HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Editoriale

Il derby delle ultime volte e una preghiera a Inter e Milan. L'eredità di Galliani-Maiorino e la forza di Ausilio. Il mercato della Roma in anteprima, i baby nel mirino del Milan e le idee 'italiane' della Juventus

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
20.11.2016 08.05 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 32030 volte
© foto di Image Sport

Francesco Guccini, nella sua Ultima Thule, ha scavato nella memoria. Cercando nel profondo dei suoi pensieri, delle sue ultime volte. Un giorno, lo faremo anche noi. E ricorderemo con amarezza, la gloria dei derby romantici. Di quelle sfide dove Massimo Moratti esultava festante, dove si sistemava gli occhiali o dove col tono basso rimpiangeva le occasioni perdute. Di quelle gare dove Adriano Galliani, cravatta gialla e sguardo fuori dalle orbite, gridava al vento la sua gioia. Dei discorsi pre-gara di Silvio Berlusconi, dell'elicottero che atterra a Milanello, degli uffici della Saras e dell'ironia di Peppino Prisco. E' vero, il mondo va avanti e il football con lui. La lacrima per Upton Park che non c'è più fa solo da corredo allo sguardo stupito per l'Olympic Park. Nostalgici d'Inghilterra per sempre rimpiangeranno lo stadio delle bolle di sapone del West Ham, ma il progresso è questo. Viaggiare nel futuro, aprire le frontiere. Milan e Inter l'hanno fatto e per questo, tra qualche anno, ricorderemo il derby di stanotte con una punta di malinconia. Il primo vero della proprietà cinese dell'Inter da anno già iniziato, l'ultimo di Silvio Berlusconi. Il Triplete, Van Basten, Ronaldo e la finale di Istanbul. Gioie. Dolori. Lacrime. E' l'ultima volta, per quei ricordi freschi, poi faranno solo parte del passato.

Per questo, il Derby di stasera, dev'essere accompagnato da una preghiera. Lo rendano indimenticabile. Icardi, Bacca, Donnarumma, Handanovic, Pioli e Montella. Rendano il Derby di Milano quello d'un tempo. E' una partita che s'è trascinata con sè giorni d'attesa e cuori che aumentano i propri battiti. Mancava tanto all'Italia una partita così, da troppo tempo. Milan-Inter è sfida dove le dirigenze, passate, presenti e già future, non sono mai state esenti da critiche. Galliani e Maiorino, negli alti e bassi degli ultimi anni, hanno però rilanciato insieme a Bianchessi e Galli, il settore giovanile. Hanno scoperto talenti, portato in prima squadra Donnarumma e Locatelli. Se dev'essere l'eredità postuma, tanto di cappello. Dall'altra parte Ausilio. Che è stato criticato, attaccato, nel mirino. Ma che ha sempre avuto una grande, grandissima forza. Quella di metterci la faccia, nel bene e nel male. Senza paura di dire quel che pensa, senza paura di difendere le proprie idee, costretto anche a proteggere quelle altrui. Pioli è una sua volontà, vedremo se il campo gli darà ragione ma il segnale di una fiducia comunque intatta da parte di Suning (ma il rinnovo non è ancora stato firmato e... Sicuri che arriverà?) è importante.

Qualche strategia di mercato che, pian piano, abbiamo iniziato a scoprire e svelare su queste colonne e ora su queste righe. La Roma, in primis. Due gli obiettivi dei giallorossi: il sostituto di Salah, impegnato in Coppa d'Africa, arriverà. Però la dirigenza, ora guidata dal giovane e ambizioso Massara (garantisco: l'anti personaggio per eccellenza ma serio e tosto lavoratore), non vuole investire. Magari un prestito, un esubero. L'identikit? Se l'Inter facesse partire Eder... O se il Sassuolo, magari, cedesse in prestito con obbligo estivo Defrel... Poi un centrocampista, una mezzala. Uno dinamico, possibilmente giovane ma già pronto e di qualità. Non facile da trovare ma Massara & co sono al lavoro.

Nonostante le smentite, l'Inter per l'estate sta cercando di bloccare Lindelof del Benfica. Il Milan, invece, dopo Bernardeschi della Fiorentina, va su Pellegrini del Sassuolo. Occhio, nelle prossime settimane, dopo il closing, Fassone e Mirabelli potrebbero andare direttamente all'assalto dei due giocatori. La Juventus cerca sempre il centrocampista. Lo Zenit non ha (ancora) intenzione di liberare Witsel: prima la garanzia Champions poi l'addio, perché i mancati introiti sarebbero superiori all'incasso da Torino. E la Juve che fa? Intanto gira tutta Europa a visionare i migliori talenti con quello che, di fatto, è il compartimento scouting meglio organizzato e gestito del Belpaese (no, non Tielemans: il giocatore dell'Anderlecht non interessa) ma tiene d'occhio anche quelli italiani come Kessie dell'Atalanta e Bruno Fernandes della Sampdoria. Pillola in curiosità sull'Udinese: i friulani stanno visionando con forte interesse il giovanissimo Haksabanovic dell'HBK e puntano pure Beghetto della Spal per il futuro. Chissà se davvero le strategie saranno rispettate. O sarà ancora come L'Ultima Volta. E come quella prima ancora. Dove i piani vengono sbaragliati dai milioni dell'est. E dove tocca rifare tutto da capo. Ricordando quel passato che non c'è più.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan senza closing che cambia? I dilemmi dell'Inter, Napoli arriva l'attaccante... A Torino (tutti) cercano un centrocampista 08.12 - Arrivato dicembre, il freddo, gli addobbi di Natale. Significa che è di nuovo mercato. Operativo. Non come avrebbe voluto il Milan. Il closing fra una settimana non ci sarà: di nuovo un rinvio, stavolta fino al 3 marzo, ancora una volta a mercato chiuso. Ancora una volta una...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Messi-Inter? Parliamo di Gabigol... Milan, tre al prezzo di uno! Dopo Drogba, ecco Eto'o e Tevez 07.12 - Sono anni, forse decenni, che mi interrogo sul perché attorno all'Inter succeda sempre qualcosa che ti lascia a bocca aperta, sbigottito, spesso incredulo. Perché si è solo ipotizzato un possibile matrimonio tra Messi e l'Inter? Non siamo più ai tempi in cui Moratti,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

 Juve: Allegri ha un'idea per il presente, Marotta pensa al futuro: ecco il (super) colpo per l'estate! Inter: la "bomba Simeone" nasconde una verità. Milan e il closing in ritardo: così cambia il mercato. Napoli: occhio a Pavo... 06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, un consiglio a Piero: occhio al tuo "miglior nemico". Udinese, 120 anni di storia e 30 anni di come si fa mercato. Il Verona primo e brutto, l'Alessandria ha già fatto il check-in 05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

EditorialeDI: Andrea Losapio

401 milioni di euro spesi sul mercato per non vincere nulla: l'Inter è un fallimento conclamato. Closing parola dell'anno a Milano. La fortuna aiuta gli audaci, come Conte 04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, trovato l'uomo per la difesa! Inter, ma Gabigol? Drogba è libero... 30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.