HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

I conti tornano e gli scudetti non arrivano. Benitez lavora per riportare il Napoli in Champions e parla per costringere De Laurentiis a migliorare l'organico: la storia indica chi dei due la spunterà

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
01.03.2015 00.00 di Raffaele Auriemma  articolo letto 25327 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

E' tutta questione di soldi, la vil pecunia che girare il mondo fa e troppe volte lo rallenta. Anche, soprattutto nel calcio, una realtà che sta cambiando pelle, da evento sportivo a questione di business. Vincono sempre, anzi spesso, loro: i ricconi. Poi capita pure che l'Atletico Madrid, il Borussia Dortmund o lo Schalke 04 riescano ad interrompere egemonie consolidate. Per poco tempo, però, e quindi scontare lo sforzo effettuato con un improvviso calo che diventa tonfo. Allora ci si chiede: meglio procedere con cautela oppure rischiare la sorte con un'accelerazione sugli investimenti? A Napoli proprio no e da sempre De Laurentiis mette in primo piano i bilanci, con una squadra competitiva soprattutto per puntare ad un posto in Champions League. Il presupposto è presto detto: con le risorse che ti garantisce l'Europa dei grandi, si potrà avere un giorno la forza economica per attrarre altri campioni e garantire loro i lauti ingaggi che percepiscono altrove. Sulla strada di questo progetto bisogna mettere pure nel conto, però, perdite dolorose, come quelle di Lavezzi, Cavani e Pepe Reina, oltre a qualche allenatore che ammaina la bandiera di fronte alla preoccupazione di non riuscire ad ottenere risultati migliori di quelli appena conseguiti. E' successo con Mazzarri, al quale De Laurentiis avrebbe garantito un ingaggio annuo e per 3 anni da più di 4 milioni, per dare l'assalto allo scudetto dopo il prestigioso secondo posto del 2012-2013, che ad oggi rappresenta il miglior punteggio in serie A conseguito dal Napoli dopo la luminosa era Maradona. Invece, Mazzarri lasciò, tirandosi dietro gli improperi del popolo che lo definì "traditore". Poi con Benitez arrivarono Higuain, Reina, Albiol, Callejon, ecc, rinforzi prelevati finalmente da Liverpool o Real Madrid e non più da Bologna, Parma e Torino. Lo scudetto sembrò più vicino ed invece fu solo terzo posto, a conferma che con l'organico precedente erano stati fatti miracoli e che per il tricolore serviva ancora di più. Ma questo "di più" arriverà il prossimo anno? Dalle recenti parole di Rafa Benitez sembrerebbe di no. "Qui a Napoli hanno l'abilità di far quadrare i conti ogni anno. Un grandissimo merito, che però ti condiziona quando si tratta di competere per i titoli. Ci sono squadre con potenzialità economiche molto più alte, che hanno un potenziale superiore al nostro e comunque devono lavorare sodo per ottenere i titoli a cui tutti aspirano", la disamina del coach spagnolo è una sentenza incontestabile e lascia spazio a due riflessioni che rimbalzano nella mente dei tifosi: sta mettendo a nudo i limiti della realtà partenopea prima di volare altrove oppure vuole tenere sulla corda De Laurentiis per costringerlo ad investire più di quanto non abbia fatto nell'ultimo mercato estivo? Tempo un mese e si saprà tutto sul futuro di don Rafè, intanto che De Laurentiis fa contattare altri allenatore e blocca altri giovani talenti come Gabbiadini da inserire nella prossima stagione. Il tempo è galantuomo e ci dirà se davvero bisogna essere nababbi per vincere e qual è la differenza tra un "traditore" e chi lascia perché così di più proprio non si può.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.