HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Conte, Chelsea-Juve come Nazionale-Juve. Brozovic-Inter, cessione inevitabile. Italia sveglia, la Spagna arranca. Milan cinese, nonostante Tavecchio e i negazionisti

13.08.2016 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 27137 volte

Non appena si è diffusa la voce di Leonardo Bonucci concupito dal Chelsea, è partito il fuoco di sbarramento bianconero. Grande campagna acquisti per non aver nulla da invidiare ai Blues, probabilissimo adeguamento contrattuale al giocatore per non perdere un'anima della squadra. Antonio Conte ha appena ricambiato: la Juventus rinforza Raiola e lo United con l'operazione Pogba e, percepiti i problemi per arrivare a Matuidi e i sogni madridisti di Sissoko, scattano gli abboccamenti con Nemanja Matic, centrocampista proprio del Chelsea. Immediato il colloquio fra il nuovo inquilino di Stamford Bridge e il giocatore: anche se c'è Kante punto su dite, non accettare, resta qui. Detto, fatto. Più o meno lo stesso clima che esisteva fra bianconeri e Nazionale sul tema degli stage, o sulla convocazione di Bonucci pre-Europei vista la sua squalifica in Coppa Italia.

Marcelo Brozovic è arrivato all'Inter, dalla Dinamo Zagabria (vera e propria fucina di talenti visti anche Rog e Pjaca, complimenti) nel Gennaio 2015. Un'era diversa rispetto a quella di Suning e di Kia. All'epoca si prendevano i giocatori per averli un certo periodo gratis, cercare di valorizzarli e quindi venderli alla prima occasione. La prima rata di Brozovic è in scadenza, essendo stata prevista a suo tempo un anno e mezzo dopo il suo acquisto. Ecco il motivo dell'apertura nerazzurra alla sua cessione, dopo il peraltro ottimo colpo di Joao Mario. L'Inter risparmia la prima rata, cede il giocatore, fa una bella plusvalenza e rimborsa per intero gli 8 milioni pattuiti un anno e mezzo prima con la Dinamo Zagabria. Metodo moderno, magari non si conferisce una grande stabilità alla squadra ma la necessità virtù regna sovrana.

Il calcio italiano deve svegliarsi e reagire. Nessuno sintetizza e nessuno declina, ma la Spagna è in crisi. Il Real Madrid non ha fatto acquisti eccetto Morata e ha dovuto solo pensare alle cessioni, sia quelle fatte (Jesè) che quelle sognate e invocate: James Rodriguez, Isco e forse Kovacic se Zidane toglie la pregiudiziale tecnica. il Barcellona di grosso ha fatto una sola operazione, Andrè Gomes, sul mercato interno e se punta Dybala in questo momento non c'è molto da preoccuparsi. L'Atletico Madrid e il Siviglia hanno fatto sostanzialmente, con una cifra non esorbitante a favore dei colchoneros, lo scambio Gameiro-Vietto. Il Bayern e il PSG restano due potenze anche se non hanno fatto i fuochi d'artificio delle due di Manchester, mentre la Spagna rimane sostanzialmente a guardare. Con Florentino Perez che riguardo al mercato, lui abituato a presentarsi, pagare e prendere, è costretto a dire: "Vediamo se capita qualche occasione entro il 31 Agosto". L'Italia deve cogliere la palla al balzo e sorprendere gli spagnoli in stallo, sia in campo che fuori.

Non fidarsi dei comunicati stampa e voler fare come San Tommaso, fa bene al mestiere e alla categoria. Nessuna polemica e nessun rilievo. Ma il negazionismo strisciante, alla Tavecchio (elogiato da chi lo derideva per la frase sulle "cose strane") viene tritato un giorno dopo l'altro da fatti, annunci, movimenti, riposizionamenti. Il Milan è stato venduto e verrà rilanciato. E' bene iniziare a familiarizzare con questo concetto: Mr. Bee non fa testo e non fa giurisprudenza, è stata solo una operazione mediatica. Servita a tutti ma proprio a tutti? Forse, non facciamo le verginelle. Ma è finita, sorpassata, tumulata. Oggi c'è ben altro e succederà ben altro. Che poi le stesse cose, non nascondetevi, che si sussurravano sui campi, negli uffici, sulle tribune e nei vari dietro le quinte all'epoca della cessione da Moratti a Thohir, ossia i capitali esteri che rientrano, oggi sul conto del Milan e di Berlusconi vengono invece scritte ed esplicitate, lo vediamo bene. Ma fa parte di quel pregiudizio umano, sportivo e politico per cui su Moratti il quoziente dello scetticismo viene storicamente arrotondato per difetto, un po' come per De Benedetti in altri campi, e invece su Berlusconi per eccesso. E' tutto qui.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.