in un bicchier d'acqua. Icardi ha coperto De Boer

22.10.2016 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 15862 volte

A Verona, contro il Chievo, la Curva Sud del Milan ha risfoderato un coro storico del repertorio: "C'è solo Franco Baresi, Franco Baresiii....". E' lo schieramento di sempre della Curva che ha sempre sventolato una sola bandiera gigante al centro del proprio settore, quella con la maglia numero 6; è probabile che qualcuno ci legga un rigurgito di quel vecchio episodio fra gli Ultras rossoneri e Paolo Maldini, ma questo non è affar nostro. E' corretto invece stabilire e ribadire l'evidenza. E cioè, inserire Franco Baresi nel dibattito che c'è stato e che magari in futuro tornerà sulle bandiere all'interno del Milan ha un senso preciso: ricordare l'esistenza di Franco Baresi. Il che non significa, Santo Cielo, farlo a detrimento di Paolo Maldini o per mancare di rispetto a Paolo Maldini. Significa ricordare la presenza nel Milan e la fame di calcio del Rossonero del Secolo. Ripetiamo, il Rossonero del Secolo, eletto direttamente dai tifosi rossoneri nel Dicembre 1999.

Arriva Milan-Juventus e tra un complimento e l'altro da parte bianconera, era partita la sottile, anche abbastanza abituale, opera di destabilizzazione sul fianco del Milan. La Juve su Donnarumma, Raiola e la Juve quindi Donnarumma, Buffon e il suo erede nella Juve. Tutto noto, tutto previsto. Ma alla vigilia della sfida parla Adriano Galliani che preannuncia il prolungamento di Gigio al compimento della maggiore età. Ma Donnarumma è nato a Febbraio. E Febbraio è dopo il closing. Ciascuno interpreti le date come meglio crede, ma ricordiamo, oggi che la vicenda è molto calda, che il buon rapporto fra Adriano Galliani e Mino Raiola, come abbiamo già ricordato qui, ha sventato in tempi non sospetti, lontano dalla luce dei riflettori, l'inserimento del Bayern Monaco sul diamante fra i pali di Castellammare di Stabia. Si tratta di rifare l'operazione. E se il caso non c'è, non c'è...

Non sappiamo con chi ce l'avesse Gigi Buffon dopo Lione-Juventus. Forse con un grande giornalista, dal quale non si aspettava attacchi di un certo tipo visti i trascorsi e visti i precedenti. Non lo sappiamo e non possiamo strologare random. I nervi scoperti della vicenda, gli errori itineranti sono però due. Il fronte juventino, ben popolato dai tifosi e rappresentato come atteggiamento da Marotta, sbagliano a reagire alla cronaca come se far notare che contro Spagna, Macedona e Udinese il gigante bianconero ha commesso degli errori fosse delitto di lesa maestà. Il fronte critico e il fronte non juventino, ben distinti fra loro, sbagliano invece a voler schizofrenicamente anticipare a tutti i costi in un caso la fine della carriera di Buffon e dall'altro invece a mettere sul conto di Gigi qualche divergenza di opinione sulle sue frasi e su alcuni atteggiamenti che hanno scandito qua e là la sua carriera.

La vicenda di Mauro Icardi è così evidente che è stata raccontata tutta ed è stata spolpata tutta. Il suo effetto collaterale è adi aver coperto le ricadute di Frank De Boer. Era partito male contro Chievo e Palermo, aveva sbandato contro l'Hapoel ma si era rialzato, il tecnico olandese nel trittico Pescara-Juventus-Empoli. Un solo punto nelle due partite pre-sosta ma anche le due gare convincenti nella fase offensiva alla Zeman contro Bologna e Roma hanno indotto la proprietà nerazzurra a non fare, durante la sosta di Ottobre, quello che dopo Inter-Palermo era stato ventilato. E cioè avvicendare De Boer. Cosa che non accadrà nemmeno dopo un passo falso a Bergamo. Il prossimo appuntamento fra la valutazione Suning sull'allenatore è lo stesso De Boer è rinviata alla prossima sosta di Novembre.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...

EditorialeDI: Marco Conterio

Ferrero, Sarri & co: ora basta! Una decisione arbitrale sbagliata non può portare ancora a simili reazioni. Juventus, perdere Witsel non è un peccato. Roma, Feghouli bel colpo. Caso Kalinic: cifre folli, immobilismo viola e la reazione di Sousa 08.01 - Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, disse chiaramente che i tecnici arebbero dovuto evitare di parlare di decisioni arbitrali. E siccome nell'universo calcio, nel posto gara, i microfoni sono accesi anche per i presidenti, sarebbe stata cosa buona e giusta se quelle parole...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.