HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

De Laurentiis sembra Gandalf, brandisce la clausola rescissoria di Higuain come una spada contro i signori oscuri che vogliono rapire il bomber...

26.07.2015 08.14 di Raffaele Auriemma   articolo letto 44412 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Tutto ruota intorno al Pipita, l'ultimo grande top bomber rimasto nel campionato di serie A. Le big d'Europa in cerca dell'uomo-gol gli stanno facendo un corteggiamento serrato e cordiale, nonostante quella clausola rescissoria da 90 milioni più spese che di certo non può spaventare chi sta per vendere Di Maria (il ManUnited) a 65 milioni di euro, oppure il Psg che non pensa al ridimensionamento nel dopo Ibra. Anzi.... Il ristoro economico come unica ragione per accettare la perdita (caso mai) di Higuain: la famigerata clausola sembra avere nel Napoli le sembianze di un enorme assegno circolare. Eppure troppe volte il presidente De Laurentiis ha brandito quella clausola contrattuale come se fosse la spada di Gandalf nel Signore degli Anelli contro l'Oscuro Signore danaroso e rapace. Era una difesa, fatta ad alta voce e più volte. Così tante volte da aver tracciato nell'animo del Pipita una corsia preferenziale per indicare la via d'uscita dal Napoli. Non era così e il presidente lo ha spiegato apertamente, con grande afflato a papà Jorge ed al fratello Nicolas, nell'incontro veneziano che ha permesso al Napoli di testimoniare una volta di più la necessità di trattenere uno dei cinque bomber più forti della Terra. Perché è così. Perché non esiste Napoli competitivo senza la presenza di un centravanti del suo calibro; perché cambierebbero fisionomia e progetti in sua assenza; perché non basterebbe il ricavato della clausola rescissoria per convincere altri attaccanti come lui ad accettare un Napoli che quest'anno indossa i panni dell'incognita. Higuain, oggi, è "il Napoli" e se collochiamo gli azzurri tra quelle (poche) che possono competere per il ruolo di anti-Juventus e che nutrono l'ambizione di un posto in Champions, si intuisce una volta di più la necessità di non perderlo. La Roma e la Lazio ripartono dalle posizioni di seconda e terza forza, giacche lo scorso campionato questo ha detto, mentre l'Inter ed il Milan, pur avendo speso tanto per rinforzarsi, non possono vantare un attaccante tanto bravo e potente come Higuain. E solo la sua presenza domani a Dimaro potrebbe dare un senso alla presentazione della squadra sotto gli occhi dei tifosi accorsi a Dimaro con la passione inestirpabile e le perplessità (giustificate) di chi non riesce ancora ad individuare i tratti della squadra azzurra. Oggi il Pipita si metterà in viaggio da Madrid verso Napoli e poi deciderà se ricominciare ad allenarsi lunedì a Castelvolturno, oppure se accettare l'accorato invito di De Laurentiis a presentarsi nel ritiro di Dimaro. Anche solo per poche ore, anche solo per infiammare piazza Madonna della Pace che domani sera si riempirà delle tante anime azzurre che pendono dalle labbra e dai gol del loro unico, vero, riconosciuto condottiero. I rigori sbagliati sono soltanto un brutto ricordo, al pari di una stagione cominciata male (leggi: eliminazione dalla Champions per mano dell'Athletic Bilbao) e finita peggio (leggi: sconfitta in finale di Coppa America contro il Cile). Vai bomber, il mondo è tuo, ancor di più adesso che le tue vacanze sono finite e ti aspetta il rilancio in un'annata che potrebbe diventare la migliore, grazie ad un modulo disegnato interamente per te. Sarri è lì, con il suo computer e le sue statistiche, le strategie tattiche che non vede l'ora di illustrare al calciatore più forte che abbia mai allenato. Mai più Higuain isolato al centro dell'attacco del Napoli, costretto a toccare uno, al massimo due palloni a partita nell'area avversaria e ad essere uno dei calciatori partenopei tra i più continui nel fornire gli assist ai compagni di squadra: lui, le palle-gol deve riceverle, non crearle per gli altri. Gabbiadini o Mertens al suo fianco e Insigne alle sue spalle: chi vuole scommettere sul numero di gol che segnerà quest'anno con la maglia del Napoli?

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri prigioniero del Napoli, divorzio impossibile. Chelsea accelera per Bernardeschi, ieri mezza Europa a seguire l'asso viola. Milan, pronti cento milioni per il mercato. Spalletti prima scelta per la Juve 17.02 - Le accuse a Sarri, inaspettate e immotivate, del presidente De Laurentiis (con due i, mi raccomando) hanno fatto saltare in aria lo spogliatoio del Bernabeu e trasformato una onesta sconfitta in un’altra drammatica puntata della serie "I due nemici". E adesso cosa succederà? Ho...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il peso della Champions e le panchine che iniziano i loro valzer con largo anticipo… 16.02 - Dobbiamo essere onesti e realisti. Il Napoli ha giocato con coraggio: ha guardato il Real negli occhi. Gli ha messo anche paura. Poi la qualità delle giocate (anche quelli “improvvisate” come il gol di Casemiro) e soprattutto la personalità e l’esperienza degli avversari ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Real Madrid-Napoli, il giorno del giudizio... Cassano, nessuno si fa avanti! C'è la fila per Allegri ma... 15.02 - Finalmente ci siamo. Oggi è il giorno della verità. Il blasonato Real Madrid, la squadra delle stelle, quella del Pallone d’Oro CR7, ospita, nel mitico Bernabeu, il bel Napoli di Sarri, ossia la compagine che gioca il miglior calcio in tutt’Europa. Una sfida “galattica”, un confronto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: le pulci al Pipita e l'ultima (scomoda) parola sul caso-arbitri. Inter: la "scoperta" di Pioli, un partente...Eun nuovo arrivo! Turbolenze Milan, strane telefonate, risposte sul campo: occhio alle scelte cinesi...Napoli: dimentica i complimenti 14.02 - Ciao. È finito Sanremo. Ha vinto uno che cantava con uno scimmione di fianco. Davvero bravo (anche il cantante). Sanremo è incredibile perché puoi avere tutte le rotture di balle del mondo ma fa niente "tanto c'è Sanremo". "Mamma hai cambiato le pile del polmone d'acciaio della...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.