HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Conte un rammarico: Immobile preferito a Drogba. Baselli più facile. Scambio Isla-Ranocchia. Milan: no di Mandzukic, largo ai giovani. Kakà più lontano. Samp, Ferrero promette Cassano

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
13.06.2014 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 38581 volte
© foto di Federico De Luca

Conte è al mare in un paradiso africano, ma non molla il mercato della Juve che per ora gli ha riservato poche gioie. E per il futuro non è ottimista, difficilmente avra' la Juve che aveva sperato e sognato. Intanto ha confidato il suo rammarico per Ciro Immobile, perchè se l'acquisto in attacco deve essere nonno Drogba, allora tanto valeva tenersi il giovane napoletano che può crescere ancora.

Questo concetto ha espresso anche ai suoi dirigenti, ma ormai Immobile è in Germania. Chi arriverà allora? In attesa di capire se Sanchez è possibile (ieri ha cercato di convincerlo anche il suo amico Vidal), Marotta e Ausilio si sono incontrati ieri a Milano. Guarin piace sempre molto ai bianconeri, ma l'Inter vuole denaro cash per poter poi andare sugli obiettivi veri. La Juve ha risposto picche e allora si discute su un possibile scambio Ranocchia-Isla con conguaglio.

Marotta ha parlato anche con l'Atalanta cercando di avvicinarsi il più possibile a Baselli, giovane playmaker valutato 8-10 milioni, per il quale la Juve è disposta ad arrivare a se. Vedremo.

Nel frattempo tornando all'Inter, i nerazzurri hanno mollato la pista Luiz Gustavo, fortemente richiesto da Mazzarri, per il costo del giocatore ritenuto troppo lontano dalle possibilità nerazzurre, ma anche perchè il centrocampista vuol restare al Wolsburg. Un altro sogno di Mazzarri è Osvaldo sul quale la Juventus ha diritto di riscatto, ma 15 milioni sono ritenuti eccessivi. Anche qui una partita tutta da giocare.

Il Milan, invece, è ancora tutto da costruire. Inzaghi si è messo nelle mani di Galliani con i consigli di Sacchi. In bocca al lupo. La linea giovane è sicuramente quella prescelta tanto che il centrocampista Cristante è stato messo tra gli incedibili. Inzaghi dovrà anche dire quali saranno i 4-5 primavera da aggregare alla prima squadra. Nel frattempo Balotelli è sempre più nella lista dei partenti, ma non sono arrivare offerte decenti. Berlusconi spera molto in un buon mondiale dell'attaccante per venderlo almeno a venti milioni all'Arsenal che ci sta provando da tempo con ooferti troppo basse. Tra i partenti anche Kakà, il riavvicinamento con la moglie è in corso e questo significa un ritorno a casa quasi obbligato. Alsuo posto Menez nel 4-3-3 di Inzaghi. Non arriverà invece Mandzukic che costra troppo (almeno 20 milioni), ma soprattutto ha un ingaggio che il Milan non può pagare. A questo proposito si sta cercando di spingere Mexes che guadagna molto verso il Psg. Sarà sostituito da Alex.

Niente da fare invece per Babacar, un giovane che piace molto a Inzaghi e nel Modena in B ha fatto benissimo. Il cartellino è della Fiorentina che ha deciso di riportarlo a casa per inserirlo nella trattativa con l'Udinese per il riscatto di Cuadrado. L'Udinese vorrebbe tutto Babacar e dodici milioni, la Fiorentina ha offerto la metà dell'attaccante e la trattativa si sta chiudendo.

Chiusa anche l'avventura di Pepe Reina al Napoli. Il portiere spagnolo era in prestito dal Liverpool, De Laurentiis non lo riscatta e l'ingaggio del portiere va fuori dai parametri del Napoli. Come vedete il calcio italiano in questo momento ha tali e tanti problemi che i giocatori di prima fascia scappano appena possono.

Uno che è già scappato e poi tornato si chiama Cassano. Ora potrebbe tornare alla Sampdoria che ieri a sorpresa ha cambiato proprietà. Il petroliere Garrone che tre anni fa aveva ereditato dal padre, per rispetto del genitore aveva sempre detto no a Cassano che sarebbe tornato volentieri a Genova città della moglie. Ora senza Garrone le prospettive cambiano e il nuovo proprietario, il produttore cinematografico Ferrero, ha fatto subito sapere che ci proverà. Presentarsi con Cassano sarebbe un bel biglietto da visita per ingraziarsi i tifosi.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.