HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Doppio confronto Napoli-Juventus: come finirà?
  La Juve vincerà entrambe le gare
  Il Napoli avrà la meglio in entrambe le sfide
  La Juve mantiene il vantaggio in A ma perde in Coppa
  Il Napoli recupera in A ma esce in Tim Cup

TMW Mob
Editoriale

Dybala-Vazquez, 60 milioni: la Juve non molla. Pogba, il PSG offre Cavani e Verratti. Inter: via Kovacic, arriva Allan. Spalletti e Napoli quasi fatta. Riscatto subito per Salah. Milan, anche Ventura

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
27.03.2015 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 35424 volte
Dybala-Vazquez, 60 milioni: la Juve non molla. Pogba, il PSG offre Cavani e Verratti. Inter: via Kovacic, arriva Allan. Spalletti e Napoli quasi fatta. Riscatto subito per Salah. Milan, anche Ventura

Il futuro di Paul Pogba è legato a doppio filo con il suo procuratore Mino Raiola, lo abbiamo sempre sostenuto e le conferme cominciano ad arrivare. La prima offerta concreta per il fuoriclasse francese l'ha fatta proprio il Paris Saint Germain il club con il quale Raiola ha concluso grandi operazioni (Ibra una per tutte) e con il quale ha grandi margini di manovra.

Come ricorderete, nel gennaio scorso a Torino c'è stato un vertice tra Marotta e Raiola per definire il futuro del suo assistito. La Juventus ha ribadito la volontà di tenere il giocatore, ma di fronte ai dubbi del procuratore ha dato mandato a Raiola di gestire una eventuale operazione di grande respiro in grado di portare nelle casse della Juventus una cifra attorno ai cento milioni di euro. Proprio Marotta nei giorni scorsi ha candidamente ammesso che la Juventus non è in grado di pagare a Pogba uno stipendio da dieci milioni di euro, quello che gli sarebbe stato garantito proprio dal Psg.

Insomma la longa manus di Raiola è in movimento e i rumors che arrivano dalla Francia parlano di un'offerta proprio attorno ai cento milioni di euro. I francesi sarebbero disposti a cedere due giocatori che piacciono da sempre alla Juventus vale da dire Edinson Cavani valutato 50 milioni di euro, più Verratti valutato 30 milioni, il tutto condito da venti milioni cash.

Per i francesi Pogba andrebbe a centrocampo al posto di Verratti aumentando qualità e muscoli, mentre in attacco c'è l'intenzione di puntare su Falcao che a Manchester sta faticando.

La Juventus invece, se questa operazione dovesse andare in porto, metterebbe le mani sul nuovo Pirlo o comunque su un centrocampista giovane e importante, già nazionale, uno dei talenti emergenti e Cavani un grande attaccante ancora giovane (28 anni) che in coppia con Tevez o Morata potrebbe diventare devastante. Con questo attacco, davvero la Juve potrebbe diventare competitiva ai massimi livelli anche in Europa. Ma non è finita. Con i venti milioni cash la Juve avrebbe intenzione di stringere con lo Zenith San Pietroburgo per il centrocampista della nazionale belga Azel Witsel che piace moltissimo ad Allegri. E non solo.

Ora si tratta di capire se l'operazione messa a punto da Raiola avrà l'ok della Juventus, ma soprattutto se lo sceicco Al Thani proprietario del Psg sarà disposto ad avallare quanto messo in piedi dal suo staff tecnico.

Tecnicamente, da parte della Juve un'operazione del genere sarebbe da firmare subito, si tratta ora di capire i reali termini della vicenda.

Nel frattempo, molto concretamente, Marotta si lascia aperte altre opzioni e non molla la presa sulla coppia del Palermo Dybala-Vazquez. Alla richiesta di quaranta milioni per Dybala, il dirigente bianconero (come abbiamo riferito una settimana fa) aveva rilanciato offrendo quaranta milioni più un paio di giocatori bianconeri ora in prestito in varie società di serie A, di gradimento di Zamparini, ma per la coppia e non per un giocatore solo.

Ieri è arrivata la risposta del presidente del Palermo che in questa fase, come è logico che sia, ha ribadito i suoi prezzi. Sessanta milioni per Dybala-Vazquez senza contropartite tecniche. Zamparini fa sapere che i giocatori se li sceglie da solo.

Come dargli torto? Dal suo punto di vista spera che su Dybala nasca una vera e propria asta internazionale, ma comunque la Juventus resta attenta e per il momento in pole-position. Il mercato è fatto di pazienza e Marotta lo sa bene. Piuttosto sembrano eccessivi i 20 milioni chiesti per Vazquez, giocatore di 26 anni, alla prima stagione importante.

Anche l'Inter sta mettendo in piedi una strategia definitiva per arrivare ad avere una rosa più omogenea, giocatori di maggiore personalità e adatti alle idee di Mancini. Anche qui, però, le risorse non sono illimitate e allora c'è anche da vendere. Chi?

Fino a qualche settimana fa era Icardi il giocatore con grande mercato, richiesto da società importantissime (Chelsea soprattutto) e Mancini sembrava essere favorevole al via libera.

La crescita di Icardi che ora segue maggiormente le idee del tecnico e invece le difficoltà di Kovacic che a centrocampo rischia di non essere né un trequartista né un interno, hanno indotto l'Inter a cambiare strada nonostante la consapevolezza che Kovacic possa avere un grande futuro. Qualche sacrifico va fatto.

Decisiva è stata l'offerta del Liverpool che per il giovane talento croato (21 anni) sarebbe disposto a sborsare trenta milioni. A questo andrebbero aggiunti i 15 ipotizzati per la cessione di Handanovic (Roma?) e un'altra decina per Hernanes.

Un bel gruzzolo che Thohir è pronto a reinvestire per riscattare Shaqiri e per andare all'assalto di Allan e di Hertaux dell'Udinese, Toulalan del Monaco e Dragovic, forse difensore austriaco della Dinamo Kiev. Naturalmente con un'altra bella iniezione di denaro. Mancini ha chiesto anche Darmian del Torino, ma la concorrenza del Napoli è forte.

Napoli che sta chiudendo con Spalletti. Il tecnico toscano ha richieste anche dalla Dinamo Mosca, ma dopo cinque anni a San Pietroburgo, nonostante offerte faraoniche, preferisce l'Italia. Napoli è perfetta anche per continuare il lavoro tecnico di Benitez, pure Spalletti privilegia un calcio d'attacco e spettacolare.

La prima timida conferma è arrivata ieri da Baldini, storico secondo di Spalletti che ha ammesso Napoli è un sogno. Parlava a titolo personale ma…

A proposito di allenatori, Garcia sembra avere il destino segnato. Roma e la Roma sono disposte a ripartire con lui solo se le ultime dieci giornate saranno una cavalcata come ai bei tempi, naturalmente con la conquista del secondo posto. Vedremo. Se resterà Sabatini, non ci sono dubbi: il successore sarà Mazzarri, tipo duro e concreto. Basta esperimenti, la Roma ha bisogno di andare su un allenatore capace di garantire rendimento anche senza picchi di calcio assoluto.

Il Milan, invece, le sta provando di tutte. L'ultima idea (ma quante ne hanno?), si chiama Ventura. L'allenatore è bravo, ma a 67 anni è l'uomo giusto per iniziare un ciclo? Qualcuno ha pensato di prendere Immobile al posto di Destro che non sarà riscattato dalla Roma. A quel punto Ventura potrebbe riattivare la coppia Cerci-Immobile che ha portato il Torino in Europa. Nel frattempo però (non si sa mai) restano caldi i nomi di Sarri e di Mihajlovic, roba da Diavolo e Acquasanta. Idee tante e confuse.

Idee chiarissime invece da parte di Andrea Della Valle che ha dato mandato ai suoi uomini operativi (il presidente Cognigni in primis) di riscattare immediatamente l'egiziano Salah dal Chelsea. La Fiorentina a giugno dovrebbe sborsare quindici milioni, il prestito vale anche per il 2016 ma il riscatto salirebbe a 18 milioni. Della Valle vuol chiudere subito perché attorno all'egiziano, dopo tanti gol e prestazioni straordinarie in viola, stanno arrivando troppe sirene e pretendenti e nel calcio serve decisione. Magari facendo firmare immediatamente a Salah un rinnovo di contratto fino al 2020. In fondo l'attaccante ha soli 22 anni, può migliorare ancora e diventare un grande colpo anche economico.

TWITTER @EnzoBucchioni

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Ferragosto con la Serie A? Favorevole... Milan, ansia da closing! Conte-Neymar, la verità! Totti, ci siamo? 29.03 - Settimana all’insegna delle polemiche… Tutti a lamentarsi, tutti a discutere, tutti a parlare (spesso inutilmente). Perché? Forse la pausa per la Nazionale o, forse, non possiamo proprio farne a meno delle polemiche… Non ne parlo, come al solito mi interessa soffermarmi su altro....
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.