HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Il capolavoro di Montella e del nuovo corso Milan ma il vero sconfitto è Rizzoli. Preghiera a Muriel: mantenga le promesse. Wanda Nara, Icardi e il paradosso De Boer. Aspettando il Cholo...

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
23.10.2016 11.27 di Marco Conterio  Twitter:   articolo letto 71044 volte
© foto di Image Sport

La copertina non può essere che del coraggio del Milan. Dei suoi ragazzi, dei suoi giovani. Beati loro, viva questi ragazzi di splendide speranze. Il grido di Manuel Locatelli, di Tardelliana memoria, è manna dal cielo per un'Italia scevra di talento. Vederlo giocare è un piacere ma siamo sinceri: senza l'errore di Rizzoli, che ha assurdamente annullato il gol della Juventus, staremmo parlando di un'altra partita. Poi, senza il ko di Riccardo Montolivo (ancora auguri!), Locatelli sarebbe ancora in panchina. Serve coraggio, con questi ragazzi. Sono bravi, hanno fame e talento. Viva il Milan e la sua filosofia, chapeau al coraggio di uno dei migliori allenatori di tutto il campionato come Vincenzo Montella (a Firenze c'è sempre chi si mangia le mani per averlo perso e pure in malo modo!). Però ieri più che la Juventus (resta la più forte e la squadra da battere, è reduce dagli sforzi di Champions e le giustificazioni ci son tutte), il vero sconfitto è Nicola Rizzoli. Miglior arbitro d'Italia, ieri ha steccato gravemente. Fortuna che siamo ad ottobre e che comunque i bianconeri confermano la leadership, perché errori grossolani come questi (umani, ma non da fischietti extraterrestri come Rizzoli) rischiano di segnare un campionato. Viva il Milan dei giovani, coraggio Juventus penalizzata, abbasso la tecnologia non applicata al calcio.

Il derby di Genova ha sempre un fascino particolare. Per la poesia della città, per uno stadio unico, per due tifoserie che quando s'affrontano e si confrontano tirano fuori il meglio di sè. Finalmente ci è riuscito anche Luis Muriel e l'augurio, chiaramente ai tifosi doriani ma in particolare a lui ed al calcio tutto, è che continui così. Muriel è stato talento sprecato e spezzato, finora. Ha colpi che emozionano, che fanno brillare gli occhi. Uno così è da Barcellona, non ce ne voglia Ferrero. Però Muriel, nel pieno del suo gioco e dei suoi tocchi, è uno dei grandi 9 del globo, solo che finora è stato tipo da promesse non mantenute. La maturità, forse, gli porterà consiglio e la speranza è che decida di diventar grande con lei. Ieri a Marassi il suo è stato un diluvio di giocate, d'invenzioni, di tocchi e gol. Povero Grifone, ma contro un Muriel così andrebbe in confusione pure la BBC. Faccia il professionista, adesso, lo resti. Se il trend rimarrà questo, in estate il telefono di Pradè (bentornato! Ma ora il posto di Osti traballa e Romei viaggia verso la Lega) è destinato a suonare non poco.

Il terzo e ultimo capitolo non possiamo non dedicarlo all'Inter. Al teatro dell'assurdo che sta ancora andando in scena a Milano. I tifosi hanno esagerato con Mauro Icardi, l'argentino ha scritto una biografia che, non controllata, si è rivelata per quello che doveva essere. Un esercizio di marketing della moglie e compagna che gestisce Mauro. Lui si prende gli improperi, gli insulti, gli attacchi. Lei cerca di monetizzare quel che non è riuscita a far lei. Non lo dice chi scrive ma decani delle procure: per i campioni, servono campioni anche in quanto ad agenti e affini. Magari Wanda Nara lo diventerà, ma non ha parvenza di gavetta nè di umiltà, ma solo la faccia tosta di chi lascia Icardi alla berlina di tifosi e società. L'amore è l'amore e non si discute, ma il lavoro è altro... E Frank de Boer? Il gioco è quello di una squadra che non c'è. E' stato scelto da un presidente lontano che di fatto non è neanche il maggior azionista e pure con tempi sbagliati. Questo, da solo, racconta di una società che deve fare prima i conti con sè stessa e poi col resto del mondo. I cinesi vogliono aspettare Diego Simeone come pare evidente? Perfetto. Che il club bruci un altro professionista e allenatore che così ha in mano solo un vaso di cristallo nel mezzo di un terremoto. E' chiaro che non possa essere altro che una stagione di transizione. Almeno non venga sprecata e che Ausilio, Gardini, Bolingbroke e chi più ne ha più ne metta, siano chiari con De Boer, il meno colpevole dei più colpevoli...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.