HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Il capolavoro di Montella e del nuovo corso Milan ma il vero sconfitto è Rizzoli. Preghiera a Muriel: mantenga le promesse. Wanda Nara, Icardi e il paradosso De Boer. Aspettando il Cholo...

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
23.10.2016 11.27 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 71148 volte
© foto di Image Sport

La copertina non può essere che del coraggio del Milan. Dei suoi ragazzi, dei suoi giovani. Beati loro, viva questi ragazzi di splendide speranze. Il grido di Manuel Locatelli, di Tardelliana memoria, è manna dal cielo per un'Italia scevra di talento. Vederlo giocare è un piacere ma siamo sinceri: senza l'errore di Rizzoli, che ha assurdamente annullato il gol della Juventus, staremmo parlando di un'altra partita. Poi, senza il ko di Riccardo Montolivo (ancora auguri!), Locatelli sarebbe ancora in panchina. Serve coraggio, con questi ragazzi. Sono bravi, hanno fame e talento. Viva il Milan e la sua filosofia, chapeau al coraggio di uno dei migliori allenatori di tutto il campionato come Vincenzo Montella (a Firenze c'è sempre chi si mangia le mani per averlo perso e pure in malo modo!). Però ieri più che la Juventus (resta la più forte e la squadra da battere, è reduce dagli sforzi di Champions e le giustificazioni ci son tutte), il vero sconfitto è Nicola Rizzoli. Miglior arbitro d'Italia, ieri ha steccato gravemente. Fortuna che siamo ad ottobre e che comunque i bianconeri confermano la leadership, perché errori grossolani come questi (umani, ma non da fischietti extraterrestri come Rizzoli) rischiano di segnare un campionato. Viva il Milan dei giovani, coraggio Juventus penalizzata, abbasso la tecnologia non applicata al calcio.

Il derby di Genova ha sempre un fascino particolare. Per la poesia della città, per uno stadio unico, per due tifoserie che quando s'affrontano e si confrontano tirano fuori il meglio di sè. Finalmente ci è riuscito anche Luis Muriel e l'augurio, chiaramente ai tifosi doriani ma in particolare a lui ed al calcio tutto, è che continui così. Muriel è stato talento sprecato e spezzato, finora. Ha colpi che emozionano, che fanno brillare gli occhi. Uno così è da Barcellona, non ce ne voglia Ferrero. Però Muriel, nel pieno del suo gioco e dei suoi tocchi, è uno dei grandi 9 del globo, solo che finora è stato tipo da promesse non mantenute. La maturità, forse, gli porterà consiglio e la speranza è che decida di diventar grande con lei. Ieri a Marassi il suo è stato un diluvio di giocate, d'invenzioni, di tocchi e gol. Povero Grifone, ma contro un Muriel così andrebbe in confusione pure la BBC. Faccia il professionista, adesso, lo resti. Se il trend rimarrà questo, in estate il telefono di Pradè (bentornato! Ma ora il posto di Osti traballa e Romei viaggia verso la Lega) è destinato a suonare non poco.

Il terzo e ultimo capitolo non possiamo non dedicarlo all'Inter. Al teatro dell'assurdo che sta ancora andando in scena a Milano. I tifosi hanno esagerato con Mauro Icardi, l'argentino ha scritto una biografia che, non controllata, si è rivelata per quello che doveva essere. Un esercizio di marketing della moglie e compagna che gestisce Mauro. Lui si prende gli improperi, gli insulti, gli attacchi. Lei cerca di monetizzare quel che non è riuscita a far lei. Non lo dice chi scrive ma decani delle procure: per i campioni, servono campioni anche in quanto ad agenti e affini. Magari Wanda Nara lo diventerà, ma non ha parvenza di gavetta nè di umiltà, ma solo la faccia tosta di chi lascia Icardi alla berlina di tifosi e società. L'amore è l'amore e non si discute, ma il lavoro è altro... E Frank de Boer? Il gioco è quello di una squadra che non c'è. E' stato scelto da un presidente lontano che di fatto non è neanche il maggior azionista e pure con tempi sbagliati. Questo, da solo, racconta di una società che deve fare prima i conti con sè stessa e poi col resto del mondo. I cinesi vogliono aspettare Diego Simeone come pare evidente? Perfetto. Che il club bruci un altro professionista e allenatore che così ha in mano solo un vaso di cristallo nel mezzo di un terremoto. E' chiaro che non possa essere altro che una stagione di transizione. Almeno non venga sprecata e che Ausilio, Gardini, Bolingbroke e chi più ne ha più ne metta, siano chiari con De Boer, il meno colpevole dei più colpevoli...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.