HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Il Diavolo si è stancato di Balotelli. Tutti lo stimano, nessuno lo vuole. Beh, se finisse nelle mani di Conte...

Nato a Magenta il 28/4/1974, giornalista professionista dal 2001. Vanta collaborazioni con diverse testate web e cartacee, oltre ad esperienze da telecronista. Opinionista Campionato dei Campioni. Direttore del mensile cartaceo CALCIO2000
21.05.2014 00.00 di Fabrizio Ponciroli   articolo letto 35780 volte
Il Diavolo si è stancato di Balotelli. Tutti lo stimano,  nessuno lo vuole. Beh, se finisse nelle mani di Conte...

Ci penso da tempo: non deve essere affatto facile essere Mario Balotelli, sia in campo che fuori. Sul terreno di gioco, in cuor tuo (sono già nei panni dell'ariete rossonero), sai di poter fare quello che vuoi. Il dio del pallone ti ha fornito una dose di massiccia di talento, degna dei più grandi di sempre. Eppure, nonostante gol, giocate sopraffine e un potenziale che farebbe invidia ad un'antica armata spartana, non riesci mai ad essere catalogato come fuoriclasse assoluto. Vivi costantemente nel limbo, tra alti e bassi con cui farebbe fatica a convivere anche un maestro del vecchio detto "croce e delizia" come Savicevic. Ancor più intricata la vita fuori dal rettangolo verde. Ogni gesto, anche il più quotidiano, sotto la lente d'ingrandimento, nella speranza, mediatica, di scovare un retroscena che porti al tanto bramato gossip. Pia, Enoch, orologi rubati, vigili, tutto diventa anormale nella vita di Balo. Eh sì, non è facile essere Mario Balotelli. Lo ammetto, quando è sbarcato a Milanello, in stile discoteca Hollywood, mi sono detto: "Ecco, ha trovato il club giusto per lui, quello in cui esploderà. Qui capirà come comportarsi...". Beh, non è esploso, purtroppo, ma è imploso. Come gli capita spesso, quello che era un feeling meraviglioso (Inter, City, film già visto) si è trasformato in un senso di apatia continua. Si sente svuotato Super Mario, come se i suoi poteri lo avessero abbandonato. Ma qui non c'entra la kriptonite fatale a Superman, qui il problema è un altro... Ancora una volta, nonostante l'impegno, non ha convinto, anzi ha spiazzato tutti. Nessuno lo dice apertamente ma, al Milan, gli preparerebbero volentieri le valigie, ingombranti come la sua presenza. La scusa è che ha un mercato, vicino ai 25 milioni di euro, la realtà è che, con Balotelli, non sei mai certo di niente, ben che meno di arrivare a vincere (scongiuri in vista del Mondiale). E qui la domanda sorge spontanea? Ma chi se lo prende Super Mario? Se ne facciamo una mera questione di soldi, l'agente Raiola ha già in tasca due o tre giocate da prim'attore quale è. Esempio: il Monaco andrebbe in visibilio con il Balo al fianco di Falcao. Avrebbe l'anti Ibra che cerca da tempo... Ma uno come lui andrebbe mai a Monaco? Forse sì ma, appunto, forse... Il suo DNA gli impone di mettersi in gioco dove lo porta l'istinto. Le sfide più difficili lo esaltano, il resto lo annoia. E quindi? Quindi la soluzione ci sarebbe e ha le tinte bianconere. In tanti hanno provato, con tutti i mezzi possibili, a rendere Balotelli un "campione gestibile" ma, a conti fatti, nessuno ha trionfato nella titanica impresa, neppure il suo uomo guida, almeno nel calcio, Mancini... Alla Juventus, però, c'è Conte. Per un altro anno sarà lui a guidare la corazzata bianconera. Vi ricordate che dicevano di Tevez prima del suo arrivo a Torino? Per tanti era un pazzo scatenato, sempre pronto a fare di testa propria. Beh, Conte, se davvero la reputazione dell'Apache era tanto negativa (non ci ho mai creduto veramente), non ha avuto problemi a renderlo un suo servile (e fondamentale) adepto. Dopo aver vinto tre scudetti, sarebbe sublime vedere il ruvido Conte alle prese con il ribelle Balotelli. Ogni seduta di allenamento diventerebbe una sorta di duello dai sapori unici dell'antico Far West... Probabilmente si scannerebbero ma potrebbe anche accadere l'incredibile, ovvero vedere Conte e Balotelli alzare altri trofei nel segno della Vecchia Signora. Lo so, è fantamercato, nulla di più... Eppure, nell'anno di grazia in cui l'Inter rinuncia a Cambiasso senza neppure parlarci, Messi arriva a guadagnare 20 milioni di euro a stagione proprio quando inizia a non brillare più e Seedorf rischia il posto per non "piacere" ai vertici, qualcosa mi fa pensare che tutto è possibile, anche vedere Super Mario a tinte bianconere e, fidatevi, sarebbe uno spettacolo... non so di che genere...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.