HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Danilo: 5 big in lotta per il gioiello del Porto. Leonardo, torna al Psg. Milan: Paletta esclude Munoz, importante Baselli… Osvaldo: o gli Emirati o il Boca Juniors

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
07.02.2015 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 26318 volte

Si chiama Danilo Luiz da Silva, classe 1991. Dopo il disastro mondiale del Brasile della scorsa estate, è diventato un punto fermo della Seleçao. A destra può fare sia l'esterno difensivo che di metà campo. E' la nuova grande fiche del mercato. Il suo contratto scade nel Giugno 2016 e fra dieci mesi sarà libero di firmare a zero. Dal momento che il Porto per un crack del genere chiederà una cifra molto molto alta che nessun Club, neanche quelli che vanno per la maggiore sul piano economico, sarà disposto a sborsare con il retropensiero che di lì a poco il giocatore sarà libero, la corsa è sull'ingaggio. Se la Juventus avesse ceduto Vidal la scorsa estate, avrebbe potuto essere competitiva per il suo acquisto. Ma perso l'attimo, la corte a Danilo è diventata di quelle asfissianti. C'è coda. In Italia tre squadre sono scatenate sottotraccia: Juventus, Milan e Roma. Ma i nuvoloni che si profilano all'orizzonte sono di quelli cupi e spessi: ebbene sì, Barcellona e Bayern Monaco. Attenzione, perché se questi giganti stanno pensando di muoversi, il giocatore è davvero bravo.

Prima della voce di Leonardo nuovo commissario tecnico del Giappone, la sensazione filtrata da ambienti non sportivi era che il vero obiettivo del brasiliano fosse quello di tornare al Paris Saint Germain. E dopo la voce di Leonardo nuovo commissario tecnico del Giappone, la sensazione confermata questa volta da ambienti sportivi è che Leonardo presto tornerà al Paris Saint Germain dopo le dimissioni del Settembre 2013. Non ne siamo e non ne saremmo sorpresi. A parte quello con il Milan, per il risentimento che Leo dichiara ancora agli amici di nutrire nei confronti del presidente Berlusconi, l'ex nazionale brasiliano non ha mai reciso i cordoni ombelicali, non quello con l'Inter e nemmeno quello con il Club parigino. Per nulla attratto dalla panchina, a Leo non dispiacerebbe, forse, riprendersi quella scrivania dirigenziale che ormai sente sempre più adatta alla propria vocazione nel mondo del calcio e magari far coincidere l'operazione con la partenza di Ibra la cui personalità in questo momento al PSG oscura sia quella di Blanc che degli stessi attuali dirigenti.

Ma Munoz? Era la domanda che saltava di bocca in bocca negli ambienti rossoneri, dopo che la notizia dell'arrivo di Gabriel Paletta era ormai trapelata. Pare che la risposta sia stata: Munoz era una ipotesi, ma per Luglio. Era una ipotesi...sembra quindi superata. Altrettanto non si può dire per Daniele Baselli, uno di quei centrocampisti che i tifosi rossoneri sognano per ricostruire l'intero reparto del Milan in estate. Non a caso Adriano Galliani ha utilizzato due spiegazioni differenti allo sciame sismico del mercato-Milan di Gennaio: per Baselli c'è una sorta di opzione morale, per Munoz invece nessun impegno scritto o verbale che sia. Il Milan di questa ultima settimana è stato esemplare e deve essere di monito a se stesso, al di là della durissima prova di stasera a Torino. E' stato finalmente il Milan. Anzi di più, il Milan 2.0. Un Milan non a due velocità ma, attenzione, a doppia velocità. Semplicemente meraviglioso il progetto del nuovo stadio ispirato e proposto alla città da Barbara Berlusconi, assolutamente di sostanza il gruppo di nuovi acquisti presentati da Adriano Galliani a Casa Milan. E' il Milan delle due energie che si sommano e non si sottraggono, giustamente pensato dal presidente Berlusconi nel novembre del 2013. Con la mano felice di Barbara Berlusconi che raddoppia (dopo Casa Milan, sarà un grande successo anche lo Stadio) e con Adriano Galliani che la sera dopo gli striscioni prende il treno da solo e va a citofonare a casa Destro con sacro fuoco e umiltà. Un Milan in sostanza senza acque limacciose e senza spazi per i falchetti da bar, ma che vuole tornare a fluire limpido, a scorrere pulito. Esattamente quello che auspicavamo una settimana fa, proprio in questa Sede.

Osvaldo non ha rescisso con l'Inter ed è la quarta situazione di mercato consecutiva che il Club nerazzurro sembra subire più che determinare. Dopo la lunga novela Sneijder pagata a prezzo abbastanza alto sul mercato della valutazione del giocatore e dopo non aver oltrepassato il guado dell'indecisione sia per Guarin che per Ranocchia (inutile crocifiggerlo adesso per l'errore di Napoli, il ragazzo, un talento vero, doveva partire, adesso gioca in sfiducia), molti tifosi speravano nell'inserimento in extremis di Osvaldo nella lista UEFA per l'Europa League. E invece niente. Nonostante le ore aggiuntive in cui si è fatta attendere la lista nerazzurra rispetto a quelle delle altre squadre che l'avevano già resa nota, avessero fatto intuire una trattativa Inter-Osvaldo per il reintegro, così non è stato. Osvaldo ha ricevuto offerte dagli Emirati Arabi, ma non sembra convinto. Non subitissimo, ma alla fine Osvaldo andrà al Bocas. Questo filtra da radio-mercato. Stessa frase per Antonio Cassano: alla fine andrà al Bari. L'unica vera offerta ricevuta da Fantantonio.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Film-Milan, la settimana dei pianti e delle feste. De Laurentiis, hai rovinato tutto! Verona, per la A esonera Pecchia e prendi un De Canio... Figc, il gioco si fa duro ma i colpi bassi non pagano mai 27.02 - Il Milan vince a Sassuolo con un rigore da ripetere (almeno), il Napoli perde punti e testa e l'Atalanta è lo spot più bello del nostro campionato. Immaginate se Gasperini avesse indovinato anche le prime cinque giornate oggi dove sarebbe... Roba da matti. Complimenti a Percassi e...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Il futuro di Allegri, Sousa, Spalletti, Sarri e la carta Ranieri: novità e previsioni su uno dei più grandi domini degli allenatori del calcio italiano 26.02 - Mentre il Napoli ha ufficialmente detto addio ai sogni Scudetto, la Juventus vola spedita verso l'ennesimo titolo. Sì, dietro c'è la Roma, arrembante, vigorosa, ma la sensazione è che per l'ennesima volta la proprietà americana resterà a bocca asciutta mentre a festeggiare sarà Massimiliano...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.