HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Cari calciatori del Napoli, invece di pensare a dove trasferirvi nel caso in cui la Champions sfuggisse nuovamente al Napoli, preoccupatevi di portare la squadra al terzo posto. Tocca a voi conquistarlo...

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
18.01.2015 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 36866 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Il Napoli è squadra da secondi tempi, una formazione da "recupero" dopo aver concesso troppo, per superficialità oppure per eccesso di riguardo. Avesse sempre fatto ciò che sa, altro che terzo posto, oggi sarebbe la maggiore insidia per la Roma che può permettersi (insieme alla Juve) qualche battuta d'arresto, vista l'evidente inferiorità delle avversarie. Tutte tranne il Napoli. Ma davvero vogliamo convincerci che l'organico a disposizione di Benitez sia tanto più scadente delle due battistrada? D'accordo, la difesa avrebbe necessità di essere integrata con gente esperta, navigata, reduce da tante battaglie da trasferirne l'esperienza alla squadra azzurra. Idem per il centrocampo, ormai consegnato alla immarcescibile coppia Gargano-Lopez, due onesti guardiani ai quali affideresti anche il portafogli nella consapevolezza che nessuno potrebbe avvicinarsi in loro presenza. Troppo poco, troppo modesto per contrastare altre realtà, ad esempio come la Juve che schiera tutti quanti insieme Pirlo-Pogba-Marchisio-Vidal: si può pensare di competere con questo intonato quartetto d'archi? Ovviamente no. E nemmeno si può pretendere che a gennaio si prendano (pur avendone la possibilità economica) rinforzi di quello stesso calibro: non te li vende nessuno. Ecco che, allora, scatta la regoletta della "ottimizzazione" delle risorse interne. Ha ragione Benitez quando sostiene che ognuno deve fare il proprio lavoro, il calciatore deve impegnarsi in allenamento e il procuratore deve discutere nelle opportune sedi dei propri assistiti. Tutto corretto, tranne quando ci si accorge che il timing di alcuni calciatori è arrivato ad un livello di guardia, ben al di sotto delle attese e tanto da rischiare un doppio effetto contrario: svalutare il cartellino e determinare contraccolpi psicologici. Soprattutto quando si tratta di elementi appetiti da svariati club, come Mertens e soprattutto Hamsik (che hanno la fila dietro la porta tra i club che li vorrebbero), oppure altri costati un botto quando il Napoli li ha comprati. Leggi Inler, pagato quasi 18 milioni di euro quattro stagioni or sono. Per evitare il rischio di iscrivere passività a bilancio relativamente alla voce del capitano della nazionale svizzera, il Napoli dovrebbe incassare non meno di 7 milioni di euro. Una cifra al ribasso, ma che oggi nessuno se la sentirebbe di investire per un elemento utilissimo, di 30 anni e reduce da un periodo poco positivo. Bisogna aspettare per lui momenti migliori e l'unico modo resta quello di un suo maggiore impiego. Benitez ha ammesso che in questo periodo ci sarà più spazio per lui, ma anche per Mertens, ora che nella stagione già ricca di impegni si inserirà pure la Coppa Italia. Un'occasione buona per il rilancio a beneficio del calciatore sotto utilizzato e della squadra tutta. Poi, gradualmente torneranno nella piena disponibilità del tecnico, Ghoulam (tornerà a fine mese dalla Coppa d'Africa), Zuniga (il suo recupero dovrebbe completarsi a metà febbraio), Insigne (a metà marzo tornerà a giocare) e poi si capirà cosa ne sarà dell'oggetto misterioso Michu. In questo pacchetto di recuperi bisognerà includere anche gli ultimi arrivi di Gabbiadini e Strinic. Con una rosa siffatta, ricca e competitiva, il terzo posto dovrà essere l'obiettivo minimo per evitare una contrazione nelle entrate che sarebbe gravissima, ora che il Napoli non ha più altri calciatori come Cavani e Lavezzi da vendere al miglior offerente per continuare ad avere una rosa di tutto rispetto. Tocca a Benitez sfruttare per intero tutto l'organico, ma soprattutto ai calciatori esprimersi al top in questa seconda parte della stagione. Invece di pensare ad altri lidi da frequentare nella prossima stagione, qualora a Napoli non ci fosse la Champions, si preoccupassero soprattutto di portare la squadra azzurra nella massima competizione continentale: sarebbe il modo più corretto per rispettare un club che si è accollato ingaggi da nababbi pur portarli a Napoli.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...
Telegram

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri prigioniero del Napoli, divorzio impossibile. Chelsea accelera per Bernardeschi, ieri mezza Europa a seguire l'asso viola. Milan, pronti cento milioni per il mercato. Spalletti prima scelta per la Juve 17.02 - Le accuse a Sarri, inaspettate e immotivate, del presidente De Laurentiis (con due i, mi raccomando) hanno fatto saltare in aria lo spogliatoio del Bernabeu e trasformato una onesta sconfitta in un’altra drammatica puntata della serie "I due nemici". E adesso cosa succederà? Ho...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il peso della Champions e le panchine che iniziano i loro valzer con largo anticipo… 16.02 - Dobbiamo essere onesti e realisti. Il Napoli ha giocato con coraggio: ha guardato il Real negli occhi. Gli ha messo anche paura. Poi la qualità delle giocate (anche quelli “improvvisate” come il gol di Casemiro) e soprattutto la personalità e l’esperienza degli avversari ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Real Madrid-Napoli, il giorno del giudizio... Cassano, nessuno si fa avanti! C'è la fila per Allegri ma... 15.02 - Finalmente ci siamo. Oggi è il giorno della verità. Il blasonato Real Madrid, la squadra delle stelle, quella del Pallone d’Oro CR7, ospita, nel mitico Bernabeu, il bel Napoli di Sarri, ossia la compagine che gioca il miglior calcio in tutt’Europa. Una sfida “galattica”, un confronto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: le pulci al Pipita e l'ultima (scomoda) parola sul caso-arbitri. Inter: la "scoperta" di Pioli, un partente...Eun nuovo arrivo! Turbolenze Milan, strane telefonate, risposte sul campo: occhio alle scelte cinesi...Napoli: dimentica i complimenti 14.02 - Ciao. È finito Sanremo. Ha vinto uno che cantava con uno scimmione di fianco. Davvero bravo (anche il cantante). Sanremo è incredibile perché puoi avere tutte le rotture di balle del mondo ma fa niente "tanto c'è Sanremo". "Mamma hai cambiato le pile del polmone d'acciaio della...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Forza Napoli, regalaci la notte perfetta! Juve-Ascoli e il paradosso di mercato. Toni, ti presento Avellino. Abodi contro Tavecchio: la scimmia nuda balla 13.02 - Se dieci anni fa avessero detto a Gabbani che, sul palco dell'Ariston, uno contro uno avrebbe battuto Sua Maestà Mannoia, anche lui si sarebbe messo a ridere. Invece i tempi cambiano e, a volte, i miracoli esistono. Se il Napoli non si presenterà battuto al Bernabeu, il pronostico...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Juventus-Inter, una rivalità che si estenderà al mercato. Il Beijing vale più del Milan. Napoli e Roma hanno perso la loro occasione, a meno che non arrivi una Superlega. Gomez, ma dove vai? 12.02 - A metà gennaio il Beijing Guoan, club di Pechino, è stato venduto al gruppo immobiliare Sinobo Land per 3,6 miliardi di yuan. Poiché le quote acquistate erano del 64%, virtualmente la società cinese ne vale ben 2 in più. Significa che il valore intero è di circa 754 milioni di euro,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Juve-Inter: Andrea, il grande assente Deulofeu: peccato per Rabiot e Pjaca Sosa: M'Vila e Felipe Melo Radja: l'odio, no! Bernabeu: forza Napoli! 11.02 - Non è un derby, c'è qualcosa di molto più acre. Lo sappiamo per esperienza, ad esempio fra Milan e Inter: dopo un derby vero, gli sbertucciamenti e le frecciate durano al massimo 24 ore. Quella fra Juventus e Inter è ben altro, è un guanto si sfida di potere. La posta in palio non...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.