HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

I ritorni in Italia dalla Cina alla Spagna, Benitez e il futuro a Napoli e di Napoli, la Juve fra difesa e strategia

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
18.12.2014 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 28254 volte
© foto di Federico De Luca

Gennaio, si sa, è il mercato delle opportunità da cogliere. Opportunità per poter chi ha bisogno di migliorare qualitativamente la propria situazione.
Due vengono dalla Cina: e si chiamano Diamanti e Gilardino. Da cogliere per Verona e Atalanta, quelle che su questi due nomi hanno messo gli occhi da un po' di tempo. L'avventura in Cina, dopo la vittoria del campionato, potrebbe essere già conclusa, nonostante sia stata molto remunerativa. Il richiamo del calcio italiano si fa sentire. Soprattutto ora che Lippi non c'è più e il feeling con il nuovo allenatore Cannavaro è da costruire. Insomma: se l'offerta dovesse essere interessante, almeno tecnicamente, il loro ritorno è tutt'altro che lontano.
E chissà che non possa inserirsi in questa scia anche il Milan. Non tanto per Gila che in rossonero ha già dato, quanto per Diamanti. Al momento è soltanto un'idea, ma il passaggio all'albero di Natale, da parte di Inzaghi, potrebbe rappresentare un alleato per Alino. Una trattativa, eventualmente, da costruire. Anche capire quello che pensa Inzaghi è da prendere in considerazione, visto che comunque la sua idea (all'inizio dell'anno) partiva da un 4-3-3 con ali larghe.
Ecco perché nei giorni scorsi il Milan ha provato a mettere in piedi una trattativa con l'Atletico. Torres in cambio di Cerci. I due delusi dal mercato estivo: nessuno dei due è riuscito a ritargliarsi uno spazio importante nel nuovo club. Tornare nel proprio paese potrebbe significare riprendere sprint e vitalità. Ma al momento all'Atletico non interessa per niente. Intanto si lavora sui parametri zero: nel mirino Munoz, difensore del Palermo
Anche la Juventus si sta guardando intorno. La priorità va al difensore centrale e i nomi in area Juve sono sempre gli stessi su cui i bianconeri lavoreranno in silenzio cercando di avvicinarsi con la solita politica dei piccoli passi (Rolando e Murillo). Poi ci sono i continui rapporti con il Sassuolo: in settimana incontro per parlare di nuovo di situazioni da estate. Zaza, Berardi e anche Vrsaljko. Sempre meglio mantenere i buoni rapporti: le opportunità ci sono, ma molto dipenderà anche dalle altre mosse dei bianconeri. Dalla fascia destra (Montoya) e attacco potrebbero essere molte le strategie da qui alla prossima estate.
Il Napoli ha praticamente preso Gabbiadini (si continua a lavorare) tanto che la Samp ha già trovato come sostituirlo: Correa è una realtà, Muriel un'opportunità. E questa è sicuramente una brillante idea per le qualità del ragazzo che potrebbe esaltarsi nel contesto blucerchiato. Al momento non tornano i numeri, ma i contatti sono continui.
Come continui sono i contatti fra Napoli e Strinic. Il ragazzo si libera a zero a dicembre: è un'ottima opportunità (a proposito…) da cogliere. Ma si sa, i work in progress del Napoli hanno sempre le stesse tempistiche. Ecco perché spunta un'altra pista, quella di Avelar, ora al Cagliari. Sempre meglio avere una pista di riserva. Ma quello che tiene banco di più a Napoli è il contratto di Benitez: lui in conferenza stampa ha ribadito che onora il contratto con il Napoli (a scadenza però a giugno) e rinforza la propria posizione. Ha rifiutato due squadre negli ultimi 15 giorni: ora manca il passo successivo. Mettersi a un tavolo con De Laurentiis per parlare di un orizzonte temporale più lungo del prossimo giugno.
In chiusura due considerazioni. Una sul Parma che ufficialmente è cambiato di mano e che nella giornata di venerdì dovrebbe svelare i nomi degli imprenditori che hanno rilevato la società dalle mani di Ghirardi. Ma è stata una giornata strana: se da una parte c'erano delle dichiarazioni ufficiali del nuovo presidente sul sito ufficiale gialloblu, dall'altra, intervistato da un sito, Doca diceva che ancora non era chiuso un bel niente. Ha provato a chiudere tutto il (ex) presidente Ghirardi con un'altra nota ufficiale: tutto fatto davanti a un notaio, non capiamo le dichiarazioni di Doca. Non le capiamo neanche noi. Speriamo che venerdì tutto sia chiaro, soprattutto per interesse di Parma e del Parma. La sicurezza della famiglia Ghirardi è granitica, difficile aspettarsi sorprese, lo sarebbero anche per lui…
La seconda è sullo stato di salute del calcio italiano e le coppe Europee c'entrano poco. C'è un dato su cui riflettere visto che si parla tanto di riforme che possono cambiare (e migliorare) la qualità della nostra Nazionale. Negli ultimi 5 anni gli espatriati sono aumentati di 12 punti percentuali. Quasi un esodo. Da fermare, per far crescere i nostri talenti in Italia. Stage o non stage, Conte potrebbe avere una Nazionale con un gruppo più forte. E i ritorni non è detto che debbano venire solo dalla Cina…

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.