HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Campioni con le valigie in mano: Higuain e Nainggolan primi della lista. Juve: via una stella in estate, occhio anche ai big di Inter e Lazio. Ma c'è una ricetta per non perdersi e l'esempio è bianconero

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista e vicedirettore di Firenzeviola.it.
10.04.2016 00.00 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 41497 volte
© foto di Image Sport

Viva l'Italia, strimpellava il Maestro. Sì. Solo che di vivo c'è poco, dalle casse dei club al futuro delle società se paragonate con quelle del resto del globo. Sicché sopravviva l'Italia, e tragga ancora una volta beneficio dalla munificenza delle big d'Europa, pronte a pagare e strapagare i suoi gioielli. Rassegnatevi. Oramai funziona così. Avete mai sentito parlare della migliore stella del Barcellona, del Real Madrid, del Manchester City, del Chelsea o dell'Arsenal, per una squadra italiana? Viceversa. Avete letto delle stelle della Juventus, del Napoli, della Roma, per le grandi d'Europa? Ecco. Perfetto.

Dunque non stupitevi, a Napoli, se Gonzalo Higuain deciderà di non rinnovare. O se lo farà e sarà questa arma importante per De Laurentiis per non cedere sul prezzo. Però la decisione bavarese è a buon punto e Carlo Ancelotti lo ha chiesto come primo nome alla dirigenza del Bayern Monaco. Certo, di mezzo può inserirsi anche il Paris Saint-Germain che però dovrebbe virare poi su Karim Benzema (se l'Arsenal non dovesse a sua volta riuscire a prenderlo). Una giravolta che però rischia di privare davvero il Napoli del suo centravanti. De Laurentiis, imperterrito, chiede la cifra della clausola ma anche il giocatore ed il suo entourage sono consci che un prezzo del genere non lo pagherà nessuno. Che il Napoli esca più forte dall'addio possibile dell'argentino? Niente affatto. Giuntoli si sta già muovendo per il sostituto, e con cotanti milioni è possibile costruire un'intera squadra.

Non ne incasserà 100, ma le offerte pioveranno importanti, la Juventus per Paul Pogba. La Vecchia Signora è conscia che, comunque, offerte più alte di quelle in arrivo questa estate difficilmente arriveranno in futuro. Sicché la strategia di cedere ora, al massimo della resa, l'ex United, è strategia saggia e giusta. Occhio anche ad Alvaro Morata: la Juventus strizza l'occhio anche alla possibilità di incassare forte con lui ed avere cash per una squadra all'altezza di lottare per la Champions.

Però i big partiranno. Ovunque. La Roma, nonostante le rassicurazioni di James Pallotta, perderà un big a centrocampo. La trattativa per Radja Nainggolan al Chelsea è impostata, i Blues hanno preso informazioni anche per Miralem Pjanic. Insomma, Antonio Conte vuole uno dei due con sè a Londra e per la trequarti, tra i nomi sondati, ha anche Ivan Perisic. Non come prima alternativa, ma l'Inter è conscia che in estate dovrà far fronte ad un sacrificio. Importante. Pesante. Occhio pure a Mauro Icardi, corteggiato da Josè Mourinho e da Diego Pablo Simeone. Perisic, appunto, e Marcelo Brozovic sono le alternative.

Le stelle rischiano di partire ovunque, ma quel che farà la differenza sarà la capacità delle dirigenze di saper far fronte ai grandi addii. Prendete la Juventus: ha salutato Arturo Vidal, Andrea Pirlo e Carlos Tevez, ma ha saputo costruire una squadra forte, più giovane e di maggior prospettiva. La Lazio dovrà essere capace di superare almeno due cessioni di big: Lucas Biglia ed uno tra Antonio Candreva e Felipe Anderson, i maggiori indiziati. Matias Vecino, Milan Badelj ed occhio anche al richiestissimo Federico Bernardeschi, più Khouma El Babacar, quelli che la Fiorentina rischia di perdere a giugno. La lista è lunga, c'è un big in uscita da quasi ogni piazza. In casa Milan, intanto, solo rumors su Gianluigi Donnarumma, per adesso, anche se 38 milioni di euro sono cifra irrinunciabile a prescindere da doti ed età. Però è vero che in molte sono folli di Carlos Bacca, ma Silvio Berlusconi non vorrebbe perdere la stella colombiana in estate.

La ricetta per ripartire, però, c'è. E' quella di cui parlavamo prima. Avere un progetto, dirigenti capaci, un apparato scouting di livello. La Juventus deve essere l'esempio per tutti: ognuno ha un suo compito, in ogni settore dell'azienda, della società, del club. La Roma vuole diventare più inglese puntando più sul video-scouting, l'Inter sta cercando di implementare l'apparato di ricerca e monitoraggio giocatori dallo scorso anno guidato da Mirabelli. La Fiorentina si è dotata, dopo un faticoso operato, di un nuovo sistema di scouting e rivoluzionare anche in quello sarebbe un peccato anche se i segnali e le chiacchiere dicono il contrario. Sarà un'estate di rivoluzione, insomma. Dovunque. Ma nulla è perduto. Basta cambiare, sì, ma con intelligenza.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.