HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Caro Thohir, non hai sbagliato a vendere ma ad acquistare. Milan, futuro nero. Juve, dopo Alves tieni Morata. De Rossi, papà di Roma...

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
06.06.2016 16.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 87321 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

E' già finita l'avventura di Erick Thohir alla guida dell'Inter. L'unico magnate con pochi soldi lo abbiamo attirato noi. A Roma spendono, giustamente, quel che si possono permettere, mentre all'Inter l'indonesiano con il braccino corto si è già rotto. Ma diciamocela tutta: Thohir non sta sbagliando a vendere e a restare con il 31% delle quote del club ma ha sbagliato ad acquistare. I tifosi che oggi se la prendono con Thohir sbagliano perché qui c'è solo un colpevole e si chiama Massimo Moratti. Il maxi debito all'Inter l'ha fatto lui, Mancini l'ha consigliato lui, ha venduto e ha voluto continuare a mettere il becco e se Thohir non è quello che tutti si aspettavano la colpa è sempre di Moratti che lo ha trascinato nel calcio italiano come via di fuga dal disastro generale. E' un'Inter, però, che oggi guarda al futuro con grande ottimismo. Su una cosa Moratti ha ragione: bisogna affidare le chiavi del club agli italiani. Fare calcio in Italia non è semplice e fare paragoni con gli altri Paesi non ha senso. Qui è un jungla. Fare calcio in Italia è per pochi. Devi far parte di certi giri, devi conoscere da anni i procuratori che ti portano i calciatori giusti solo se poi torna qualcosa di importante nelle loro tasche e via dicendo. Se un noto procuratore ha la villa più bella di Ibiza un motivo ci sarà. I geni sono i procuratori che con il calcio i soldi li fanno e non ce li mettono. Senza ansie da prestazione e la loro vita non è condizionata da una palla che finisce in rete o sul palo. Certo, di questi, ce n'è una ventina, gli altri procuratori vivacchiano o non esistono. Thohir fa bene a vendere. Il futuro dell'Inter, con lui, sarebbe sempre in mano alle banche e il debito non diminuirebbe ma aumenterebbe, come le pressioni di Moratti, il quale oggi scarica l'indonesiano ma due anni fa lo accolse come il salvatore della Patria. Perché Moratti non dice: "ho sbagliato io a cedere a Thohir e ho sbagliato io a proporre Mancini per il dopo Mazzarri"? Mancini, tra il suo stipendio e l'acquisto di calciatori importanti, ha fatto aumentare il debito e non ha migliorato l'andamento della squadra.
Se l'Inter è ad una svolta, il Milan è al punto di partenza. Registriamo le solite frasi di Berlusconi, ma qualcuno dovrà mettere, prima o poi, mano alla squadra. Brocchi pensa al prossimo anno e sarebbe giusto ripartire da lui. Sperando di non vederlo tra due anni in serie C come qualche suo sfortunato predecessore. Il Milan ha un futuro sempre più nero, come il cielo di Milano ieri. Bacca ha deciso di partire e per fare mercato non c'è un euro. Anche se il condor dovesse inventarsi qualcosa di clamoroso c'è poco da essere ottimisti.
La Juventus parte con il botto. Anche se non più 24enne, Dani Alves è un top player. Venerdì scorso, su Sportitalia, ha rilasciato dichiarazioni importanti anche se ha specificato che non ha ancora firmato e dovrebbe andare a Torino verso fine mese. Rinforzare la difesa è importante, ma attenzione anche al centrocampo, dove qualcosa manca, e in attacco la vera priorità sarebbe confermare Morata. Situazione non semplice con il Real Madrid. L'attaccante spagnolo dovrebbe intervenire per far capire la sua volontà ma ci mettiamo nei suoi panni e capiamo benissimo che comunque vada casca in piedi. La Juventus avrà la fortuna, per i prossimi 5 anni, di dover rinforzare la rosa sempre e solo con 2-3 calciatori importanti mentre gli altri sono costretti ogni anno a fare una mini rivoluzione. E' la dimostrazione che in Italia sarà davvero difficile interrompere il dominio bianconero. Cosa triste per tutti gli appassionati di calcio perché ormai il campionato perde di appeal.
E' stato, invece, uno spettacolo il campionato Primavera: l'Inter che vince ai rigori i quarti con il Palermo, la Roma che vince ai rigori la semifinale con l'Inter e la Roma che trionfa ai rigori nella finalissima con la Juventus. Equilibrio pazzesco. Il campionato Primavera, come la Coppa Italia, regala grandi emozioni e soprattutto giovani promesse che da un anno all'altro sono pronte per la serie A. De Rossi è l'emblema di come si lavora con i giovani. Allenatore preparato e scaltro, vincente e competente. La Roma ha un pregio: ha capito che il settore giovanile è importante. L'errore clamoroso l'ha commesso il Milan spostando Brocchi in prima squadra mentre la Primavera otteneva grandi risultati. Alla fine quella mossa ha ammazzato anche i giovani che sono stati eliminati nel play off e non hanno potuto disputare una final eight che avrebbero meritato. E' stato l'anno della Juventus che sta tornando grande anche con il settore giovanile. Il trionfo del Viareggio, una finale persa con l'Inter in Coppa Italia e la finalissima scudetto persa con la Roma ai rigori. Grosso sta lavorando benissimo. Il prossimo anno si ripartirà con grande entusiasmo ma quest'anno abbiamo avuto la possibilità di ammirare calciatori già pronti. Qualche consiglio: Adjapong (Sassuolo), De Santis e Felicioli (Milan), Baldini (Inter), Lirola (Juventus), Lo Faso (Palermo) e Ponce (Roma). Ce ne sarebbero tanti altri. Ma tempo e righe sono finiti.
Buona settimana.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve e Allegri: in arrivo una decisione “comune”. Inter: la verità su Conte (e quella su Pioli). Milan: a tre giorni dal closing, un paio di chiarimenti (anche su Donnarumma). Atalanta: 17.8 milioni. Arbitri: un appello “sereno” 28.02 - Siccome iniziare un pezzo con “siccome” è vietato dal buongusto e dalla lingua italiana, noi non lo faremo. Inizieremo con “ben ritrovati”. Ben ritrovati, l’editoriale di settimana scorsa sulle markette ha generato un casino che metà basta, per questo eviteremo di annoiarvi ulteriormente....
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Film-Milan, la settimana dei pianti e delle feste. De Laurentiis, hai rovinato tutto! Verona, per la A esonera Pecchia e prendi un De Canio... Figc, il gioco si fa duro ma i colpi bassi non pagano mai 27.02 - Il Milan vince a Sassuolo con un rigore da ripetere (almeno), il Napoli perde punti e testa e l'Atalanta è lo spot più bello del nostro campionato. Immaginate se Gasperini avesse indovinato anche le prime cinque giornate oggi dove sarebbe... Roba da matti. Complimenti a Percassi e...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il futuro di Allegri, Sousa, Spalletti, Sarri e la carta Ranieri: novità e previsioni su uno dei più grandi domini degli allenatori del calcio italiano 26.02 - Mentre il Napoli ha ufficialmente detto addio ai sogni Scudetto, la Juventus vola spedita verso l'ennesimo titolo. Sì, dietro c'è la Roma, arrembante, vigorosa, ma la sensazione è che per l'ennesima volta la proprietà americana resterà a bocca asciutta mentre a festeggiare sarà Massimiliano...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.