HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
-10 alla fine del mercato: da chi aspettarsi il grande colpo?
  Atalanta
  Bologna
  Cagliari
  Chievo Verona
  Crotone
  Empoli
  Fiorentina
  Genoa
  Inter
  Juventus
  Lazio
  Milan
  Napoli
  Palermo
  Pescara
  Roma
  Sampdoria
  Sassuolo
  Torino
  Udinese

TMW Mob
Editoriale

De Laurentiis, De Magistriis, lo stadio conteso e quello scudetto che si potrà vincere a breve. La piazza di Napoli è pronta ormai da 25 anni

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
04.01.2015 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 25599 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

I fatti dopo le parole. Talvolta superflue, pronunciate per spostare l'attenzione e le opinioni altrove. Lontano da certi insuccessi arrivati per errori o per sfortuna. Il 2015 del Napoli dovrà essere l'anno dei fatti dopo aver trascorso gli ultimi sei mesi tra l'amarezza per l'esclusione dalla Champions e l'entusiasmo ritrovato dopo aver strappato la Supercoppa dalle mani della Juventus. Il mercato racconta di un attivismo insolito per le italiche vicende, operazioni concluse bene e con largo anticipo, anche meglio del Milan (ha preso Cerci) e l'Inter (è arrivato Podolski), grazie agli acquisti di Gabbiadini e Strinic che serviranno per tenere sempre alto il livello dell'organico a disposizione di Rafa Benitez. Obiettivo: il terzo posto. Come minimo, perché il rilancio partenopeo testimoniato dalla finale di Doha, allarga il fronte anche più su. Parliamo del secondo posto, nient'affatto appannaggio della Roma che ogni tanto qualche balbettio lo lascia partire. Per non escludere l'Europa League, vista la clamorosa predisposizione di don Rafè alla conquista di trofei One shot. Ha sollevato già 10 coppe e non intende fermarsi, consapevole della competitività di un gruppo che ha dimostrato di poter battere senza troppi affanni sia la Roma che la Juventus. Per lo scudetto no, bisognerà rimandare l'appuntamento ad altra data. Lo ha detto anche di recente il presidente De Laurentiis: "L'ambiente non è ancora maturo". Una frase che ha allargato il dibattito fino al sindaco De Magistriis, dichiaratosi per nulla d'accordo con quanto asserito dal patron. Forse, però, quel messaggio andrebbe letto in maniera più approfondita, tanto da allargare il raggio delle persone coinvolte dalle osservazioni del presidente. Se per "ambiente" intendeva tutto, ma veramente tutto ciò che riguarda il Napoli, allora ha ragione, perché anche il Napoli come club non è ancora pronto per battersi da pari a pari con le squadre che oggi hanno tutto per puntare al tricolore. Fino a quando il fatturato non crescerà a prescidere dalla qualificazione in Champions, difficilmente potranno essere reperite le risorse per potenziare la squadra. Finora gli introiti principali (oltre quelli delle tv) sono arrivati dalla cessione di top player come Lavezzi e Cavani e non può essere ridimensionato il progetto tecnico quando non si dispone di talenti da mettere all'asta. Per andare oltre questi limiti, andrebbe fatto il salto di qualità attraverso tre punti: lo sviluppo del settore giovanile, la realizzazione di un centro tecnico di proprietà e con tutti i criteri reclamati da Benitez, la costruzione di uno stadio di proprietà. Questo è il punto più delicato, ma anche critico nei rapporti tra Calcio Napoli ed Amministrazione cittadina, caratterizzato da una serie infinita di botta e risposta tra sindaco e presidente. Il 2015 deve servire anche a questo, a passare dalle chiacchiere ai fatti sulla questione San Paolo, definendo in maniera chiara i rapporti e capire perché sta andando tanto per le lunghe il processo di ristrutturazione dello stadio San Paolo. De Laurentiis ha detto di recente di avere già pronto il progetto messo a punto da una squadra di ingegneri ed architetti, mentre il sindaco attende la scadenza del 31 maggio per poi utilizzare la sua "opzione alternativa". Napoli reclama, pretende successi sportivi e risposte serie sullo stadio, avendo sviluppato negli anni una pazienza che colloca questo popolo al primo posto nella graduatoria di chi è maturo per vincere.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Una settimana da Kalinic. La Juventus chiude il mercato, la Roma lo apre, il Milan con Deulofeu aspetta Gomez dall'anno prossimo. Serie A più divertente: sarebbe meglio ridistribuire i proventi televisivi 22.01 - Non mi capita molto spesso di parlare bene della mia categoria professionale. Anche perché è in continuo movimento, c'è chi si ancora a vecchi capisaldi - perché nato con la carta stampata e, più in generale, non digitale - e chi mette zizzania perché pensa di cambiare completamente...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Mauro Suma

Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.