HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Editoriale

Dopo Parma, il nostro calcio è morto. Solo Infront può salvare la barca. Juve, campionato finito. Catania, Cosentino ha distrutto tutto

Nato ad Avellino il 30-09-1983, si è trasferito a Milano per lavorare ad Eurosport e Sportitalia. Direttore di Tuttomercatoweb dal 2007 e di Sportitalia. Conduttore del Gran Galà del Calcio AIC 2011 e 2012, fondatore della società Micri Communicat
23.02.2015 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 59401 volte
© foto di Balti Touati/PhotoViews

Una partita rinviata per pioggia, perchè a Genova ancora non hanno capito come combattere il maltempo per salvaguardare il manto erboso di Marassi, una partita rinviata perchè una società sta fallendo a fine febbraio, in serie B la squadra-rivelazione è stata ripescata e dalla Lega di B non hanno neanche chiesto le garanzie bancarie giuste (ma dai sarà stata una dimenticanza), un anno fa il Bari fu protagonista di un fallimento pilotato, a Brescia è arrivata la svolta all'improvviso tramite le banche e il Presidente Laurenza del Varese è stato costretto a lasciare perchè i soldi sono finiti. Ma dove siamo? E soprattutto in che epoca siamo? Non c'è il minimo controllo, continuiamo ad abbaiare ma senza che nessuno ci ascolti. Si danno appuntamento in Lega Calcio e nessuno si pone il problema che la sedia del Parma sia fatta di paglia, parlano di diritti televisivi ad ogni assemblea, l'unica cosa che funziona nel nostro calcio, i diritti tv appunto. La Lega dorme perchè Beretta, secondo Lotito, conta zero. La Federazione non interviene e il Coni fa scorrere l'acqua sotto i ponti perchè mettere le mani nel calcio vuol significare sporcarsele e perdere del tempo. Non ne usciamo più. Siamo alla deriva. Non ci sono controlli e basta che arrivi il primo Manenti di turno e gli consentono di parlare in televisione, controllare i bilanci, prenderci tutti in giro con la storia dei bonifici e farsi pubblicità in giro per l'Italia. Vorrei chiedere a Pietro Leonardi che dice di aver visto i soldi, quali bonifici ha visionato per rilasciare tali dichiarazioni? Leonardi, insieme a Ghirardi, è il principale protagonista di questa sceneggiatura scritta male e recitata peggio. Aveva una carriera importante avanti a sè, lo avevano accostato prima alla Roma e poi al Milan. Di questo passo potrà solo tornare alla Cisco Roma, ad oggi Lupa Roma. Nel 2015, in Italia, è stata rinviata una partita perchè una società non arriva più alla fine della settimana. Facciamo ridere il Mondo. Guadagniamo un miliardo e passa dai diritti televisivi ma non ne valiamo neanche la metà. Un campionato falsato dal Parma, una stagione finita in anticipo perchè la Juventus ha già vinto lo scudetto e non deve neanche aspettare maggio per festeggiare, ormai la nostra serie A serve come allenamento ai campioni in carica per prepararsi alla Champions League. Le milanesi fuori dal grande giro da qualche annetto e la Roma che non sta più in piedi. Questo campionato, all'Estero, tra poco non lo guarderanno neanche più gli italiani in America. In altri Paesi sarebbe saltata la Lega Calcio e la Federazione, dopo l'ultima settimana trascorsa. Bisogna ripartire dalle certezze. Solo Infront Italy può salvare tutto il sistema. Ma va dato il potere totale, che piaccia o no. Infront non è l'advisor della Lega Calcio è semplicemente la pompa di benzina di serie A, serie B e Lega Pro. Tutti si riforniscono all'Eni del pallone. Le società indebitate vanno a piangere da Marco Bogarelli, le banche si fidano solo di Infront, le società che non guadagnano più una mazza dalle pubblicità vanno ad elemosinare qualche milioncino di euro da Infront. Vi spiego perchè solo l'advisor può salvare il calcio in Italia. A) Lì ci sono manager che sanno fare industria e non barzellette. B) Con l'avvento dei cinesi, Infront può coinvolgerli nella ristrutturazione e costruzione degli stadi più importanti del nostro Paese. C) Infront fa girare l'economia con i diritti tv e le pubblicità ed è l'unica parte in attivo di tutto il pallone made in Italy. Come sempre, chi vince e fa soldi sta sulle balle a qualcuno ma questo è un falso problema; oggi bisogna solo pensare al bene del nostro giochino.
La serie A, come dicevamo, è finita. La Juventus gioca da sola. La Roma ha perso tutto quello che di buono aveva fatto nell'ultimo anno e mezzo e non abbiamo bisogno che Sabatini reciti il mea culpa per capire che ha sbagliato tutto. E' sotto gli occhi di tutti. Garcia ha sbragato e si è fatto risucchiare dall'onda anomala del Tevere.
In serie B sono finite le attenuanti del Catania. Vogliamo parlare di Pablo Cosentino? I procuratori che si trasformano in Presidenti non vanno molto di moda. Caliendo a Modena e Cosentino a Catania stanno facendo più danni della grandine. Cosentino non è un cattivo ragazzo, ho avuto modo di conoscerlo ed è uno che di calcio ne sa'. Però sta giocando fuori ruolo. A Catania sta sbagliando tutto. Ha cambiato 50 calciatori, una decina di allenatori e la squadra è ancora a lottare per non retrocedere in lega Pro. Pulvirenti dov'è? Perchè non interviene? Se l'azienda è ancora sua al 100% perchè consente ad un "dipendente" di farla in frantumi portandola dalle soglie dell'Europa al baratro della serie C? Sembra tutto così strano ed avere una spiegazione è impossibile. Cosentino è ancora in tempo: può tornare a fare affari tra Miami, Milano e l'Argentina. Nel suo lavoro è un fenomeno. Anche il Catania è ancora in tempo: affidare la squadra ad un vero Direttore, pensare solo alla salvezza e programmare la risalita dal prossimo anno. Attenzione a non sottovalutare la zona retrocessione. Le squadre che non sono abituate a lottare per questi obiettivi sono le più a rischio.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Messi-Inter? Parliamo di Gabigol... Milan, tre al prezzo di uno! Dopo Drogba, ecco Eto'o e Tevez 07.12 - Sono anni, forse decenni, che mi interrogo sul perché attorno all'Inter succeda sempre qualcosa che ti lascia a bocca aperta, sbigottito, spesso incredulo. Perché si è solo ipotizzato un possibile matrimonio tra Messi e l'Inter? Non siamo più ai tempi in cui Moratti,...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

 Juve: Allegri ha un'idea per il presente, Marotta pensa al futuro: ecco il (super) colpo per l'estate! Inter: la "bomba Simeone" nasconde una verità. Milan e il closing in ritardo: così cambia il mercato. Napoli: occhio a Pavo... 06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, un consiglio a Piero: occhio al tuo "miglior nemico". Udinese, 120 anni di storia e 30 anni di come si fa mercato. Il Verona primo e brutto, l'Alessandria ha già fatto il check-in 05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

EditorialeDI: Andrea Losapio

401 milioni di euro spesi sul mercato per non vincere nulla: l'Inter è un fallimento conclamato. Closing parola dell'anno a Milano. La fortuna aiuta gli audaci, come Conte 04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, trovato l'uomo per la difesa! Inter, ma Gabigol? Drogba è libero... 30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Closing Milan: in un Paese normale sarebbe già intervenuta la Procura della Repubblica. Disastro Juve nel deserto delle rivali. Palermo, lo specchio di Zamparini. De Zerbi, te lo avevamo detto... 28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.