HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Feste finite: oggi si apre il calciomercato. La Juve passa da Witsel a Rincon in 5 mesi. Il Milan di Mirabelli prenota i grandi colpi estivi. Napoli, entro due anni al pari della Juve

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
02.01.2017 16.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 120163 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Con la riapertura del calciomercato possiamo considerare belle e finite le vacanze di Natale. Certo, c'è chi ha la possibilità di allungarle fino al week end ma panettoni, tombolate, passeggiate in montagna ormai sono un ricordo. Ma quando finiscono le vacanze c'è di bello che si torna a casa e ci si gode un mese di calciomercato. Su Tuttomercatoweb avrete aggiornamenti in tempo reale, h 24, ma se volete accendere la tv vivrete 30 giorni di mercato full immersion. Su Sportitalia si parte oggi: canale 60 del digitale terrestre e 225 Sky. Volete, per caso perdervi, tutte le anticipazioni di mercato di Pedullà che passa da Juve, Milan e Inter a Cosenza, Reggina e Juve Stabia che è una bellezza? Oppure vi volete perdere Luca Cilli che impazza tra gli hotel milanesi e le belle ragazze che dal desk chiamano agenti e Direttori Sportivi? Da questa sera, vi presentiamo un'altra bellezza italiana. Detto questo ci siamo lasciati, lo scorso 31 agosto, con la Juventus che aveva "rapito" Witsel ed era pronto a farlo firmare. Poi la firma non arrivò e ci dissero che "tanto arriva a gennaio" adesso che siamo a gennaio non ci dicono neanche che arriva a parametro zero ma che, forse, potrebbe andare in Cina. Sta di fatto che la Juventus, merita mille elogi, ma il centrocampo di Allegri difficilmente uscirà rinforzato da queste operazioni di mercato. Aspettavamo Witsel e ci siamo ritrovati con Rincon alle visite mediche. E' come andare ad un appuntamento con la Barriales e si presenta la Littizzetto al posto dell'avvenente Laura. Vabbè, ci facciamo qualche risata in più con Luciana. Rincon non aumenta la qualità del centrocampo della Juventus e spendere 2 milioni per prestito oneroso e 7 per obbligo di riscatto solo per sostituire i partenti della Coppa d'Africa non sembra proprio una mossa da Juventus. La Juve deve cambiare mentalità sul mercato e prendere solo calciatori top in Europa e prima di fare un acquisto dovrebbe farsi una domanda: questo calciatore lo prenderebbe un Real, Bayern, Chelsea o Barcellona? Se la risposta sarà si allora è giusto prenderlo anche alla Juve altrimenti meglio lasciar perdere. Premesso che Rincon a Madrid e Barcellona non sappiano neanche chi sia, stiamo parlando di un ottimo prospetto, di un buon calciatore ma non di un centrocampista che faccia compiere il salto di qualità alla mediana di Allegri, rimasta orfana negli anni di Pogba, Pirlo e Vidal. Witsel serviva, eccome, alla Juventus e non ce ne vorranno Marotta e Paratici ma Rincon non basta. In questo mercato invernale la Juve dovrebbe azzardare un pochino. Perché davvero in Champions, con un pizzico di fortuna, si potrebbe arrivare fino in fondo ma anche perché questi primi mesi di campionato hanno dimostrato che lo scorso mercato estivo è stato importante ma non perfetto. La Juve, da qui alla fine della stagione, deve: cercare un centrocampista di altissimo profilo, trovare una sistemazione a Pjianic, rinnovare il contratto a Dybala e trovare una soluzione per far coesistere Higuain, Mandzukic e Dybala. In Italia i bianconeri vinceranno ancora ma in Europa ci sono almeno 4-5 squadre ancora più avanti della Juventus. Forse troppo.
Sarà un mercato da zero a zero per il Milan; tra Arcore e la Cina c'è poco dialogo ma è un gran peccato perché il lavoro di Montella avrebbe meritato qualche rinforzo mirato e se qualcuno crede che i buoni risultati ottenuti fin qui possano lanciare il Milan nell'Olimpo, con questa squadra, si sbaglia di grosso. I risultati, da settembre ad oggi, sono un'eccezione e non frutto della programmazione. Montella sta facendo il vino con l'acqua ma ciò non consente di dover rinunciare all'uva per i prossimi anni. E' un peccato non rinforzare questa squadra perché il terzo posto deve essere un obiettivo e non un miraggio. In attesa del closing, dei restanti 400 milioni e di chiarezza sul futuro, c'è il Direttore Sportivo, Massimo Mirabelli, che senza né parlare né farsi vedere fa già sognare i tifosi rossoneri. Ha bocciato Orsolini, ha di fatto chiuso con Keita della Lazio e ha già sondato 3-4 profili da top player per la prossima estate. Gli manca il potere di firma e poi è pronto a ridare entusiasmo ad un Milan che dalle ultime sessioni di mercato usciva depresso e impoverito. Basta con i Sosa o con Luiz Adriano, basta con i rinnovi di Paletta o del buon vecchio Mexes a 4,5 milioni di euro.Il Milan torna a ragionare da Milan e l'agenda di Mirabelli è una garanzia per far tornare la speranza ai tifosi. Il 2017 può essere davvero l'anno della svolta per un club glorioso che negli ultimi anni ha perso anche la forza di sognare e che solo negli ultimi mesi, grazie alle intuizioni di Montella, ha ridato una fisionomia di club vincente. Il Milan va ricostruito e da salvare c'è ben poco: Donnarumma, Romagnoli, Locatelli, Suso e poco altro. Ma come Bacca, Lapadula, Bonaventura e tutto il resto? Buoni per la panchina se il Milan vuole tornare a ragionare da Milan. Servono i campioni e non i buoni giocatori.
Se il Napoli continua a seminare così e se la Juve prende altri Rincon, entro due anni, il Napoli potrà arrivare ai livelli della Juventus e puntare seriamente allo scudetto. Il problema per gli azzurri è, che in 24 mesi, rischia di raggiungere la Juve ma c'è il timore di dover rincorrere le spese importanti delle due milanesi. Giuntoli e Sarri stanno lavorando bene, grazie anche al fatto che De Laurentiis finalmente delega di più e lascia lavorare i suoi uomini. Adesso il Napoli deve pensare ai rinnovi, alla cessione di Gabbiadini (un errore non cederlo in estate per 30 milioni di euro) e in estate dovrà fare ancora 2-3 colpi di prospettiva. Non ce ne voglia Reina ma il Napoli ha bisogno di un portiere affidabile per il prossimo triennio. Va sistemata qualcosa sulle fasce e in mezzo al campo. Avanti il Napoli è uno spettacolo e può consentire ai giochi di Sarri di poter disporre come vuole dei piccoli e delle torri.
Buon anno a tutti, da oggi via al mercato...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.