HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

De Laurentiis, De Magistriis, lo stadio conteso e quello scudetto che si potrà vincere a breve. La piazza di Napoli è pronta ormai da 25 anni

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
04.01.2015 00.00 di Raffaele Auriemma  articolo letto 25581 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

I fatti dopo le parole. Talvolta superflue, pronunciate per spostare l'attenzione e le opinioni altrove. Lontano da certi insuccessi arrivati per errori o per sfortuna. Il 2015 del Napoli dovrà essere l'anno dei fatti dopo aver trascorso gli ultimi sei mesi tra l'amarezza per l'esclusione dalla Champions e l'entusiasmo ritrovato dopo aver strappato la Supercoppa dalle mani della Juventus. Il mercato racconta di un attivismo insolito per le italiche vicende, operazioni concluse bene e con largo anticipo, anche meglio del Milan (ha preso Cerci) e l'Inter (è arrivato Podolski), grazie agli acquisti di Gabbiadini e Strinic che serviranno per tenere sempre alto il livello dell'organico a disposizione di Rafa Benitez. Obiettivo: il terzo posto. Come minimo, perché il rilancio partenopeo testimoniato dalla finale di Doha, allarga il fronte anche più su. Parliamo del secondo posto, nient'affatto appannaggio della Roma che ogni tanto qualche balbettio lo lascia partire. Per non escludere l'Europa League, vista la clamorosa predisposizione di don Rafè alla conquista di trofei One shot. Ha sollevato già 10 coppe e non intende fermarsi, consapevole della competitività di un gruppo che ha dimostrato di poter battere senza troppi affanni sia la Roma che la Juventus. Per lo scudetto no, bisognerà rimandare l'appuntamento ad altra data. Lo ha detto anche di recente il presidente De Laurentiis: "L'ambiente non è ancora maturo". Una frase che ha allargato il dibattito fino al sindaco De Magistriis, dichiaratosi per nulla d'accordo con quanto asserito dal patron. Forse, però, quel messaggio andrebbe letto in maniera più approfondita, tanto da allargare il raggio delle persone coinvolte dalle osservazioni del presidente. Se per "ambiente" intendeva tutto, ma veramente tutto ciò che riguarda il Napoli, allora ha ragione, perché anche il Napoli come club non è ancora pronto per battersi da pari a pari con le squadre che oggi hanno tutto per puntare al tricolore. Fino a quando il fatturato non crescerà a prescidere dalla qualificazione in Champions, difficilmente potranno essere reperite le risorse per potenziare la squadra. Finora gli introiti principali (oltre quelli delle tv) sono arrivati dalla cessione di top player come Lavezzi e Cavani e non può essere ridimensionato il progetto tecnico quando non si dispone di talenti da mettere all'asta. Per andare oltre questi limiti, andrebbe fatto il salto di qualità attraverso tre punti: lo sviluppo del settore giovanile, la realizzazione di un centro tecnico di proprietà e con tutti i criteri reclamati da Benitez, la costruzione di uno stadio di proprietà. Questo è il punto più delicato, ma anche critico nei rapporti tra Calcio Napoli ed Amministrazione cittadina, caratterizzato da una serie infinita di botta e risposta tra sindaco e presidente. Il 2015 deve servire anche a questo, a passare dalle chiacchiere ai fatti sulla questione San Paolo, definendo in maniera chiara i rapporti e capire perché sta andando tanto per le lunghe il processo di ristrutturazione dello stadio San Paolo. De Laurentiis ha detto di recente di avere già pronto il progetto messo a punto da una squadra di ingegneri ed architetti, mentre il sindaco attende la scadenza del 31 maggio per poi utilizzare la sua "opzione alternativa". Napoli reclama, pretende successi sportivi e risposte serie sullo stadio, avendo sviluppato negli anni una pazienza che colloca questo popolo al primo posto nella graduatoria di chi è maturo per vincere.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.