HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Il ciuccio è da sballo ma non siamo americani... Inter, non facciamo scherzi con Kovacic...

Nato a Magenta il 28/4/1974, giornalista professionista dal 2001. Vanta collaborazioni con diverse testate web e cartacee, oltre ad esperienze da telecronista. Opinionista Campionato dei Campioni. Direttore del mensile cartaceo CALCIO2000
24.09.2014 00.00 di Fabrizio Ponciroli   articolo letto 25378 volte
© foto di Federico De Luca

Florenzi ci ha intenerito ma il ciuccio, beh il ciuccio di Tevez è stato di altra categoria... Lo ammetto, le esultanze fantasiose mi sono sempre piaciute. Ricordo ancora l'esultanza di un giovanissimo Vucinic, perfetto nell'emulare il gesto del taglio della gola del compianto Benoit, stella WWE. Indimenticabile il bruco dei "baresi" Protti e Tovalieri, la culla di Bebeto ai Mondiali, insomma potrei andare avanti all'infinito. Un gol, si sa, è la massima esaltazione per un calciatore. Festeggiarlo è doveroso (vero Balotelli?). Eppure, nel nostro calcio, la troppa esultanza è portatrice di guai: il cartellino giallo è lì, pronto a strozzare in gola la voglia di far festa di ogni bomber... Ma perché? Tutti dovrebbero avere il diritto di godere, a proprio piacimento, del proprio capolavoro. Non in Italia. Il nostro è un tifo particolare. La nostra cultura sportiva è diversa da tante altre (Premier in testa). Mi soffermo su Lampard, per capirci... Il buon Frankie, dopo 13 anni al Chelsea, ha pensato bene di rovinare la domenica a Mou, segnando, con la casacca del City, il gol che ha condannato i Blues al pareggio. E che hanno fatto i tifosi del Chelsea a fine gara? Insulti, imprecazioni, cosa? No, no, tutto il contrario. Hanno festeggiato la loro ex bandiera, nonostante il gol... Nel nostro calcio non sarebbe mai accaduto! Per le esultanze vale lo stesso concetto. Vedere un avversario dare sfoggio della propria fantasia per la rete appena siglata dà fastidio a chi non ha la stessa fede calcistica. Non si apprezza l'artista, si odia a prescindere... Non siamo americani, la nostra fede calcistica ci impone di restare concentrati solo e solamente sulla nostra squadra e etichettare come nemici tutti coloro che non ne fanno parte. Liberare le esultanze, eliminando il tanto odiato cartellino giallo, non cambierebbe nulla. In Italia, ci sono delle regole non scritte che sono radicate nel nostro patrimonio genetico. Ben venga il ciuccio ma non potrà mai essere la quotidianità. Lo so, mi sono soffermato su disquisizioni futili ma, a volte, è gradevole evitare le grandi problematiche che attanagliano il nostro calcio... Ma c'è spazio anche per un po' di serietà. Nome: Mateo. Cognome: Kovacic. Io non so se sia merito di Mazzarri, di Medel o di Sua Santità ma resta il fatto che il giovane gioiello croato (ricordo, classe 1994) ha messo finalmente le ali e senza ingurgitare nessuna bibita. Lampi di pura classe, freddezza da campione sotto porta, insomma un fuoriclasse. Platini ringrazia ancora oggi Furino perché correva al suo posto, Kovacic ha appena osannato il buon Medel. I miei complimenti vanno all'Inter. Dopo un anno e mezzo francamente da buttare, Thohir ha creduto ciecamente nel ragazzo. Non è partito, è rimasto e ora vale il triplo di quanto è stato pagato nel gennaio del 2013 (11 milioni circa). Il presente dice che Tevez, ciuccio compreso, è la star indiscussa del nostro calcio ma, ragazzi, Kovacic può essere l'erede. Ecco, non facciamo scherzi. La prossima estate, il croato sarà oggetto di mille attenzioni. Verratti, Immobile, Cerci, tanti hanno già fatto le valigie, Mateo vorremmo restasse...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tira una strana e “nuova” aria attorno alla Signora. Inter: Zhang e il destino di Pioli (occhio al dato su Simeone). Milan: ultime sul closing (con sorpresa sulla data?). Napoli: un assist a Sarri. E sul regolamento… 14.03 - Eccoci qui. Volevo spiegarvi le regole del calcio. Che sono semplici. Perché se non lo fossero, allora sarebbe un problema. E noi non vogliamo problemi. Quindi eccovi le regole del calcio, così come le abbiamo capite. REGOLA DEL FALLO DI MANO A meno che tu non sia il portiere...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.