HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Cina: in lista anche la Fiorentina. Inter: Moratti controlla, Brozovic foglia di fico. Bayern: Ancelotti vuole Hummels e Marchisio. Sinisa: svolta epocale

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
16.04.2016 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 24918 volte

Da 2 mesi la voce più ricorrente in città riguarda il bene comune in quel di Firenze: manco a dirlo, la Fiorentina. Ci sarebbe, la voce è raccolta e il condizionale è sacrosanto, già una quotazione di 120 milioni per il Club viola. I Della Valle sarebbero prontissimi ad andare avanti nella vicenda e nella trattativa con un non meglio precisato interlocutore cinese, nel quadro di una Italia che ormai fa fatica a fare calcio ad altissimo livello, a patto di poter inserire nella quotazione tutti i permessi per consentire alla nuova proprietà di costruire il nuovo Stadio, tema annoso a Firenze, lo era anche per l'allora sindaco e oggi premier Renzi. Il contesto spiegherebbe anche gli alti e bassi, sia a livello di risultati che di compattezza interna, vissuti nella stagione da Paulo Sousa e dalla squadra viola.

L'ultima del giornalista interista è che solo l'Inter ha i giocatori da mettere in vetrina nel mercato delle cessioni, quelli del Milan non li vuole nessuno, sono tutti brutti, cattivi e sbagliati. La logica è quella di sempre: siccome all'Inter il livello delle voci e delle preoccupazioni soprattutto interne sul futuro del Club è salito così di tono che lunedì scorso il presidente Thohir è stato costretto a fare una video-conferenza con tutti i dipendenti per provare a calmarle e a contenerle, e allora meglio andare in giro per le chiese televisive a far casino sul Milan e sulla sua parte sportiva. Questo"scenario" è confermato dall'amore vero del presidente Moratti. L'amore per una squadra di calcio non ha barriere, è da apprezzare chiunque lo provi davvero anche se i colori non sono gli stessi. Al presidente Moratti converrebbe alla grande oggi cedere, intascare e lasciar scorrere. Ma non ci pensa nemmeno, teme per il futuro dell'Inter, teme l'andirivieni e allora sta lì, fermo, duro e puro a controllare che tutto vada come deve andare senza pericolosi colpi di scena. E a chi pensa che vendendo Brozovic tutto vada a posto come ci si affanna a dire nelle famose chiese televisive (ma dopo le "esplosioni" di Alvarez al Sunderland e di Kovacic al Real Madrid, non è che qualcuno inizierà in Europa a farsi delle domande, a darsi delle risposte e a far scendere le quotazioni?), bisognerebbe insegnare a fare un po' di conto. Comunque: torniamo al fatto che la parte sportiva del Milan "produce" solo catorci. Facciamo il riepilogo da Febbraio 2016 ad oggi, gli ultimi 2 mesi sui media, non di Suma o di Milan Channel, ma sui media generalisti letti e assorbiti tutti i giorni: offerte "monstre" del Barcellona e del Chelsea per Donnarumma; offerte e attenzione per Romagnoli da Bayern e Stoccarda; lo stesso per Bonaventura da Liverpool e Bayern; apparso più volte il titolo attento Milan, offerte pazze e asta per Bacca; per Suso il presidente Preziosi (quello che ha rilanciato Niang) è disposto a sborsare 10 milioni; per Niang (fonte Gianluca Di Marzio) dopo l'interessamento di Gennaio del Leicester è pronto a fare follie in estate lo Stoke City; Cina sempre sul chi va là sia per Luiz Adriano (se il giocatore avesse trovato l'accordo con lo Jiangsu, il Milan l'avrebbe fatta eccome la plusvalenza visto che il contratto fra i 2 Club era già stato firmato) che per Menez; possibile offerta di 10 milioni della Juventus per De Sciglio. Non è una corsa a mettere più pezzi sulla bancarella.E' la dimostrazione, una volta per tutte, che anche la rosa del Milan ha un suo valore. E' la dimostrazione che in questa stagione il Milan ha costruito. Non lo dice Suma e non lo dice Milan Channel. Consideratelo il pensiero ad esempio di un grande allenatore di Serie A: con 2-3 innesti importanti il Milan di oggi, il Milan di adesso, sissignori, nella prossima stagione potrebbe avvicinare molto Juventus e Roma, visto che il Napoli, non sono parole nostre, cederà Higuain e visto che all'Inter ci sono tanti ma tanti chiari di luna.

Intanto Carlo Ancelotti si sta schiarendo le idee. Che gli piacesse Bacca già nella scorsa stagione al Real Madrid, è cosa nota a chi è connesso con il calcio. Che stia osservando tanta Serie A italiana, non è altrettanto un mistero. Vuole Hummels per rinforzare una difesa che spesso quest'anno è stata incompleta e vulnerabile e ha in testa Marchisio, Quest'estate Torino dovrà decidere: fra Chelsea e Bayern, Marchisio potrebbe partire davvero.

Abbiamo dovuto deglutire molto all'inizio di questa settimana. Ma non importa e non conta. Onore a Sinisa Mihajlovic per la fatica fatta, per la quadratura data ai primi 11 della squadra, per il rispetto delle regole e del lavoro riportato a Milanello dopo una stagione scorsa in alcuni tratti quanto meno impalpabile. Benvenuto Cristian Brocchi, di cuore, con sincerità e ammirazione. L'entusiasmo e la carica innovativa di Brocchi non possono non coinvolgere e non emozionare. Ma il modo in cui tutto questo è accaduto ha prodotto due eventi epocali: il presidente Berlusconi ha toccato con mano la clamorosa contrarietà dei tifosi rossoneri all'ennesimo colpo di scena dopo le estati del 2009 e del 2012 e si è rivolto direttamente a loro su facebook sulle questioni di fondo, fatto mai accaduto in 30 anni. Non solo: per due giorni le indiscrezioni di stampa sul futuro azionario del Milan non sono state smentite da Fininvest. Che in ogni caso ha sempre ripetuto, firmato e sottoscritto in più di un comunicato che non si fanno trattative per la maggioranza del Milan. A rendere inquieto il presidente Berlusconi è il suo non appagato amore per lo stile di gioco del Milan, a rendere insonni le notti dei tifosi rossoneri ci sono quattro campionati mai in lotta per lo Scudetto. Scenario tosto, contrastato, controverso. Il presidente Berlusconi merita di investire in un Club pacificato, i tifosi rossoneri meritano di intravvedere una luce alla fine del tunnel di risultati. In settimana si sono parlati, è fondamentale che accada ancora e di continuo. Il futuro, se è vero che stia premendo attraverso una trattativa, non è una bacchetta magica, ma un percorso da affrontare passo dopo passo.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.