VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Il futuro della Juve: se Allegri va al Chelsea piace Sousa. Dybala resta, è la volta buona per i 100 milioni da Pogba. Inter, Soriano e Banega per la Champions

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
05.02.2016 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 53252 volte
© foto di Federico De Luca

Come tutte le società che sanno programmare bene il futuro, la Juventus ha già sul tavolo le strategie per la prossima campagna acquisti. Le idee sono chiare, puntare sui giovani emergenti italiani è un imperativo d'obbligo (vedi gli acquisti di Mandragora, le mani su Sensi, Lapadula, Caprari e Ganz), ma non basta. Come ogni anno si pensa a una cessione eccellente per fare cassa e ripartire.

L'anno scorso è toccato a Vidal portare in dote 40 milioni, quest'anno quasi sicuramente sarà Pogba a salutare. Come ricorderete l'anno scorso doveva andar via per 100 milioni e il Barcellona era riuscito ad avvicinarsi molto all'affare bloccato solo dalla sentenza che ha fermato il mercato dei blaugrana e dalla decisione della Juve di cedere Vidal anche per problemi caratteriali.

Pogba è rimasto un altro anno a Torino e forse gli ha fatto bene per maturare ancora anche se all'inizio è sembrato un po' svagato. L'estate prossima sarà difficile trattenerlo. E se è vero che fra i giocatori richiesti da tutte le grandissime d'Europa c'è anche Dybala, l'argentino invece non si muoverà da Torino. Ha fatto un anno solo, è già fondamentale e se il Real dovesse riscattare Morata, impensabile la cessione di una punta.

Insomma, è il turno di Pogba. La Juventus spera di scatenare un'asta fra il Chelsea, il Real, il Barca e il City, le società che da tempo lo corteggiano, ma per questo ci sarà in ballo anche la maestria del procuratore Raiola. Si parte da una base di 100 milioni a salire.

Guardiola ha messo Pogba al primo posto della sua lista degli acquisti per il City. Zidane si era già incontrato l'estate scorsa a Torino con il ragazzo per convincerlo ad accettare il Real, Luis Enrique lo chiede da sempre per sostituire Rakitic.

Naturalmente la Juventus sta pensando anche ad acquisti importanti oltre ai giovani di talento. Si cerca soprattutto un regista per riportare Marchisio in mezzo al campo a far coppia con Khedira. Il nome più gettonato è sempre quello di Gundogan che il Borussia non ha voluto cedere ora, di sicuro lo farà in estate perché i 30 milioni offerti dalla Juve sono tanta roba. Ma, tanto per dirne un'altra, è già stato deciso di prendere Berardi che da tre stagioni è parcheggiato a Sassuolo.

Molte delle decisioni dipenderanno anche dalla scelta di Allegri che da tempo pensa ad una avventura in Inghilterra. Lo ha corteggiato il Manchester United, ma da quando si è liberato Mourinho la preferenza è per il portoghese. Ora su Allegri c'è forte il Chelsea che dopo aver fatto uno screening con diversi allenatori (contattato anche Paulo Sousa), come vi abbiamo già detto, ha ristretto i candidati a due italiani.

Nella lista restano il Ct Conte e Allegri che ha impressionato molto l'entourage di Abramovich. Una decisione verrà presa non più tardi di marzo, sia la Juve che il Chelsea devono programmare.

Se Allegri dovesse andar via, cosa molto probabile, all'interno della Juve sta crescendo il partito pro Paulo Sousa capeggiato dal presidente Andrea Agnelli buon amico dell'allenatore: quando era giocatore della Juve erano spesso assieme. Il portoghese è molto stimato, ma non sarà facile strapparlo alla Fiorentina per il contratto che lo lega ai viola per un altro anno e soprattutto per la resistenza che di solito fanno i Della Valle in certe circostanze. Quello che è successo con Montella dovrebbe insegnare molte cose a tutti.

Comunque la vicenda non è chiusa e la Juventus non si farà trovare impreparata da un eventuale addio di Allegri. Chi aveva ipotizzato il ritorno di Conte dovrebbe aver capito anche dalle ultime polemiche sugli stages della nazionale, che la pace del Ct con la Casa Bianconera è solo di facciata.

Conte non ha ancora deciso al 100 per 100 se lasciare l'Italia. Una proposta definita e definitiva da un club non gli è ancora arrivata, solo pour parler. Il Chelsea, naturalmente, gli piacerebbe, ma in cima alla lista dei sogni c'è il Real che non ha ancora deciso se confermare Zidane. Più lontano il Milan che se non arriverà un socio importante con grande liquidità, di sicuro non potrà fare la squadra che Conte vorrebbe. Se Mihajlovic dovesse chiudere bene la stagione e Berlusconi dovesse rimanere azionista unico, non è esclusa la conferma dell'allenatore serbo tanto criticato fino a poche settimane fa.

L'Inter, all'apparenza, non ha problemi di panchina. Il nervosismo di Mancini, eccessivo e inaspettato, deve però far riflettere. Che succede? Di sicuro il Mancio pensava di riuscire a far meglio e forse sperava in una campagna invernale più vicina ai suoi desideri. Ma Thohir è già molto esposto e il regista che serviva all'Inter arriverà solo in estate se i nerazzurri centreranno l'obiettivo Champions. Banega è già stato opzionato, c'è un accordo di massima. Ma arriverà anche Soriano dalla Samp per dare più qualità a un centrocampo troppo muscolare. Se ne andrà Felipe Melo, questo sembra già scontato. Abbandonata per ora la pista Lavezzi in scadenza con il Psg. L'inchiesta della magistratura su reati fiscali nel calcio che coinvolge l'argentino per il periodo napoletano, ha consigliato prudenza

Si comincia a muovere anche il mercato dei dirigenti. Pantaleo Corvino dopo aver portato il Bologna in serie A, è riuscito nell'impresa di salvare (in pratica) la squadra a metà stagione e di mettere in piedi una buonissima rosa piena di giovani pagati poco e ora molto corteggiati sul mercato. Diawara costato 400 mila euro è nel mirino del Bayern, tanto per dirne una. Il lavoro di Corvino è molto apprezzato dalla Roma che vorrebbe il direttore sportivo pugliese al posto di Sabatini in uscita.

I contatti ci sono stati anche tramite l'ex dirigente romanista Fenucci ora al Bologna, le possibilità che Corvino passi alla Roma sono molto alte. Sabatini invece dovrebbe andare al Chelsea con Allegri o Conte, un'accoppiata tutta italiana per rilanciare i Blues.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter-Simeone, qualcosa non torna… Milan, scelta difficile per l’attacco! Juve, Guarin è stanco della Cina. De Rossi, Roma ingrata? 19.04 - Che Pasqua… C’è chi ha trovato la sorpresa che cercava da tempo e chi è rimasto a bocca asciutta. Si pensi al popolo nerazzurro, beffato sul più bello. Gioie per Juve e Napoli, Roma contrariata. Uova frantumate, in senso letterale, alle spalle, è meglio guardare avanti… Pare incredibile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: 113 motivi per temere il Barcellona e 1 solo (ma decisivo) per non avere paura. Inter: il futuro di Pioli e la scelta dei nerazzurri. Milan: 2 nomi concreti per il mercato (e l’agenda di Fassone). Un appunto a Orsato 18.04 - Da tre giorni non faccio altro che pensare ai celebri ricercatori dell’Amaro Montenegro, alla loro perseveranza nell‘individuare e mettere in salvo l’Antico Vaso. Li invidio molto, perché si danno sempre un gran daffare e cascasse il mondo non falliscono mai. Questi signori dopo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, padroni nuovi fantasmi vecchi. Pioli si è giocato l’Inter. Chievo, prima di prendere il DS informati bene. Venezia e Foggia: c’è la mano delle società 17.04 - Hanno un nome: Lì. Hanno un cognome: Lì. E hanno quasi la stessa faccia. C’è di fatto che esistono e, finalmente, li abbiamo visti e (quasi) toccati. I cinesi del Milan non sono cinesi magnati ma sono cinesi affaristi e sicuramente non è una colpa né un’offesa. Fanno un mestiere diverso...

EditorialeDI: Marco Conterio

Allegri e un altro segnale: è tra i migliori al mondo. Dybala e i Fab Four: l'azzardo ci sta. Roma: il fallimento parte da Spalletti. Empoli e Crotone: cuore e anima, altro che il Palermo. Lega Pro: Inzaghi e Stroppa, destino ad alti livelli 16.04 - La partita contro il Barcellona ha ufficialmente inserito Massimiliano Allegri nel novero dei grandissimi allenatori d'Europa. Ha imbrigliato campioni come Messi, Neymar e Suarez facendo sua la partita, dando un'anima e un gioco a una squadra forse sulla carta sfavorita ma sul piglio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.