HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Dopo la morte di Ciro Esposito, il Presidente Renzi disse: "Non lascerò il calcio nelle mani di questi delinquenti". Caro Premier, non pensa sia il caso di sottrarlo anche dalle grinfie dei farabutti che hanno permesso la vergogna del caso Parma?

08.03.2015 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 28770 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Questa gestione federale andrebbe già azzerata, con un atto di imperio da parte del Coni o per mano diretta del Governo. Non succederà perché siamo in Italia, il Paese dove ci si indigna e si lanciano proclami roboanti, per poi dimenticare tutto il giorno dopo e cercare il modo utile a salvare capra e cavoli. Cioè, gli uomini di potere e gli interessi che si trovano alla base del grande business chiamato calcio. Dalla vicenda Iodice, con la liberatoria concessa a Lotito per portare nel tribunale civile il direttore generale dell'Ischia, allo scandalo del Parma, il presidente Tavecchio ha solo confermato che gli scivoloni su Optì Pobà non erano casuali, bensì frutto di una logica vecchia, arretrata, un po' classista e parecchio arrogante. L'arroganza di chi deforma la logica dei numeri che gli danno forza per disporre del potere, in una gestione personalistica e apparentemente clientelare che rappresenta una distorsione nel concetto più ampio di democrazia. Quando De Laurentiis dice: "Come faccio a portare in questa Italia i calciatori stranieri?" ha maledettamente ragione. Questo modo di fare, frutto di un'Italia che tutto tollera e poco punisce, ci sta collocando all'ultimo posto del continente e anche più dietro di alcune realtà africana in evoluzione. In tanti ne soffrono, solo in pochi godono: anche in politica, con la tanto odiata Casta, funziona così, o no? E dall'alto si guarda senza intervenire, cominciando dal premier Renzi, abile a rispondere con il volto amareggiato di chi non può assolutamente tollerare ciò che accade e sta lì lì per intervenire in maniera dura. Ho ancora nelle orecchie la sua voce cupa all'indomani dei drammatici fatti che precedettero la finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e che portarono all'assassinio di Ciro Esposito. "Non lascerò il calcio nelle mani di questi delinquenti", ebbe a dire con il tono austero di chi pensa "ora vi faccio vedere…". Mi pare che di lì in avanti non sia accaduto nulla, anzi, la situazione è peggiorata perché sono peggiorati i dirigenti che dovrebbero gettare le basi per un pallone più umano e che si avvicini alla gente, non solo per strapparle dalla tasca fino all'ultimo centesimo della loro passione. Verrebbe da chiedere a Renzi: caro presidente, visto l'andazzo, non pensa sia il caso che il calcio vada liberato non solo dai delinquenti che si travestono da titosi, ma soprattutto dai farabutti che spolpano le società per fini propri e le lasciano come carcasse senza vita sui campi di calcio che rischiano di diventare piazze deserte? Poi ci lamentiamo se Benitez decide di lasciare Napoli, cioè l'unica realtà che riesca a restare a galla nonostante non accumuli debiti su debiti come i club che hanno vinto negli ultimi anni. Non possiamo dare torto a don Rafè se ad un certo punto prenda cappello e si avvii verso la porta, lo ringrazieremo per la mentalità evoluta che ha trasmesso a tutto l'ambiente partenopeo. Però dica se e quando deciderà di prendere una decisione, magari anche in fretta, perché il Napoli dovrà continuare ad esistere pur dopo la sua dipartita sportiva. Lo dica con onestà e chiarezza, non a noi che siamo solo tramiti dei suoi umori, lo faccia con il presidente De Laurentiits così da permettergli di contattare l'allenatore per gli anni a venire.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tira una strana e “nuova” aria attorno alla Signora. Inter: Zhang e il destino di Pioli (occhio al dato su Simeone). Milan: ultime sul closing (con sorpresa sulla data?). Napoli: un assist a Sarri. E sul regolamento… 14.03 - Eccoci qui. Volevo spiegarvi le regole del calcio. Che sono semplici. Perché se non lo fossero, allora sarebbe un problema. E noi non vogliamo problemi. Quindi eccovi le regole del calcio, così come le abbiamo capite. REGOLA DEL FALLO DI MANO A meno che tu non sia il portiere...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

L’Inter esagera… il Milan anche! Tutti sul carro di Luis, uomo perfetto per il Napoli. Samp, fissa il prezzo! Tavecchio stravince, Abodi ecco dove hai sbagliato… 13.03 - Se dall’altra parte del mondo, un uomo in Sudafrica non guarda le partite di serie A e non legge i giornali, ma vede solo i risultati, penserà che da inizio stagione ad oggi e da una domenica all’altra in Italia siamo impazziti. Prendete l’Inter e portate a Coverciano l’esempio di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.