HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Gli agenti di certi calciatori del Napoli sembrano i greci in fila davanti ai bancomat. Milan, Inter e Roma: si continua ad investire nonostante il deficit. Mentre a Napoli c'è un uomo solo al comando

21.06.2015 08.22 di Raffaele Auriemma   articolo letto 147695 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Fare di necessità-virtù quando non si hanno più le possibilità. Sta succedendo al Napoli in questa fase gestionale molto simile al Grexit: fuori dall'Europa che conta, niente più finanziamenti Uefa e via con il ridimensionamento. A quest'ultimo aspetto va associato anche il fenomeno della fuga di quelli che hanno, o pensano di avere, un ottimo mercato e talento da vendere al prossimo, miglior offerente. Sembra di vederla la fila di alcuni procuratori, come quei greci davanti ai bancomat per prelevare tutti i loro averi e poi, via, in fuga verso altre realtà di cui approfittare finchè la buona sorte e la salute dei loro assistiti glielo permette. Questa scena di scarso attaccamento alla professione e di pochissimo rispetto per chi ti ha beneficiato di un contratto che in pochi altrove ti avrebbero riconosciuto, si sta verificando sotto gli occhi dei tifosi del Napoli, sconcertati dal ridimensionamento provocato dal doppio binario della cessione richiesta in maniera più o meno ufficiale dagli agenti di alcuni big e dalla conseguente necessità di pescare nell'ambito di quelli bravi, ma che non tutti ancora hanno avuto la capacità di accorgersene. Perché siamo arrivati a questo? Lo sanno anche nelle culle: una società come il Napoli non può permettersi di restare due anni fuori dalla Champions, se vuole tenere alto il livello di competitività della squadra. E la responsabilità di Benitez, in questo tracollo tecnico-economico del club, ci sta tutta. Con lui in panchina il Napoli ha perso almeno 80 milioni di euro dalla Champions ed ha speso 135 milioni di euro in cartellini di calciatori, molti dei quali appartenenti all'agenzia di Manuel Quilon, l'agente-socio di Benitez. In più, il monte ingaggi è stato innalzato del 40 per cento, fino alla somma di 146 milioni nel biennio ultimo, di cui, quasi 20 milioni sono finiti nelle tasche del coach spagnolo e del suo staff. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, con quel ridimensionamento anagrafico che in altre realtà non si sta vivendo, nonostante gli ultimi risultati negativi. Questo perché nel Napoli c'è un uomo solo al comando, De Laurentiis, mentre altrove gli americani investono fior di quattrini per la squadra e lo stadio (Pallotta alla Roma), un indonesiano sta comprando Kondgobia, Imbula e Miranda (Thohir all'Inter) e un thailandese sta portando al Milan Jackson Martinez o Bacca, oltre al fiume di dollari che arriverà dalle borse asiatiche (mister Bee al Milan). Al cospetto di un quadro simile il tifoso del Napoli non è autorizzato a volare con la fantasia, ma deve solo avere fede e sperare che le scelte rivolte verso il basso, producano gli stessi effetti che si registrarono all'epoca del tanto vituperato Mazzarri. Ora in panchina è arrivato uno simile, perché toscano (anche se nato per caso a Napoli) e perché non è un errore definirlo Ma...Sarri. Un tecnico di alta qualità, pur se con un anno appena di serie A e con il difetto di lavorare molto sul gruppo, quotidianamente ed a più riprese, come farà nelle tre settimane consecutive di ritiro, un periodo così lungo non lo si viveva dall'epoca di Brusson. Sarri ha spesso ripetuto a chi gli è vicino che il Napoli attuale gli basterebbe eccome per poter puntare a pieno diritto per un posto in Champions. Ma De Laurentiis gli ha spiegato che ci sarà rivoluzione, un po' perché il fatturato stagionale del club non può permettere un monte ingaggi tanto elevato e poi perché i big pretenderebbero vetrine oggi più luminose di quella partenopea. Beh, che vadano, purché arrivi nelle casse del Napoli il giusto prezzo, senza sconti alcuno. Nemmeno per Higuain. Poi ci penserà Sarri a riorganizzarsi con una formazione che tornerà a parlare soprattutto l'italico idioma e con una formazione che ha già in mente. Volete sapere qual è? Eccola. Napoli con il 4-3-1-2: Reina; Vrsaljko, Rugani, Romagnoli, Darmian; Allan, Valdifiori, Hamsik; Saponara; Gabbiadini, Higuain oppure Immobile o Zaza. Non vi piace? Vi sentite ridimensionati? Probabilmente è così, ma se leggete bene i nomi, vi accorgerete che sono tutti elementi che fanno parte del giro delle Nazionali. Poco celebrati forse, ma scarsi certamente no.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tira una strana e “nuova” aria attorno alla Signora. Inter: Zhang e il destino di Pioli (occhio al dato su Simeone). Milan: ultime sul closing (con sorpresa sulla data?). Napoli: un assist a Sarri. E sul regolamento… 14.03 - Eccoci qui. Volevo spiegarvi le regole del calcio. Che sono semplici. Perché se non lo fossero, allora sarebbe un problema. E noi non vogliamo problemi. Quindi eccovi le regole del calcio, così come le abbiamo capite. REGOLA DEL FALLO DI MANO A meno che tu non sia il portiere...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

L’Inter esagera… il Milan anche! Tutti sul carro di Luis, uomo perfetto per il Napoli. Samp, fissa il prezzo! Tavecchio stravince, Abodi ecco dove hai sbagliato… 13.03 - Se dall’altra parte del mondo, un uomo in Sudafrica non guarda le partite di serie A e non legge i giornali, ma vede solo i risultati, penserà che da inizio stagione ad oggi e da una domenica all’altra in Italia siamo impazziti. Prendete l’Inter e portate a Coverciano l’esempio di...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il miliardo di euro che tiene in piedi il calcio italiano. Juve avanti dieci anni rispetto alle altre, oltre a undici punti. La colpa dei giornalisti nelle sconfitte del Napoli 12.03 - Chi non ha ancora capito si attacchi pure agli arbitri, come se fosse quello il problema di un campionato che è già finito prima di iniziare. Quando una squadra può permettersi di acquistare Dani Alves, Higuain, Pjanic, Pjaca e Cuadrado, vendendo il solo Pogba e un Morata che, obiettivamente,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.