HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Giorni di riflessione in casa Juve: rinnovamento in corso. All'Inter rimane Mazzarri a prescindere, situazione opposta in casa Milan. La Roma ha un nemico in più: il tetto ingaggi...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
08.05.2014 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 31729 volte
© foto di Federico De Luca

Cosa succede ora alla Juventus? Antonio Conte, dopo la vittoria, come è successo anche negli anni passati dice due cose sacrosante: ho spremuto i ragazzi (implicito: bisogna cambiarne un po') è difficile continuare a vincere (non vorrebbe avere l'assillo, ma uno come lui è "costretto" da se stesso a vincere).

Per questo vuole parlare con il presidente Agnelli e con gli uomini mercato Marotta e Paratici. Per farsi tranquillizzare. In questo momento, è vero, ci potrebbero essere molte panchine importanti libere. Ma sebbene Conte possa essere tentato da qualcuno (anche se al momento non risultano incontri approfonditi) ancora a Torino sono convinti che rimarrà anche per la prossima stagione, anzi, per le prossime. Sul piatto c'è la continua crescita della Juventus. Intanto ieri incontro con il procuratore di Kolarov: il contratto in scadenza nel 2015 ingolosisce, il suo ingaggio no (3,5 netti). Si riaggiorneranno, ma in quel ruolo piace anche Adriano del Barcellona. Ma quello che può spingere la Juventus ancora più avanti è il giocatore di qualità sull'esterno. E' vero: il procuratore di Kolarov è lo stesso di Cerci, ma sebbene l'azzurro piaccia molto, difficilmente cambierà maglia nella stessa città. In lizza per il ruolo di esterno ce ne sono un bel po', nessuno di questi semplice da prendere. Alexis Sanchez (che ieri è pure andato a trovare Vidal in ospedale), Nani, Cuadrado e il sogno di Conte Angel Di Maria. Quattro giocatori da salto di qualità. Da prendere: ma con quali soldi visto che la Juve deve praticamente autofinanziarsi sul mercato? Innanzi tutto aiuteranno molto i vari giocatori in giro per l'Italia: su tutti Ciro Immobile che piace tantissimo al Borussia Dortmund (che sarà a breve in Italia). Lui può essere ceduto, altri possono tornare alla base per lasciar andare chi in questi anni ha dato molto: Quagliarella, Vucinic e Giovinco, tanto per dirne 3. E poi da seguire con grande attenzione le evoluzioni dei gioielli Pogba (su tutti, anche il Barcellona è venuto a vederlo contro l'Atalanta) e Vidal. La Juve vorrebbe tenerli, ma molto dipende dalle offerte. Fossero davvero da capogiro bisognerà valutarle con attenzione: per poi capire come reinvestire i soldi. La possibilità di cambiare molto c'è, bisognerà valutare bene le opportunità. Come i vari parametri zero tenuti sotto controllo: da Drogba (monitorato anche di recente) a Evra (che però dovrebbe rinnovare con lo United), passando per Menez (che non infiamma).

Non cambierà in panchina invece l'Inter. Mazzarri rimane, anche se non dovesse centrare la qualificazione in Europa. Questo filtra da corso Vittorio Emanuele. Quasi a sorpresa, visto l'umore della tifoseria. Sono pronti anche i nuovi acquisti: Vidic ormai l'ha annunciato anche in campo, la punta la stanno cercando tra le big d'Europa, idem per il centrocampista (Mikel o Nilton), e dall'Inghilterra potrebbe tornare Ince. Tom Ince, il figlio di Paul. In scadenza di contratto. Almeno così sono convinti in Oltremanica! E come colpo ad "effetto" ci starebbe tutto.

Ci vorrebbe un vero colpo ad effetto invece per vedere ancora Seedorf sulla panchina del Milan anche per la prossima stagione. E questa è una cosa quasi paradossale: 6 partite vinte nelle ultime 7 ma Seedorf sicuro di rimanere non è affatto. I rapporti con la società sono molto tesi, ma sarà (eventualmente) un lungo ballo. Chi è in corsa per la panchina del Milan? I soliti nomi: Inzaghi, Donadoni, Spalletti e perché no anche Montella. Non è facile leggere nel futuro di Milanello, ma non necessariamente dipenderà dall'Europa. Intanto si lavora per il riscatto di Taarabt, mentre invece Rami potrebbe non essere confermato visto che ci si sta muovendo con grande decisione su Alex, fresco campione di Francia con il PSG. A proposito di francesi: il Monaco cambia allenatore, non ci sarà più Ranieri. Contattato Ancelotti (che ha detto no) ora i nomi più caldi sono Pochettino (Southampton) e Jardim (Sporting Lisbona).

Al Genoa si pensa al prossimo anno (dopo che Preziosi ha celebrato in Lega la salvezza tranquilla): nel mirino D'Alessandro del Cesena. E per sostituire Gilardino ci sono due nomi Derdyok e Matri. E Gilardino dove potrebbe andare? Magari al Napoli che cerca un vice Higuain e che concederà a Zapata la possibilità di andare a giocare. A centrocampo i nomi sono sempre quelli: Gonalons (nonostante i soliti problemi con il Lione), Sandro del Tottenham, M'Vila e anche Javi Martinez, che però è il più difficile da prendere perché è costato tantissimo e guadagna altrettanto. Ma siccome molto probabilmente andranno via Behrami e Dzemaili arriverà anche qualche giovane dalle belle speranze come Obiang, della Samp.

Alla Roma i due contratti che pesano di più sono quelli di Garcia e Pjanic. Entrambi da rinnovare. Ma se per l'allenatore non dovrebbero proprio esserci problemi (pronta la firma fino al 2017), per il bosniaco c'è da rispettare il tetto ingaggi: non si può salire sopra i 3 e mezzo netti. Ci vuole quindi un piccolo passo indietro da parte del giocatore.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta. Per...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Michele Criscitiello

05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.